Intolleranze alimentari: la dieta della dottoressa Subacchi per perdere peso

Pubblicato da: ValeriaM - il: 25-04-2017 9:34 Aggiornato il: 27-11-2018 17:30

Introduzione

La dottoressa Annalisa Subacchi è l’autrice di un libro in cui offre molte informazioni su come riconoscere le intolleranze alimentari, i test a cui sottoporsi, quali alimenti evitare e quali assumere con moderazione. I piani alimentari proposti in questa guida semplificano la vita chi soffre di intolleranze con ricette gustose e menu settimanali. Il libro “La dieta della dottoressa Subacchi” è edito da Sperling & Kupfer è uno di quelli di acquistare e leggere al mattino, mentre si fa colazione, per imparare a cambiare pian piano le proprie abitudini.

Allergie e intolleranze alimentari: quali differenze?

Prima di parlarvi della dieta della dottoressa Subacchi è opportuno fare una prima distinzione tra allergie e intolleranze alimentari. Quando si parla di allergia alimentare ci si riferisce all’alterazione delle risposte immunitarie causate dall’attivazione degli anticorpi IgE che vengono a contattato con la sostanza contenuta in un determinato alimento. Questa reazione si verifica in tempi molto brevi, solitamente entro 15 minuti, ed è caratterizzata da disturbi lievi e localizzati come prurito e gonfiore, asma, e nei casi più gravi shock anafilattico. I cibi più “allergizzanti” sono le uova, il latte, il pesce e i crostacei, la soia e la frutta secca. L’intolleranza alimentare invece non scatena una risposta immunitaria e non ci sono reazioni visibili e immediate. Una delle conseguenze può essere il rallentamento del metabolismo, con conseguente aumento di peso o ritenzione idrica, perché il corpo non è più in grado di assimilare correttamente alcuni alimenti o sostanze.

Piano nutrizionale detox: cosa mangiare per dimagrire?

La dottoressa Subacchi propone un piano alimentare mirato a contrastare l’accumulo di sostanze indicate come responsabili delle intolleranze. Il risultato è che si può dimagrire e migliorare la propria salute. La specialista promuove il consumo dei carboidrati perché sono una fonte preziosa di zuccheri ed energia. Nella dieta che vedremo in seguito, sono previsti cereali integrali e cereali privi di glutine due volte a settimana, chiamati anche pseudocereali. Essendo ricchi di fibre fanno sentire più sazi, inoltre rallentano il processo di assorbimento degli zuccheri e apportano vitamine del gruppo B già note per gli effetti positivi e stimolanti sul metabolismo.

Gli pseudocereali sono la quinoa, il grano saraceno e l’amaranto, pur essendo usati come cereali non appartengono alla famiglia delle graminacee. La quinoa è originaria del Perù ed è ricca di magnesio, calcio e potassio; il grano saraceno contiene la lisina, un amminoacido assente nei cereali che oltre a favorire l’assorbimento del calcio stimola la produzione di anticorpi; l’amaranto è simile al cous cous ed è perfetto per le zuppe, è una buona fonte di lisina e metionina un altro amminoacido essenziale. La dieta si basa anche sulle proteine ad alto valore biologico, considerate i “mattoni” del nostro corpo. Per quanto riguarda i carboidrati, dovrebbero costituire il 50% dell’apporto quotidiano delle calorie, mentre per le proteine si scende al 20-25%. La dieta proposta predilige pesce, carni bianche o in alternativa uova e bresaola, e formaggio Grana per lo spuntino mattutino.

Anche i grassi buoni dovrebbero costituire il 2025% dell’apporto quotidiano di calorie anche se non sono tutti uguali e questa dieta si basa soprattutto sugli Omega 3 che abbassano il livello di colesterolo LDL che si deposita sulle arterie e aumentano il colesterolo HDL che al contrario tiene puliti i vasi sanguigni. A questa categoria appartengono anche l’olio extravergine d’oliva e la frutta secca (noci e mandorle). Per aumentare l’effetto detox di questa dieta l’esperta suggerisce di mangiare verdure drenanti sia cotte che crude, meglio quelle che depurano anche il fegato come scarola, radicchio, rucola, cicoria e indivia.

