Disintossicare il fegato con il piano detox

Pubblicato da: ValeriaM - il: 06-01-2018 9:38

Introduzione

Un fegato appesantito e intossicato favorisce lo sviluppo di alcune malattie, inoltre trasforma gli zuccheri in eccesso in grasso e l'ago della bilancia inizia a salire. Il fegato svolge un ruolo importantissimo nel nostro organismo perché elimina le scorie e le tossine, per questo dobbiamo imparare a fare le scelte giuste a tavola.

Perché depurare il fegato?

Il fegato lavora come un filtro, la maggior parte delle sostanze che introduciamo con l'alimentazione passa proprio da qui. Gli eccessi alimentari diminuiscono le funzionalità del fegato. Dovete sapere che qui gli zuccheri vengono elaborati, trasformati e immagazzinati sotto forma di glicogeno.

Successivamente vengono rimessi in circolo e forniscono energia. Tra le altre sostanze che finiscono nel fegato ci sono anche i grassi, che vengono smaltiti, mentre le vitamine sono metabolizzate. Se le funzionalità dell'organo non sono ottimali, queste non possono essere rese disponibili per l'organismo, un discorso che vale anche per le proteine.

Il fegato si depura in 15-20 giorni, è questo il tempo necessario per smaltire le sostanze tossiche. I medici nutrizionisti raccomandano di seguire una dieta ricca di vitamine e sali minerali, limitare i grassi e la frittura, oltre agli zuccheri raffinati. Il regime alimentare che depura il fegato si può seguire periodicamente ed è fondamentale per migliorare la qualità della vita. In caso di aumento di peso, spossatezza, disturbi gestivi, nausea e altri sintomi si deve ricorrere ai ripari. Come? Ve lo spieghiamo nei prossimi paragrafi.

Rimedi detox

La dieta detox per disintossicare il fegato è facile da seguire. La prima cosa da fare è moderare il consumo di dolci e di pasta, pane e cereali raffinati, meglio preferire quelli integrali perché a basso indice glicemico e facilmente digeribili. Nel corso della giornata inoltre si deve aumentare la quantità di acqua (naturale) da bere, va benissimo anche sotto forma di tisane oppure aromatizzata con il limone.

Molto spesso leggiamo che nelle diete i nutrizionisti suggeriscono di bere un bicchiere d'acqua tiepida con il succo di ½ limone al risveglio. Il liquido ha una temperatura simile a quella dell'organismo ed entra in circolo con più facilità, inoltre agisce quasi subito a livello intestinale e aiuta la peristalsi e lo svuotamento. Il limone inoltre contiene grandi quantità di antiossidanti tra cui vitamina C e antocianosoidi.

Queste sostanze poco conosciute sono utili per proteggere il fegato e stimolano la produzione di enzimi. Acqua e limone diventa un mix di salute e per aumentare la sua efficacia si deve bere almeno 15 minuti prima della colazione, in questo modo non si “mischia” con gli altri cibi.

Per disintossicare il fegato, oltre alla dieta detox e al rimedio dell'acqua e limone, occorre abbinare le tisane. In commercio esistono già dei preparati a base di erbe disintossicanti oppure si può chiedere all'erborista di fiducia di mischiare insieme carciofo, cardo mariano e tarassaco.

La preparazione delle tisane è detox è semplicissima, basta mettere tutte le foglie in infusione in acqua calda e filtrare. Versate tutto in un thermos da portare a lavoro per non rimanere mai senza la vostra tisana disintossicante e per concedervi una pausa di relax e di benessere anche nelle giornate più caotiche.

Cosa mangiare e cosa evitare

La dieta per disintossicare il fegato ha una duplice azione: detox e dimagrante. Nel piano alimentare ci sono alcuni cibi considerati indispensabili come i carciofi. Per mantenere intatte le proprietà stimolanti si devono cuocere al vapore e condire con un filo di olio evo a crudo e succo di limone.

