Problemi digestivi: regole alimentari e rimedi naturali

Pubblicato da: Myriam Amato - il: 02-08-2017 7:25 Aggiornato il: 27-07-2017 10:29

Mangiare male e troppo in fretta e consumare pasti abbondanti possono determinare diversi problemi digestivi caratterizzati da pesantezza di stomaco, gonfiore, sonnolenza, reflussi e mal di testa.

Come gestire i problemi digestivi- foto modosano.it

È possibile ridurre le cause dei problemi di digestione a tre grandi categorie: origine ormonale, cattivo stile di vita e patologie.

  • Squilibri ormonali – L’alterazione ormonale dovuta a gravidanza, ciclo mestruale o menopausa può determinare dispepsia, un rallentamento delle contrazioni dei muscoli dell’apparato digerente e fastidiosi bruciori di stomaco.
  • Stile di vita scorretto – Pasti ricchi di cibi complessi, abuso di alcol e fumo e uso smodato di medicinali possono procurare problemi digestivi in ugual misura alle situazioni in cui si mangia una sola volta al giorno ma in modo esagerato oppure si consumano alimenti scorretti in orari regolari.
  • Patologie – La colecisti, il reflusso gastroesofageo, la sindrome del colon irritabile e le intolleranze alimentari influiscono sulla digestione e determinano problemi digestivi cronici.

Alimentazione

Non sempre lo stomaco riesce a produrre i succhi gastrici necessari a procedere con la normale digestione, soprattutto quando vi è stato un eccesso di alimenti ricchi di proteine (carne e suoi derivati).

È indispensabile mantenere un regime alimentare sano e masticare a lungo per non sovraccaricare gli organi deputati alla digestione e ridurre i problemi digestivi.

Più in generale è preferibile limitare l’assunzione di cibi grassi, aumentare lo spazio dedicato a frutta e verdura e aumentare il numero dei pasti da tre a cinque (colazione, spuntino, pranzo, spuntino e cena).

Per evitare la cattiva digestione è fondamentale osservare alcuni accorgimenti di natura alimentare:

  • Evitare alimenti preparati con metodi di cottura prolungati o acquosi
  • Dare il via al pasto con una verdura cruda
  • Pasteggiare con una spremuta d’arancia
  • Condire la carne e il pesce con succo di limone oppure olio extravergine di oliva con sale, rosmarino, prezzemolo, aglio e aceto

Dieta per una buona digestione

Ritornare a mangiare in modo sano e regolare e stare attenti a ciò che si beve può ridurre le difficoltà a digerire e aiutare a liberarsi dei problemi digestivi. Ecco un esempio di dieta per una buona digestione:

  • Colazione: tè o caffè, pane integrale e miele o confettura
  • Spuntino: 1 frutto di stagione
  • Pranzo: spaghetti al pomodoro, un’insalata mista e tisana di anice
  • Merenda: 2 palline di sorbetto alla frutta
  • Cena: fesa di tacchino, verdure abbondanti e 60 g di riso lessato

Problemi digestivi: Rimedi naturali

È possibile sfruttare le proprietà di alcune erbe e piante officinali per favorire la digestione e limitare la comparsa dei problemi di digestione:

  • Liquirizia – È conosciuta come la radice dalle notevoli proprietà digestive, antinfiammatorie e protettive per le mucose intestinali.
  • Anice – I semi di anice, proprio come i semi del finocchio e del coriandolo, conservano la capacità di inibire i processi fermentativi nel grosso intestino e ridurre le contrazioni della sua muscolatura liscia, favorendo le funzioni digestive anche in caso di pasti abbonanti e ricchi di grassi.
  • Genziana – Questa radice aumenta la motilità e la secrezione gastrica e favorisce la digestione.
  • Cerfoglio – L’Anthriscus cerefolium conserva proprietà stomachiche in quanto stimola la secrezione gastrica e favorisce il processo digestivo.

Esistono alcuni validi rimedi omeopatici per gestire i problemi digestivi al meglio, soluzioni che cambiano a seconda della causa scatenante:

  • Indigestione - Antimonium Crudum, Pulsatilla o Belladonna tutti in granuli possono essere utili quando il disturbo digestivo viene causato da una indigestione.
  • Bruciore – Se i problemi di digestione sono accompagnati da un bruciore alla bocca dello stomaco allora è possibile assumere Argentum o Arsenicum.
  • Sonnolenza – Quando il processo di digestione si associa a sonnolenza e senso di pesantezza è preferibile procedere con la somministrazione di Nux Vomica 9 CH o Lycopodium 9 CH.

In tutti i casi è preferibile comunque rivolgersi a un medico omeopata e assumere i rimedi naturali in base alle sue precise indicazioni.

Myriam Amato

Laureata in Informazione e sistemi editoriali, lettrice ostinata e appassionata di ricette tradizionali e nuovi orizzonti culinari.

Ti è piaciuto questo articolo? Commentalo!

Scrivi un Commento

Termini di ricerca:

  • problemi di digestione che si mangia
  • ricotta destate problemi
  • ricotta e carciofi da problemi digestivo