Dieta della dottoressa Subacchi: le ricette

Dopo aver approfondito gli aspetti principali della dieta suggeriamo alcune ricette gustose: acciughe al finocchio, orata coperta e sogliola alla contadina. Gli ingredienti indicati sono per 1 persona perché questa dieta è pensata per chi soffre di intolleranze, moltiplicando le dosi si può preparare un pasto salutare per tutta la famiglia. Per le acciughe al finocchio dovere rosolare 80 gr di acciughe salate con 1 spicchio d’aglio e 1 cucchiaino di olio evo, aggiungete una manciata di semi di finocchi e ½ bicchiere di brodo vegetale. Lasciate cuocere sino a quando il liquido si asciuga. L’orata coperta invece si prepara disponendo su un foglio di carta forno 80 gr di filetto di orata, ½ cipolla tritata, il succo di 1 limone, prezzemolo tritato, olio evo e sale. Chiudete il cartoccio a caramella e fate cuocere 20 minuti a 180°C. Infine la sogliola alla contadina con bietola e salsa di pomodoro. Per la preparazione fate rosolare aglio e olio poi aggiungete 50 gr di bietola e ½ bicchiere di salsa di pomodoro, impanate 80 gr di sogliola (o palombo) nella farina senza glutine e cuocete per 10 minuti con il coperchio.

Come perdere 3 kg in sette giorni con i consigli della Dottoressa Subacchi

La dieta della dottoressa Subacchi consente di perdere 3 kg in una settimana, il piano alimentare ha un forte potere disintossicante. Vi consigliamo di seguirla dopo Pasqua per prepararvi meglio alla prova costume. I piatti sono ben bilanciati e gli abbinamenti alimentari sono studiati per non far mancare niente all’organismo. Il settimo giorno, a cena, è concesso un pasto libero!

1° giorno → Colazione: tè verde, 1 cucchiaino di miele, 1 banana; Spuntino: 15 gr di grissini senza glutine, 20 gr di formaggio Grana; Pranzo: 200 grammi di verdure miste con 2 cucchiai di olio evo; Merenda: 100 gr di frutta di stagione; Cena: passato di verdure di stagione;

2° giorno → Colazione: frullato con 250 gr di frutta di stagione, 30 gr di frutta secca, 1 cucchiaino di miele; Spuntino: 15 gr di grissini senza glutine, 20 gr di formaggio Grana; Pranzo: 50 gr di pseudocereali con 100 gr di verdure a scelta tra scarola, radicchio, rucola o indivia; Merenda: 100 gr di frutta di stagione; Cena: passato di verdure, acciughe al finocchio;

3° giorno → Colazione: tè verde, 1 cucchiaino di miele, 40 gr di pane integrale senza glutine; Pranzo: 120 gr di petto di pollo alla piastra con spezie e aromi, verdure miste; Spuntino: 100 gr di mela; Merenda: 100 gr di frutta di stagione; Cena: passato di verdure;

4° giorno → Colazione: frullato con 250 gr di frutta di stagione, 30 gr di frutta secca, 1 cucchiaino di miele; 15 gr di grissini senza glutine, 20 gr di formaggio Grana; Pranzo: 2 uova sode, verdure di stagione (cotte o crude); Merenda: 100 gr di frutta di stagione; Cena: passato di verdure, orata coperta;

5° giorno → Colazione: tè verde, 30 gr di fette biscottate integrali senza glutine, 1 cucchiaino di marmellata di mirtilli; Spuntino: 100 gr di mela; Pranzo: 80 gr di tonno al naturale, verdure; Merenda: 100 gr di frutta di stagione; Cena: passato di verdure, sogliola alla contadina;

6° giorno → Colazione: frullato con 250 gr di frutta di stagione, 30 gr di frutta secca, 1 cucchiaino di miele; Spuntino: 15 gr di grissini senza glutine, 20 gr di formaggio Grana; Pranzo: pseudocereali o cereali conditi con olio evo e 100 gr di verdure; Merenda: 100 gr di frutta di stagione; Cena: 80 gr di pesce azzurro o carne bianca, verdure cotte o crude;

7° giorno → Colazione: tè verde, 1 cucchiaino di miele, 150 gr di frutta di stagione; Pranzo: 100 gr di bresaola, verdure di stagione (cotte o crude); Spuntino: tè verde; Merenda: tè verde; Cena: libera.

ValeriaM

Laureata in Filologia Classica, da sempre appassionata di scrittura e copywriting. Classe 1989, ama leggere, andare al cinema e a teatro, allevare cani e gatti e mangiare i biscotti di Bellagio.

Ti è piaciuto questo articolo? Commentalo!

Scrivi un Commento

Termini di ricerca:

  • il libro delle ricette della dotoressa