Brunch diet: dimagrire con i piatti veloci

Pubblicato da: ValeriaM - il: 05-09-2017 19:52

Introduzione

La brunch diet è un regime alimentare molto particolare che consente di perdere 2,5 kg in 7 giorni e alzare di nuovo la zip dei jeans senza problemi. Il punto di forza della dieta è nella varietà dei pasti proposti, a metà tra colazione e pranzo combatte la monotonia e migliora l’umore. La brunch diet è perfetta per chi non ha molto tempo per stare in cucina e ha sempre voglia di piatti veloci e invitanti.

La parola brunch nasce dall’unione di breakfast (colazione) e lunch (pranzo), è famosa soprattutto all’estero ma si sta diffondendo anche qui nel nostro paese, fortemente legato alle tradizioni culinarie. Eppure come vedrete in seguito, ci sono delle ricette davvero deliziose che non hanno nulla da invidiare a quelle made in Italy.

I sapori stuzzicano il palato e fanno tornare il sorriso, molti dei piatti veloci proposti si possono portare anche a lavoro, favorendo la convivialità. Dal dolce al salato con piccoli assaggi che insieme compongono un unico pasto. Per tenere a bada l’appetito dovete seguire alla lettera il piano alimentare proposto perché ci sono gli abbinamenti giusti. Non è difficile, volete provarci?

Menu bilanciato e vario: le regole

Ogni giorno un brunch diverso per non far mancare al nostro organismo tutti i nutrienti essenziali di cui ha bisogno per essere in salute. Vengono privilegiate le proteine del pesce, della carne, delle uova e anche dei latticini. È prevista anche una dose di grassi buoni come quelli dell’olio extravergine d’oliva, della frutta secca e dell’avocado, frutto per cui tutti vanno matti! Per quanto riguarda i carboidrati, meglio se integrali e a basso indice glicemico per evitare picchi di insulina che si trasforma in grasso su fianchi e addome.

Per limitare l’apporto di zuccheri vengono proposte piccole porzioni, qualche peccato di gola è comunque concesso, ma è meglio non dolcificare il tè, la tisana e lo zucchero. Dopo tanti assaggini della dieta brunch, ovviamente la cena è appagante e proteica.

Ricordate che per un brunch casalingo gli ingredienti devono essere freschi e di ottima qualità, preferire prodotti a Km0 e accertatevi sempre della loro provenienza. Prestate anche attenzione ai metodi di cottura che non devono essere molto lunghi per non far perdere agli alimenti le loro proprietà e per poter gustare i pasti anche fuori casa. Come sempre via libera alle spezie che rendono i piatti veloci più saporiti e vi permettono di non eccedere con il sale e altri condimenti.

Ricette dieta brunch

Quando pensiamo al brunch ci vengono in mente le immagini di Carrie e delle sue amiche in Sex and The City sedute intorno al tavolo di un locale che mangiano. Questa tendenza si sta diffondendo anche in Italia soprattutto tra i pendolari che non tornano a casa per la pausa pranzo. Noi abbiamo qualche ricetta veloce e particolare. Non vi resta che prendere nota degli ingredienti!

Iniziamo con gli involtini di zucchine, stracchino e prosciutto pronti in pochissimi minuti. Per realizzarli avete bisogno di 2 zucchine, tagliatele nel senso della lunghezza e grigliatele su entrambi i lati. Quando sono morbide aggiustate di sale e di pepe, aspettate che si raffreddino e farcite con stracchino e prosciutto cotto, arrotolate e fissate con lo stuzzicadenti.

Molto gustosi anche gli involtini di salmone e sesamo che si preparano con 200 gr di pesce affumicato da farcire con 80 gr di ricotta e rucola. Passate gli involtini nel sesamo e conservateli in frigo per farli compattare. Se vi avanza del tempo, cimentatevi nella preparazione dell’hummus di ceci, frullando i legumi lessi (o precotti) con pasta di sesamo, aglio, olio evo, succo di limone e sale. La crema liscia e omogenea si gusta anche fredda con grissini o crostini di pane integrale.

