Come rendere più morbide le costine

Pubblicato da: Myriam Amato - il: 13-09-2018 7:27 Aggiornato il: 03-09-2018 11:32

Le costine sono un grande classico delle grigliate di carne, una prelibatezza che nasconde un'insidiosa cottura. Oggi scopriamo come rendere più morbide le costine!

Grigliata di carne- foto braciamiancora.com

È innegabile che cuocere troppo o troppo poco le costine potrebbe trasformare la carne di agnello o maiale in una pietanza troppo secca e poco golosa.

Come rendere più morbide le costine

Che siano costine al whisky o costine marinate, una cottura troppo veloce o troppo vicina alla fonte di calore rischia di portare in tavola un piatto non proprio prelibato.

Non resta che scoprire come rendere più morbide le costine e iniziare a sfruttare questi trucchi per ottenere una grigliata buonissima!

Doppia cottura

È possibile rendere più morbide le costine immergendo la carne, non ancora separata, in acqua bollente e salata e lessando con il coperchio per 2 ore.

La carne, passata successivamente alla griglia o alla piastra, apparirà immediatamente più morbida, meno grassa e saporita.

Disossare

Dopo aver lessato la carne, è necessario scolarla adeguatamente e disossarla.  In realtà, l'osso verrà via molto facilmente.

Rosolatura

Le costine devono essere unte con un filo di olio extravergine di oliva e un pizzico di sale prima di essere cotte sulla griglia o sulla piastra per 2 minuti e mezzo per lato.

Non bisogna dimenticare che è preferibile una cottura dolce e a fuoco basso piuttosto che una cottura veloce che brucia l'esterno e secca l'interno.

Quando non si ha dimestichezza con la cottura delle costine è meglio coprire la superficie che non è a diretto contatto con la piastra con un foglio d'alluminio per evitare che il calore asciughi la carne.

Tagliare

La rosolatura perfetta della carne viene seguita dalla fase di separazione e impiattamento della pietanza. Voilà , le costine saranno più morbide e succulente.

Myriam Amato

Laureata in Informazione e sistemi editoriali, lettrice ostinata e appassionata di ricette tradizionali e nuovi orizzonti culinari.

Ti è piaciuto questo articolo? Commentalo!

Scrivi un Commento