Cipolla rossa: una nuova ricerca conferma il suo potere anticancro

Pubblicato da: Myriam Amato - il: 21-06-2017 8:41 Aggiornato il: 16-06-2017 18:47

Le proprietà della cipolla sono state riconosciute da tempo come un toccasana per la salute e il benessere dell’organismo. Questo particolare alimento sembra contenere molti antiossidanti in grado di contrastare l’azione dannosa dei radicali liberi e proteggere dalla formazione delle cellule cancerogene. In particolare, la cipolla rossa sarebbe un potente anticancro!

Cipolla rossa contro il cancro- foto news.fidelityhouse.eu

Secondo una ricerca condotta dall’Università di Guelph e pubblicata sulla rivista scientifica Food Research International, le cipolle e in particolare le cipolle rosse agirebbero contro le cellule cancerogene del tumore al colon e del cancro al seno.

Lo studio ha messo a confronto ben 5 tipi di cipolle provenienti dalla regione canadese dell’Ontario, scoprendo così che la varietà di cipolla rossa chiamata Ruby Ring Onion è quella più efficace contro le suddette forme tumorali. Le cellule malate provenienti da tratti di colon umano sono state messe a diretto contatto con l’estratto di quercetina derivato dai 5 tipi di cipolle testate.

Il potenziale antitumorale della quercetina non era nuovo in ambito scientifico. In particolare, l’alto contenuto di questo flavonoide dal potere antiossidante nella cipolla rossa sarebbe stimolato e amplificato dalla presenza di antociani, una classe di pigmenti che conferiscono il tipico colore rosso.

La fase sperimentale dello studio ha evidenziato come la cipolla rossa sia effettivamente capace di uccidere le cellule tumorali in quanto innesca dei processi chimici che portano le cellule del cancro ad autodistruggersi: crea un ambiente sfavorevole per la sopravvivenza delle cellule responsabili del tumore e ne impedisce la crescita.

Il secondo step della ricerca sarà orientato alla sperimentazione diretta sull'uomo. Come? L’obiettivo è quello di estrarre la quercetina senza l'utilizzo di agenti chimici per poterla utilizzare sia nel campo nutraceutico che nel settore farmacologico sotto forma di medicinale.

Gli alimenti ricchi di quercetina sono molti e la cipolla rappresenta solo la punta di iceberg che promette di avere effetti salutistici e coadiuvare la farmacia convenzionale: capperi, uva rossa, vino rosso, mele verdi, tè verde, mirtillo e così via.

Myriam Amato

Laureata in Informazione e sistemi editoriali, lettrice ostinata e appassionata di ricette tradizionali e nuovi orizzonti culinari.

Ti è piaciuto questo articolo? Commentalo!

Scrivi un Commento

Termini di ricerca:

  • con candidosi si mangia la frutta