Se amate le salse, ovviamente sono bandite quelle grasse e ipercaloriche, le migliori per la brunch diet sono lo tzatziki e la guacamole. Lo tzatziki è fresco e facile da preparare, salsa greca per eccellenza è a base di cetriolo grattugiato, yogurt greco, aglio, olio evo, sale, pepe, aneto e aceto di vino bianco. Tutti questi ingredienti si mettono nel mixer e si frulla sino ad ottenere una bella salsa. Per la guacamole invece occorre la polpa schiacciata di 2 avocado, a cui si aggiunge cipolla, aglio e peperoncino tritati, il succo di un lime, sale, pepe, cumino e olio evo. Per questa salsa non serve il mixer ma una forchetta e tanta forza nelle braccia.

Schema alimentare per dimagrire 2 kg in 7 giorni

Con la dieta brunch che vi proponiamo oggi si possono smaltire anche 2,5 kg in sette giorni. Il piano nutrizionale prevede di abbinare la colazione e il pranzo da consumare a mattina inoltrata. I pasti devono essere accompagnati da acqua e tè verde (non zuccherato). Inoltre al risveglio bere sempre 1 bicchiere di acqua a temperatura ambiente con il succo 1 limone.

  • Primo giorno→ Brunch: succo di pomodoro con limone e menta, 1 fetta di pane integrale con formaggio spalmabile e 100 gr di salmone oppure 4 involtini di salmone e sesamo, insalata con spinaci e noci, condita con olio evo e succo di limone, caffè; Merenda: 1 kiwi, tisana allo zenzero; Cena: fesa di tacchino alla griglia con erbe aromatiche, funghi con prezzemolo, sale, aglio e olio evo;
  • Secondo giorno→ Brunch: 2 uova sode, 4 involtini di zucchine, stracchino e prosciutto, insalata con rucola, pomodorini, polpa di avocado o salsa guacamole, una fetta di crostata, un cappuccino; Merenda: 3 mandorle, tè verde; Cena: petto di pollo alla piastra, insalata di cetrioli e carote;
  • Terzo giorno→ Brunch: macedonia con kiwi e ananas, gamberi lessi conditi con salsa chili, riso integrale, insalata verde, un caffè americano; Merenda: yogurt bianco naturale; Cena: orata al cartoccio con spezie e aromi, insalata mista condita con olio evo e succo di limone;
  • Quarto giorno→ Brunch: insalata greca con pomodori e cetrioli, 80 gr di feta, origano, 3 olive nere, olio evo, verdure grigliate, centrifugato di carota, mela e zenzero, caffè espresso; Merenda: tè verde, 1 pesca; Cena: arista di maiale con salsa a base di yogurt bianco magro (2 cucchiai) e senape (1 cucchiaio), insalata mista a foglia con olio evo, sale e succo di limone;
  • Quinto giorno→ Brunch: carpaccio di bresaola (80 gr), con rucola, avocado a fettine, succo di limone, sale&pepe, spiedini di tacchino con salsa tzatziki, caffè, 1 quadratino di cioccolato fondente; Merenda: infuso allo zenzero, 1 pera; Cena: cernia al cartoccio, insalata mista di stagione;
  • Sesto giorno→ Brunch: insalata di pasta (30 gr) con mozzarella, pomodorini e basilico, omelette con 1 uovo intero e 1 albume, farcita con pomodori secchi, 3 cucchiai di hummus di ceci servito con cetrioli, sedano e ravanelli; Merenda: 3 mandorle, tisana; Cena: straccetti di manzo con rucola, pomodorini e scaglie di parmigiano;
  • Settimo giorno→ Brunch: insalata di polpo (3-4 cucchiai), insalata di fagiolini e patate (3-4 cucchiai), macedonia di frutta fresca di stagione con una pallina di gelato, caffè; Merenda: una fetta di anguria; Cena: filetto di vitello (200 gr) servito con salsa guacamole, bieta lessa e condita con olio evo, succo di limone e spezie.
ValeriaM

Laureata in Filologia Classica, da sempre appassionata di scrittura e copywriting. Classe 1989, ama leggere, andare al cinema e a teatro, allevare cani e gatti e mangiare i biscotti di Bellagio.

Ti è piaciuto questo articolo? Commentalo!