Fight Foods: i cibi che attaccano la fame e ti fanno dimagrire

0

Per il dottor Pierre Dukan, i “Fight Foods” sono degli alleati speciali per rimettersi in forma. Avete ancora pochissimo tempo per salvarvi in calcio d’angolo dall’aumento di peso autunnale! Siete pronte? Seguite i nostri consigli …

Per il dottor Pierre Dukan, i “Fight Foods” sono degli alleati speciali per rimettersi in forma. Avete ancora pochissimo tempo per salvarvi in calcio d’angolo dall’aumento di peso autunnale! Siete pronte? Seguite i nostri consigli e segnate la nuova lista della spesa per la settimana.

foods

Ma cosa sono, in pratica, questi Fight Foods? Si tratta di cibi che diminuiscono gli zuccheri nel sangue creando dei picchi che consentono una maggiore assimilazione dei grassi, quindi inserendo 8 cibi “miracolosi” la vostra vita vi ringrazierà e non avrete problemi a chiudere la lampo di quel vestitino che vi piace tanto. Il segreto di questi cibi è che rilasciano lentamente l’energia e sono ricchi di fibre e sali minerali che aumentano il senso di sazietà. Ecco quali sono i principali – sicuramente di alcuni di questi avrete già sentito parlare:

  • Semi di chia: sono ricavati dalla salvia hispanica e sono ricchi di calcio e omega 3, siccome causano problemi digestivi, si può utilizzare la farina perfetta per chi soffre di intolleranze;
  • Estratto di melograno: è un concentrato di flavonoidi ed acido ellagico che combattono l’invecchiamento cutaneo causato dai radicali liberi;
  • Portulaca: è una pianta erbacea di facile coltivazione perfetta per le insalate estive, provate a condirla con aceto di mele. Inoltre gli acidi grassi omega 3 di cui è abbastanza ricca, tengono sotto controllo il livello di colesterolo;
  • Rabarbaro: ricco di fibre che regolano il transito intestinale spegnendo la fame sul nascere;
  • Farina di lupini: sana e genuina, adatta anche ai celiaci. Viene prodotta dai semi di lupini tostati e macinati e si trova molto facilmente in commercio. Provate a preparare delle gustose frittelle light per accompagnare la portulaca;
  • Crusca d’avena: non è un cibo raffinato e sazia a lungo. Se non gradite il gusto mettetela in una ciotola con frutti rossi, spicchi d’arancia e frutti rossi. É un’ottima colazione;
  • Konjak: si tratta di una radice utilizzata nella cucina giapponese al posto della pasta;
  • Cacao amaro: è l’unico “sfizio” ammesso perché ricco di ferro, magnesio e polifenoli che riducono la massa grassa.

Il dottor Dukan ricorda a tutte le “disperate” dell’ultimo momento che si devono bere almeno 2 litri di acqua al giorno e completare la strategia di attacco associando 20 minuti di camminata al giorno. Con questi semplici consigli, e con l’aiuto dei fight foods, potremo affrontare il rientro dalle vacanze senza troppi problemi di linea. Perché, si sa, questo è proprio il momento in cui più ci lasciamo andare…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chiudi
Chef si diventa, cucinando con
© Cucinarefacile.com - Seowebbs Srl - P.Iva 04278590759