Anche gli asparagi sono disintossicanti oltre che diuretici. Apprezziamo soprattutto le proprietà ipocaloriche di questi ortaggi che contengono fibre, vitamina B e sali minerali (calcio, fosforo e potassio). Si possono mangiare anche crudi, tagliati a fettine sottili e conditi con olio e succo di limone. Rimanendo sul tema “verde” tra gli alimenti che aiutano il fegato ci sono anche le bietole, un gruppo particolare di cui fanno parte le erbette a coste che hanno blande proprietà lassative e apportano ferro, vitamine e sali minerali; non dimentichiamo la cicoria, nelle varianti più conosciute tra cui tarassaco, catalogna, scarola, cicoria riccia, indivia e radicchio.

Ormai si trovano in qualsiasi periodo dell'anno quindi il piano detox può essere iniziato al bisogno o semplicemente per prevenire i disturbi al fegato. Per facilitare la digestione consigliato l'ananas, frutto esotico ideale per gli spuntini di metà mattina e del primo pomeriggio. E non dimentichiamo il potere delle spezie come zenzero e curcuma considerati antinfiammatori e antiossidanti naturali, da aggiungere a fine cottura per mantenere intatte le proprietà. Infine ci sono la cipolla e l'aglio, da mangiare crudi, anche in piccole quantità perché attivano gli enzimi che sono presenti nel fegato e contribuiscono alla depurazione.

Dopo aver visto cosa mangiare per disintossicare il fegato dobbiamo necessariamente puntualizzare quali sono i cibi da evitare. Il nostro palato deve essere educato al consumo di cibi sani, per questo dobbiamo limitare salumi e insaccati perché troppo ricchi di sale, i formaggi e le carni rosse perché contengono grassi saturi, gli alcolici e i superalcolici che si trasformano in zuccheri e affaticano la digestione così come i condimenti grassi (burro e panna).

Dieta detox, menù proposti

Arrivati a questo punto vi starete chiedendo: e allora cosa dobbiamo mangiare? Tra i piaceri della vita c'è il cibo e spesso è difficile rinunciare. Scegliendo gli alimenti giusti tra quelli proposti si può mangiare sano e con gusto. Non siete ancora convinti? Leggete i nostri menù e divertitevi a mixarli.

  • Colazione: una tazza di tè verde, un vasetto di yogurt magro con mirtilli freschi; una tazza di tè verde al limone, due fette di pane integrale con miele e ricotta; una tazza di tisana detox, una coppetta di macedonia di frutta fresca; una tazza di tè verde, mela cotta con zenzero e cannella;
  • Spuntino e merenda: ½ ananas a fette; centrifugato di mela, carota e zenzero; 1 bicchiere di succo di ananas fresco; un vasetto di yogurt magro con frutta fresca a pezzetti (kiwi o mirtilli);
  • Pranzo: riso integrale con asparagi, merluzzo al vapore e insalata verde con semi di zucca e olio evo; orzo integrale con verdure miste, trancio di salmone al forno con contorno di bietole al vapore; pasta integrale con carciofi, insalata di indivia con cipolla cruda; filetti di nasello al vapore conditi con olio evo e succo di limone, polpette di quinoa con verdure;
  • Cena: petto di pollo alla piastra con curcuma, cicoria al vapore e pane di segale; tacchino al vapore condito con succo di limone ed erbe aromatiche tritate; insalata verde con cipolla, cetriolo, feta, olive greche nere, pane di segale tostato, olio evo; vellutata di asparagi, ricottina light, tarassaco al vapore condito con olio evo, succo di limone e zenzero in polvere.
ValeriaM

Laureata in Filologia Classica, da sempre appassionata di scrittura e copywriting. Classe 1989, ama leggere, andare al cinema e a teatro, allevare cani e gatti e mangiare i biscotti di Bellagio.

Ti è piaciuto questo articolo? Commentalo!

Scrivi un Commento

Termini di ricerca:

  • cannella e yogurt ai mirtilli fa bene al fegato
  • fegato appesantito