Come evitare un’intossicazione alimentare in vacanza all’estero

Pubblicato da: Myriam Amato - il: 15-08-2017 9:17 Aggiornato il: 09-08-2017 9:32

Virus e batteri possono provocare infezioni e intossicazioni che mettono a dura prova l’organismo e influenzano ogni attività, rovinando vacanze e momenti speciali. Come riuscire a evitare un’ intossicazione alimentare in vacanza all'estero?

Come evitare un'intossicazione alimentare in vacanza all'estero- foto tielandtothailand.com

L’ intossicazione alimentare diventa un vero e proprio problema quando ci si trova all'estero. Molto spesso la causa principale è da ravvisare nell'ingestione di acqua e cibo contaminati o manipolati dal caldo estremo.

Evitare l'intossicazione alimentare all'estero

Ma quali sono i segreti per evitare l’intossicazione alimentare in vacanza all'estero?

  • Evitare il consumo di pesce, carne e uova poco cotti e verdure giù sbucciate
  • Bere solo acqua e bevande imbottigliate e che presentano ancora il sigillo intatto
  • Fare attenzione al ghiaccio, tè e caffè
  • Verificare la pulizia e le condizioni igieniche dei locali
  • Utilizzare posate con manico sufficientemente lungo da evitare il contatto della mano con l’alimento.
  • Controllare lo stato di conservazione del cibo
  • Accertarsi che i cibi freschi e gli alimenti ad alta deperibilità siano esposti in banchi frigo con temperature basse per evitare il contatto con batteri come il temuto Stafilococco aureus (il suo habitat ideale è tra i 10° e i 40° C)
  • Assicurarsi che i cibi caldi siano esposti separatamente e a temperature adeguati

Consigli per evitare l’ intossicazione alimentare in vacanza all'estero

L’intossicazione alimentare in vacanza all'estero può essere evitata attraverso una buona dose di attenzione e qualche buona abitudine.

È preferibile portare con se in viaggio qualche barretta di cioccolato, una scatola di mandorle, un paio di barrette proteiche e una buona quantità di mele e arance. Questi alimenti possono essere utili nel caso in cui bar e locali non sembrino affidabili o non siano all'altezza delle normali norme igienico-sanitarie.

Non bisogna mai dimenticare di munirsi di bottiglia d’ acqua minerale per dissetarsi oppure in alternativa di acquistare delle comode compresse per purificare l’acqua.

Un ultimo consiglio utile è quello di fare attenzione anche all'aria condizionata presente in aeroporto, aereo o mezzi di trasporto. Perché? Generalmente l’aria condizionata favorisce la disidratazione o l’alterazione dell’equilibrio dei fluidi corporei e questo potrebbe acuire eventuali altre patologie in corso.

Myriam Amato

Laureata in Informazione e sistemi editoriali, lettrice ostinata e appassionata di ricette tradizionali e nuovi orizzonti culinari.

Ti è piaciuto questo articolo? Commentalo!