Guida alla scelta della birra

Pubblicato da: ValeriaM - il: 03-10-2016 9:53

Piacevole e rinfrescante, bevila preferibilmente durante i pasti (per tamponare gli effetti negativi dell’alcol). E limitati a “modiche” quantità: così non supererai il livello dei 10-12 grammi di alcol al giorno consigliati dall’Oms (Organizzazione mondiale della Sanità) per non rischiare di avere problemi di salute. Ma quale birra scegliere?

La ricetta base è semplice: malto (in genere d’orzo, ma anche frumento, miglio riso), acqua, luppolo e lievito. A dettare le differenze tra le centinaia di tipologie esistenti è il processo di lavorazione (tempi di cottura, tipo di fermentazione... a proposito: le lager, fermentate a basse temperature, contengono meno glutine di quelle ottenute a temperature più elevate come le pils).

Possono poi essere aggiunti mais (che conferisce morbidezza), frumento (che rende la schiuma più densa) o altro ancora. Attento ai difetti: essendo un prodotto “vivo”, la birra è soggetta a una serie di alterazioni di origine microbica. Fermentazioni da batteri lattici nella mistura di partenza o lo sviluppo di lieviti selvaggi possono per esempio dare intorbidamenti e sapori anomali. Possono poi esserci difetti di natura chimico-fisica.

Se la birra subisce sbalzi di temperatura può mostrare aspetto opalescente per la combinazione di alcune sostanze (i tannini con le componenti azotate) e anche il sole risulta dannoso, in quanto le conferisce il cosiddetto “sapore di luce”, davvero sgradevole. Riconosci la qualità: osservando la bevanda puoi valutarne il colore, la limpidezza e la spuma. Ricorda solo che mentre per alcune la torbidità è un difetto, per altre (per esempio quelle “trappiste” rifermentate in bottiglia) può costituire un pregio essenziale.

Una cosa però è certa: la buona birra fa sempre una spuma persistente. Passa quindi all’esame olfattivo: l’armonia e l’equilibrio delle sensazioni sono sempre apprezzabili, una birra che ti colpisce molto per un certo aroma può risultare sbilanciata e stancare rapidamente. Occhio infine al sapore: la sua analisi prevede generalmente la valutazione dell’amaro, più o meno intenso, la persistenza del suo sapore e il cosiddetto “retrogusto”, che non deve presentare punte troppo acide.

Heineken Lagerbeer

1370512048

Ingredienti: acqua, malto d’orzo, luppolo. Stile: lager. Gradazione alcolica: 5% vol. Temperatura ideale: 3 °C. Si abbina bene con: bruschetta, zuppe di cereali, formaggi erborinati. In Olanda è tipico l’abbinamento con l’aringa fresca. Il termine lager indica in genere le birre dette “a bassa fermentazione” perché utilizzano lieviti che fermentano a basse temperature. Di questa conosciutissima lager sono apprezzabili la purezza del gusto e il giusto grado di luppolatura. Costo: 6x33 cl, 4,48 euro

Dreher Lemonradler

Ingredienti: acqua, 40% birra, fruttosio, succo di limone (2,7%), di arancia, di lime e di acerola da concentrato, estratto di limone concentrato, aromi naturali di agrumi, stabilizzante farina di carrube. Stile: lager + succo di limone. Gradazione alcolica: 2% vol. Temperatura ideale: 3 °C. Si abbina bene con: stuzzichini per l’aperitivo. Questa radler punta a trovare un giusto equilibrio aromatico e di gusto tra l’amaro, tipico della birra, e l’acidità degli agrumi. Costo: 3x33 cl, 1,99 euro

Moretti La Rossa Doppio Malto

Ingredienti: acqua, malto d’orzo, luppolo. Stile: lager doppelbock. Gradazione alcolica: 7,2% (le birre doppio malto in genere hanno gradazione alcolica più alta). Temperatura ideale: 3 °C. Si abbina bene con: pasta e fagioli, formaggi molto stagionati, selvaggina in umido, dolci alla frutta secca e al cioccolato. Il colore ambrato si deve al grado di tostatura del malto d’orzo di una speciale qualità. È considerata tra le migliori rosse di produzione industriale italiana. Costo: 6x33 cl, 4,79 euro

Dab Cruda IGP

Ingredienti: acqua, malto d’orzo, luppolo, estratto di luppolo. Stile: lager Dortmunder. Gradazione alcolica: 5% vol. Temperatura ideale: 5 °C. Si abbina bene con: primi di pasta, risotti, secondi delicati di pesce e di carne, insalate. La birra cruda non viene sottoposta a pastorizzazione e non contiene conservanti. Assolutamente naturale, questa Dab si fregia del marchio IGP (indicazione geografica protetta) ed è stata più volte premiata. Costo: 3x33 cl, 2,37 euro

Corona EXTRA

Ingredienti: acqua, malto d’orzo, granturco/ riso, luppolo, antiossidante E300, addensante E405. Stile: lager. Gradazione alcolica: 4,5% vol. Temperatura ideale: 4-6 °C . Si abbina bene con: una fettina di limone infilata nel collo della bottiglia (da bere a canna). Messicana “di moda”, contraddice la regola che vuole le birre in bottiglia scura o lattina per proteggerle dalla luce. Ecco perché ha bisogno di essere addizionata con un antiossidante. Costo: 35,5 cl, 1,32 euro

Pedavena Superior

Ingredienti: acqua, malto d’orzo, luppolo. Stile:pils. Gradazione alcolica: 5,2% vol. Temperatura ideale: 6-8 °C. Si abbina bene con: stuzzichini da aperitivo oppure, durante il pasto, con risotti, pesce e carni bianche. Dice il tecnologo: il termine pils viene da Pilsen, città Boema famosa per le caratteristiche delle sue acque che si riflettono poi in quelle della birra, generalmente amara per l’abbondanza di luppolo, e con sapori gradevolmente erbacei. Costo: 50 cl, 1,29 euro

TOURTEL ANALCOLICA PURO MALTO

Ingredienti: non indicati. Stile: lager. Gradazione alcolica: inferiore a 0,5% vol. Temperatura ideale: 4-6 °C . Si abbina bene con: minestre di verdura, riso alle erbe, carni bianche in umido, manzo bollito. Info nutrizionali per 100 ml: cal 21, carboidrati 4,4 g di cui zuccheri 1,7 g, proteine 0,3 g, grassi 0, sodio 0. La legge prevede che le birre analcoliche possano arrivare a un contenuto di alcol dell’1,2%. La Tourtel è ben sotto questo limite. Costo: 66 cl, 0,94 euro

FRANZISKANER WEISSBIER KRISTALLKLAR

Ingredienti: acqua, malto di frumento, malto d’orzo, estratto di luppolo. Stile: Weizen/Weisse. Gradazione alcolica: 5% vol. Temperatura ideale: 7-9 °C. Si abbina bene con stuzzichini e piatti bavaresi, carni bianche, torte di verdura. I termini Weizen e Weisse si equivalgono e indicano le “birre di frumento”, che sono ad alta fermentazione (cioè fermentate ad alte temperature). Spesso risultano torbide, ma questa kristallklar è stata filtrata per darle un aspetto limpido. Costo: 50 cl, 1,55 euro.

ValeriaM

Laureata in Filologia Classica, da sempre appassionata di scrittura e copywriting. Classe 1989, ama leggere, andare al cinema e a teatro, allevare cani e gatti e mangiare i biscotti di Bellagio.

Ti è piaciuto questo articolo? Commentalo!

Termini di ricerca:

  • guida scelta birra