Come riciclare il pane raffermo in cucina

Pubblicato da: Myriam Amato - il: 12-07-2018 7:45 Aggiornato il: 02-07-2018 11:50

Il pane che avanza, seppur duro, può essere trattato come un ingrediente prezioso in cucina mediante ricette salate e dolci. Come riciclare il pane raffermo in cucina?

Riutilizzare il pane vecchio- foto mieszamwgarnku.p

Le antiche tradizioni culinarie popolari e ci hanno insegnato quanto il pane raffermo possa diventare il protagonista di numerose ricette.

Come riciclare il pane raffermo in cucina

Il pane raffermo può essere riscoperto e riadattato in molte preparazioni dolci e salate allo scopo di conferire un sapore ricco e di recuperare il pane avanzato dei giorni precedenti.

Pane grattugiato

Non è possibile pensare al pane raffermo senza far riferimento al pane grattugiato. Basta tagliare a pezzi il pane con un coltello e ridurlo in polvere sottile mediante un mixer o una grattugia.

Crostini

È sufficiente inumidire le fette di pane raffermo sotto un getto di acqua o latte e tostarlo in forno a 180 gradi per qualche minuto per avere la base perfetta per crostini e bruschette.

Zuppa

Le ricette della tradizione ci indicano il pane raffermo come il compagno ideale di zuppe e minestroni: pezzettini di pane su vellutate, fette tostate su zuppe (es. ribollita e gazpacho) o addensante di zuppe o pappa al pomodoro.

Insalata

Basta tagliare il pane raffermo in dadini e dorarli in padella con un filo di olio extravergine di oliva per creare un ingrediente croccante perfetto per insalate di verdure fresche.

Primi piatti

Il pane raffermo è l'ingrediente principale dei canederli, vale a dire gli gnocchi di pane raffermo della tradizione trentina preparati con cipolla, speck e formaggio e conditi con burro fuso o brodo.

Un modo originale di riciclare il pane raffermo in cucina è il tortino di pane, una preparazioni a base di pane raffermo con funghi e formaggio o zucca e radicchio.

Le fette di pane si trasformano in una base che deve essere ricoperta a strati dagli altri ingredienti, deve arricchirsi in superficie di un composto a base di latte, panna fresca e uova e deve essere cotta a 180 gradi per circa 30 minuti.

È possibile preparare anche qualcosa di molto simile a una lasagna semplicemente bagnando le fette di pane con brodo e componendo il piatto con un'alternanza di pane, sugo, besciamella e formaggio.

Polpette

Le polpette di carne morbide nascondo un composto a base di fette di pane raffermo ammollate nel latte e ben strizzate, carne macinata, uova, sale e pepe.

Non è detto che il pane raffermo non possa dare vita a varie varianti di polpette di pane (pane, uova e formaggio) oppure al ripieno di melanzane, pomodori o zucchine a base di pane, pomodorini, parte della verdura e basilico.

Torte

Il pane raffermo costituisce la base di molte torte sia nella versione del pane grattugiato che nella variante delle fette ammollate nel latte. Un esempio? La torta di pane raffermo al cioccolato o la torta putta.

Myriam Amato

Laureata in Informazione e sistemi editoriali, lettrice ostinata e appassionata di ricette tradizionali e nuovi orizzonti culinari.

Ti è piaciuto questo articolo? Commentalo!

Scrivi un Commento