Riso viola, l’arma antiossidante e antiage

Pubblicato da: Myriam Amato - il: 20-09-2019 7:17 Aggiornato il: 20-09-2019 9:59

Tutti sanno conoscono i valori nutrizionali e le proprietà del riso, ma in pochi sono a conoscenza della varietà del riso viola. Scopriamolo insieme!

Riso Violet Nori - foto steemit.com

Non è facile conoscere le caratteristiche distintive di ogni varietà di riso, specialmente perché non è ancora chiaro il numero preciso. In Italia, per esempio, ne esistono circa 50 tipi diversi.

Negli ultimi anni la produzione made in Italy si è concentrata sulla varietà di riso viola autoctona, talmente buona e salutare da essere definita “nuovo smartfoood”.

La pianta autoctona Violet Nori è un incrocio spontaneo scoperto soltanto negli anni '90 che oggi trova la sua massima espressione nella provincia di Vercelli.

Le proprietà del riso viola

Il riso viola deve le sue proprietà proprio al colore viola intenso del pericarpo, segno di un'elevata concentrazione di antociani quasi tripla rispetto al riso nero Venere e simile a quella dei frutti rossi e viola (frutti di bosco, mirtilli e uva).

  • Antiossidante – Gli antociani sviluppano un'attività antiossidante che contrasta l'azione e i danni dei radicali liberi come le infiammazioni croniche e l'invecchiamento prematuro.
  • Immunostimolante – La presenza di queste sostanze stimola il sistema immunitario e migliora la risposta del corpo contro gli agenti patogeni.
  • Depurativo – Il fitocomplesso sollecita la produzione di enzimi e la sintesi dei grassi in modo da sostenere la funzionalità del fegato anche in caso di diete ricche di zuccheri e grassi.
  • Saziante – La quantità di fibre maggiore rispetto al riso bianco e il riso integrale aumenta il senso di sazietà e mantiene la funzionalità del sistema digestivo (evitando meteorismo e stipsi).
  • Anticolesterolemico – Le sostanze antiossidanti favoriscono l'aumento del colesterolo lipoproteico ad alta densità HDL (colesterolo “buono”) e impediscono la comparsa di problemi nell'apparato cardiovascolare.
  • Pro microcircolo – Secondo alcuni studi, gli antociani sarebbero in grado di rinforzare le pareti capillari e migliorare il microcircolo, sfavorendo così la ritenzione idrica.
  • Ipoglicemico – La quota di proteine e carboidrati complessi non influenza i livelli glicemici nel sangue e si rivela perfetta per chi soffre di glicemia alta o diabete.

Riso viola: Dove acquistarlo

Ormai il riso viola non è più un nome sconosciuto e per questo si trova nei supermercati più forniti (es. riso viola Esselunga) e negli e-commerce senza troppi problemi.

Come cucinare il riso viola

I valori maggiori di proteine, fibre e ferro rendono questo riso un ottimo sostituto del riso bianco o del riso integrale in ogni ricetta.

È necessario sciacquare il riso un paio di volte prima della cottura, calcolare 2 porzioni d'acqua per ogni porzione di riso, portare a bollore l'acqua con un filo di olio di oliva e un pizzico di sale e versare il riso.

Questo riso integrale va cotto con pentola coperta fino a quando la parte liquida non viene assorbita (solitamente in 20 minuti).

A questo punto non bisogna far altro che togliere la pentola dal fuoco e lasciare riposare il riso per qualche minuto.

Ricette riso viola

Questa varietà di riso può diventare protagonista di primi piatti come il risotto viola al radicchio e scamorza e insalate di riso e/o accompagnare le pietanze a base di carne, pesce o verdure.

Perché non provare anche il riso viola nel sushi? In questo caso non c'è limite alla fantasia in cucina!

Il suo sapore aromatico e il suo colore vivace lo rendono goloso anche bollito e condito con un filo di olio extravergine di oliva e qualche spezia.

Myriam Amato

Laureata in Informazione e sistemi editoriali, lettrice ostinata e appassionata di ricette tradizionali e nuovi orizzonti culinari.

Ti è piaciuto questo articolo? Commentalo!

Scrivi un Commento