Il programma pancia piatta per rimettersi in forma dopo le feste

Pubblicato da: ValeriaM - il: 31-12-2015 11:48 Aggiornato il: 20-01-2018 11:40

L'Epifania tutte le feste porta via, ma i chili di troppo restano. Come eliminarli? In questo nuovo articolo della nostra rubrica Alimentazione e Salute vi daremo tutti i consigli per porre rimedio ai peccati di gola che vi siete concessi e che hanno impigrito l'intestino.

Dieta Swift, pancia piatta in 30 giorni dopo le feste

Il primo consiglio per la pancia piatta è di mettersi a dieta, ma non una qualsiasi, bensì la dieta Swift. Questo regime alimentare prevede menu leggeri, completi e molto gustosi. I punti da seguire sono solo 5: meno zuccheri, scegliere grassi di origine vegetale, eliminare latte, latticini e cibi FODMAP (che contengono carboidrati che fermentano), consumare più fibre, preferire cibi privi di glutine. Nelle prime due settimane queste regole devono essere rispettate alla lettera, nelle ultime due invece i cibi vietati devono essere reintrodotti in maniera graduale.

Se-hai-esagerato-a-tavola-brucia-grassi-e-zuccheri-in-due-giorni-la-dieta-da-seguire

Per quanto riguarda la colazione e gli spuntini sono concessi fiocchi d'avena accompagnati con frutta fresca di stagione e sciroppo d'acero, succhi e centrifughe a base di arancia, pompelmo, sedano e carote che sono diuretici. Il pranzo e la cena si possono alternare anche se è preferibile assumere le proteine a pranzo e tenersi più leggeri la sera. Via libera a carne magra e bianca cotta alla piastra, pesce al cartoccio, verdure al vapore e in zuppa, prosciutto crudo, bresaola, il tutto condito con olio extravergine di oliva.

La prima fase consente di eliminare 3 chili, la seconda fase invece è meno rigida ma è quella più importante per avere finalmente la pancia piatta. A colazione è possibile concedersi un frullato a base di yogurt magro e lamponi (se non riuscite a trovarli potete sostituirli con i kiwi), per lo spuntino consigliamo una porzione di frutta fresca di stagione. A pranzo e cena, in questa fase si devono introdurre gradualmente riso, quinoa e amaranto accompagnati da verdura come zucca, zucchine e bietole. Al posto del pane potete consumare le gallette di mais che sono molto più saporite di quelle di riso.

I consigli per ottenere la pancia piatta più in fretta

Non potevano mancare i consigli per ottenere la pancia piatta più in fretta e, se state pensando che arrivati a questo punto è quasi d'obbligo invitarvi a muovervi di più, vi sorprenderemo con qualcosa di inaspettato: dormire! Dormire bene infatti è un ottimo modo per non prendere peso, una buona dose di sonno mantiene l'intestino regolare. Secondo recenti studi chi non ha deficit di sonno riesce a mantenere il peso forma. Quando si dorme poco, l'organismo produce una maggiore quantità di cortisolo, ovvero l'ormone dello stress. Durante la notte possono sopraggiungere degli attacchi di fame improvvisi che attivano il cervello e impediscono di riposare serenamente. Prima di andare a dormire, bevete una tisana rilassante a base di radice di zenzero e limone, per dolcificare aggiungete un cucchiaino di miele.

Dopo una bella dormita non dimenticate di meditare, l'intestino è considerato il secondo cervello e per avere la pancia piatta occorre evitare che venga sottoposto a tensioni nervose che scatenano la sindrome del colon irritabile. Potete dedicarvi ad una sessione di yoga una volta al giorno, oltre a mantenere in equilibrio la mente, il corpo si tonifica. Non a caso star del calibro di Madonna preferiscono questa attività ai pesi. Se non vi sentite portati per questo tipo di attività la camminata di 30 minuti al giorno è quella adatta per la pancia piatta. Ogni città ha un parco o un luogo in cui è possibile ritrovarsi

Pancia piatta: il segreto è la cooking therapy

Avete mai sentito parlare di cooking therapy? A quanto pare lasciarsi conquistare dagli odori e dai profumi del cibo ha un effetto positivo sul nostro organismo, e non solo sull'umore. Nella dieta Swift, come avete visto, ci sono soprattutto verdure e frutta fresca di stagione. Secondo gli estimatori della cooking therapy, fare la spesa e scegliere gli ingredienti per il pranzo e la cena aiuta a migliorare il rapporto con il cibo. Anche una triste insalata può trasformarsi in un piatto allegro se si usano i colori più vivaci per comporla, senza dimenticare il profumo sprigionato dalla verdura appena tagliata.

dieta-intestino-sano-744x445

Nei periodi più difficili, cucinare equivale a fare ginnastica, inoltre si può domare la fame perché prima di assaggiare bisogna aspettare che i cibi siano cotti, a meno che non si stia seguendo una dieta a base di raw food, ovvero cibo crudo. Il tempo d'attesa e la preparazione distendono i nervi e a tavola ci si siede con più calma. Se la cooking therapy non vi convince, allora provate a pensare al comfort food, di cui la foodblogger Chiara Maci è una grande appassionata. Vi sono dei piatti tradizionali che ci riportano a quando eravamo bambini, come le zuppe di verdure, profumate e avvolgenti.

Menù tampone: cos'è?

Alla fine del nostro articolo non poteva mancare il consiglio fast, siamo partiti con la Dieta Swift e abbiamo persino riscoperto il piacere di cucinare. Tuttavia ci rendiamo conto che spesso vogliamo una soluzione veloce ed efficace, la costanza premia ma dopo una grande abbuffata ecco che il menù tampone da seguire per un giorno, aiuta a disintossicarci. A colazione bevete una spremuta di agrumi e mangiate uno yogurt bianco naturale, a pranzo concedetevi un passato di verdure con un cucchiaino di olio extravergine di oliva, 1 uovo in camicia, 2 fette di pane integrale. A cena preparate un'insalata con zucchine e carote al vapore e 50 grammi di fagioli rossi, condite con una salsina a base di aceto di mele, olio e curcuma. Dopo la cena tagliate due kiwi a tocchetti e consumateli davanti ad un buon film, i kiwi sono ricchi di acido citrico e xantina, due sostanze che favoriscono il rilassamento mentale e muscolare.

Come vedete il menù tampone è una bella alternativa alla minestrina. Inoltre, al posto dello spuntino, preparate una tisana a base di fiori d'arancio amaro, erica, camomilla romana e achillea, per eliminare il meteorismo e recuperare la regolarità intestinale. Lasciate tutto in infusione per almeno dieci minuti prima di filtrare, dolcificate con del miele al rosmarino che conferisce un sapore più deciso e bevete la tisana ancora calda.

ValeriaM

Laureata in Filologia Classica, da sempre appassionata di scrittura e copywriting. Classe 1989, ama leggere, andare al cinema e a teatro, allevare cani e gatti e mangiare i biscotti di Bellagio.

Ti è piaciuto questo articolo? Commentalo!

Scrivi un Commento

Termini di ricerca:

  • pancia dopo feste