La scienza conferma che bere moderatamente vino riduce il rischio di demenza

Pubblicato da: Myriam Amato - il: 08-08-2017 8:19 Aggiornato il: 04-08-2017 17:51

Uno studio condotto dall’Università della California durato più di trent’anni ha dimostrato che gli anziani che hanno sempre bevuto e continuano a bere da uno a tre bicchieri di vino al giorno conservano meno possibilità di ammalarsi. Bere vino moderatamente riduce il rischio di demenza!

Bere moderatamente vino riduce il rischio di demenza- foto bigodino.it

I ricercatori americano hanno scoperto che i 65enni che bevono alcol ogni giorno in quantità limitate arrivano a 85 anni senza demenza rispetto agli astemi.

Come in tutte le cose il “troppo storpia”. La ricerca ha evidenziato come l’abuso di alcolici al contrario si presenta come un fattore predisponente che aumenta di fatto il pericolo di demenza.

Linda McEvoy, primo autore dello studio, ha rivelato il suo entusiasmo per i risultati conseguiti: “Questo studio è unico perché per la prima volta viene considerata la salute cognitiva di persone che sono anziane. Si è scoperto che bere alcol non solo non è associato con un rischio più alto di morte prematura, ma addirittura regala molte possibilità di rimanere in salute”.

Uno studio lungo trent’anni …

La ricerca ha seguito le abitudini di ben 1344 volontari, monitorando la salute del loro cervello attraverso il Mini Mental State Examination, un test standard stilato per diagnosticare la demenza.

E così le persone che bevono tra uno e tre drink da cinque a sette giorni alla settimana avrebbero una salute cognitiva significativamente migliore rispetto agli astemi e a chi non beve.

Myriam Amato

Laureata in Informazione e sistemi editoriali, lettrice ostinata e appassionata di ricette tradizionali e nuovi orizzonti culinari.

Ti è piaciuto questo articolo? Commentalo!