Resistere alle tentazioni e non ingrassare alla fine dell’estate

Pubblicato da: ValeriaM - il: 12-09-2017 10:22

Introduzione

Chi tiene alla forma in estate deve stare molto attento a tutti i pericoli che si nascondo dietro i pranzi e le cene. In questo periodo dell’anno infatti si tende ad ingrassare, esattamente come accade durante le festività natalizie. Complici il bel clima e le ferie ci si ritrova infatti con amici e parenti a condividere un pasto e, tra una chiacchiera e l’altra, si ingurgitano calorie in compagnia.

Settembre e prima ancora quel ‘famoso’ lunedì sono sempre nei nostri pensieri quindi mangiamo, convinti che perderemo tutti quei kg. Eppure dovete sapere che non è difficile far restare fisso l’ago della bilancia in estate. I momenti di festa non devono spaventarvi, come sempre siamo pronti a darvi tutti i consigli per salvare la linea e non ingrassare. Resistere alle tentazioni vi sembra impossibile?

Pensare a quanto avete faticato dovrebbe bastare per non eccedere con grassi e zuccheri, ma questo non basta. Ecco perché abbiamo pensato ad alcuni consigli su misura per voi.

Pranzo in giardino: cosa mangiare?

I pranzi in terrazza o in giardino sono il must del periodo estivo e autunnale, solitamente vengono organizzati da parenti e amici che curano molto questo spazio. Purtroppo queste situazioni mettono in serio pericolo la nostra linea perché non sappiamo mai cosa verrà cucinato.

È pur vero che spesso ci si mette d’accordo sul menu oppure ogni ospite porta qualcosa di già pronto ma ognuno cucina a modo suo quindi anche la quantità di grassi e zuccheri non è la stessa.

Per non spiegare a tutti che siete a dieta oppure che non volete mangiare troppo per non ingrassare, date una rapida occhiata a tutto quello che c’è sulla tavola e optate per porzioni piccole, in questo modo non sarete nemmeno maleducati con gli ospiti di casa.

Ci sono degli altri piccoli trucchetti come non usare le salse (soprattutto quella tonnata), ed evitare le insalate di riso troppo condite. Se il menu è a base di pesce, attenzione alle insidie del fritto misto, se proprio non potete fare delle porzioni mignon, accompagnatelo con la rucola che depura il fegato, oppure fate il bis di insalata di mare, fresca e leggera.

Purtroppo dovete rinunciare al pane e alle fragranti focaccine e anche frutta e macedonia sono insidiose perché alzano la glicemia e l’insulina e si trasformano subito in ciccia.

Barbecue buono e anche light

Finalmente una nuova ricerca ha stabilito che la carne non fa male, smentendo quanto affermato da studi precedenti. Quindi cari amici, il barbecue si può fare! L’unico consiglio è quello di evitare le parti bruciacchiate perché cancerogene. In ogni caso non si può proprio dire di no al barbecue anche se i tagli di carne che vengono utilizzati sono tra i più grassi come costine e salsiccia.

Durante la cottura la parte di grasso visibile sparisce, ma questo non significa che si volatilizzi nell’aria perché impregna le fibre dell’alimento quando si sottopone al calore. Tra i trucchetti da adottare ce ne sono alcuni semplicissimi come evitare gli insaporitori perché contengono molto sodio.

Prima di cuocere la carne alla brace fatela marinare con agrumi e spezie (da 30 minuti a 3 ore), questo trattamento aiuta anche a ridurre la formazione di sostanze cancerogene. E per accompagnare la carne, grigliate le verdure, la brace è già pronta!

Trucchi salva linea per il picnic

Dalla primavera all’autunno i picnic sono all’ordine del weekend, soprattutto per chi ha la fortuna di abitare vicino alle zone verdi attrezzate che consentono, a chi non può spostarsi, di trascorrere una giornata all’aria aperta.

I piatti che si preparano per il picnic però sono troppo elaborati e, mentre scriviamo, ci vengono in mente quelle teglie di lasagna e focacce ripiene dei picnic del sud, oppure quelli da rosticceria già pronti per chi non ha proprio voglia di mettersi ai fornelli.

E che dire delle torte salate? Praticissime e buonissime ma una vera e propria bomba calorica con quel mix di uova, formaggi e salumi che attenta al nostro girovita. Per non eccedere con le calorie complessive il bis è assolutamente vietato e provate a preparare dei piatti leggeri come i pomodori ripieni, crudités di verdure e polpettine di tonno o melanzane. In questo modo il picnic sarà allegro, saporito e light!

Pranzo in spiaggia leggero e completo

Chiudiamo la nostra piccola guida con i consigli per resistere alle tentazioni approfondendo il pranzo che rappresenta l’estate, ovvero quello che si consuma al mare. Ferragosto è passato, le giornate sono più corte, ma non si vuole ancora rinunciare all’ultima tintarella.

Il pranzo al mare è pratico e leggero per definizione altrimenti non ci si può tuffare subito dopo aver mangiato, purtroppo il caldo e il sole mettono a dura prova la resistenza dei cibi che si possono scaldare e deteriorare.

Sicuramente ai vostri vicini di ombrellone tutto questo non interessa e quando scatta l’ora X iniziano a tirare fuori teglie di melanzane ripiene, pasta pasticciata, panini, salumi…

Voi potete optare per la pasta fredda da preparare la sera prima così è più buona, bastano pochi ingredienti come pomodorini, cetrioli e scamorza per un pasto unico e leggero. Anche l’insalata di pollo o di gamberi con zucchine, carote e pomodorini sono una buona alternativa per il pranzo al mare.

Per concludere il pasto meglio una macedonia di frutta e non il gelato confezionato, ai dolci non bisogna rinunciare e se avete tempo preparate dei biscottoni con frutta secca da sgranocchiare in spiaggia tra una partita di beach volley e una nuotata.

I tranci di pizza sono un must al mare, pasto completo, nutriente e digeribile, una soluzione per chi non ha alcuna intenzione di portarsi appresso la borsa frigo.

Per tutti i tipi di pranzo o di cena (i consigli sono universali) c’è un alimento che mette tutti d’accordo, grandi e piccini, amanti del buon cibo e salutisti sempre a dieta.

Stiamo parlando della regina di tutte le stagioni: la bruschetta! Tagliate i pomodorini e conditeli con olio, sale e rosmarino, tosate le fette di pane di grano duro, conservate tutto nei contenitori e siete pronti per partire.

ValeriaM

Laureata in Filologia Classica, da sempre appassionata di scrittura e copywriting. Classe 1989, ama leggere, andare al cinema e a teatro, allevare cani e gatti e mangiare i biscotti di Bellagio.

Ti è piaciuto questo articolo? Commentalo!