Acerola: il superfood che ci difende

Pubblicato da: ValeriaM - il: 22-12-2017 12:03 Aggiornato il: 17-12-2017 12:06

La natura ci fa dei doni meravigliosi, che possiamo sfruttare nella nostra dieta o nell'integrazione alimentare per rendere le nostre funzioni vitali migliori, per ritrovare benessere e vitalità in modo assolutamente naturale e privo di controindicazioni.

In questo scenario è protagonista l'acerola, una pianta tipica del Sudamerica e delle aree tropicali, che viene soprattutto coltivata in Brasile. L'acerola è chiamata anche 'ciliegia delle Barbados' ed è un frutto dal colore rosso vivace, contenuto nelle dimensioni ma infinitamente potente dal punto di vista nutrizionale.

Ma facciamo un piccolo passo indietro e concentriamoci sulla vitamina C, perché l'acerola è una delle fonti più abbondanti del mondo di questa preziosa vitamina. La vitamina C è fondamentale per la nostra salute, perché svolge nell'organismo il cosiddetto effetto antiossidante. Sappiamo che il corpo ogni giorno produce dei radicali liberi, che non sono altro che delle sostanze di scarto che vengono naturalmente eliminate con i cicli biologici.

Alimenti super della salute: perché l'acerola è amica delle difese immunitarie

Purtroppo, a causa di diete troppo sbilanciate, dell'inquinamento atmosferico, di abitudini errate come il fumo di sigaretta o l'esposizione a fonti inquinanti, i radicali liberi aumentano nel nostro organismo e il corpo non è più in grado di espellerli da solo. Ecco nascere la necessità di eliminare questi radicali in eccesso e a darci una mano ci pensano alcune sostanze che vengono definite antiossidanti, come per l'appunto la vitamina C. L'ossidazione cellulare è, infatti, il risultato dell'accumulo di radicali liberi nel corpo e questo può portare alla comparsa di infiammazioni e di malattie, anche molto gravi come i tumori.

Ma torniamo all'acerola, perché questa colorata bacca contiene moltissima vitamina C, in quantità maggiore rispetto alle arance e anche ai kiwi (che di suo ne contengono moltissima). L'acerola contiene inoltre tanta provitamina A quanto ne presentano le carote e vitamine del gruppo B dove brilla l'acido pantotenico. L'acerola contiene inoltre tannini, bioflavonoidi e preziosi sali minerali come il calcio, il ferro e il manganese.

L'azione dell'acerola nella difesa dell'organismo

L'acerola è quindi un superfood che si occupa di potenziare il nostro sistema immunitario e di renderlo molto più forte e resistente agli attacchi esterni. Nelle stagioni fredde i raffreddori sono dietro l'angolo, per non parlare delle influenze. Assumere la vitamina C ci aiuta a rafforzare il sistema immunitario, quindi ad arrivare più forti e preparati all'incontro/scontro con i malanni di stagione.

Alla funzione rafforzante del sistema immunitario l'acerola lega quindi la sua opera antiossidante, perché aiuta ad eliminare i radicali liberi in eccesso aumentando l’attività di fagocitosi dei globuli bianchi, favorendone naturalmente la maturazione. L'azione dell'acerola si sviluppa quindi a livello del sangue, perché questa bacca ha virtù anti-anemiche ed è utile per chi soffre di carenze di ferro.

Nel complesso, l'acerola è un potente rafforzante dell'organismo e delle difese immunitarie, ma può essere usato con fiducia anche quando è in corso una carenza vitaminica, quando stiamo vivendo un periodo di convalescenza, di forte stress e di indebolimento generale del nostro organismo.

Super alimenti in polvere: come si usa l'acerola

Nei paesi dove cresce spontanea, l'acerola viene mangiata fresca e soprattutto impiegata per preparare marmellate e composte. In Italia la diffusione del frutto fresco non è contemplata ma possiamo reperire l'acerola in molte forme diverse. Le marmellate ci sono, sicuramente, ma l'apporto vitaminico non è al top e tutto dipende dalla composizione del prodotto. La marmellata di acerola può quindi essere scelta per comporre una buona e salutare colazione o per uno spuntino all'insegna del gusto.

Per attuare un'integrazione alimentare più incisiva è utile assumere l'acerola sotto forma di capsule o compresse che contengono l'estratto secco del frutto che solitamente viene titolato in vitamina C, ovvero addizionato con questa preziosa vitamina per accrescere la sua funzionalità sull'organismo.

Il dosaggio di acerola consigliato al giorno è di circa 5 a 7 mg per chilogrammo di peso corporeo e l'estratto può essere consumato lontano dai pasti per svolgere un'azione più incisiva. La formulazione in compresse o pasticche è alquanto comoda, perché la possiamo assumere quando vogliamo, bevendo semplicemente un bicchiere d'acqua o un succo naturale.

Va da sé che l'acerola in forma di integratore alimentare deve essere scelta di ottima qualità, quindi la quantità di frutto essiccato deve essere abbondante e la sua provenienza deve essere biologica e certificata, per attuare un'integrazione buona e favorevole alla nostra salute.

L'acerola ha controindicazioni? La risposta va ricercata nella vitamina C, una sostanza alquanto potente ma che nelle persone soggette a calcoli renali potrebbe far aumentare la formazione degli ossalati che a loro volta originano i calcoli. In questo caso è quindi utile chiedere consiglio al medico curante, soprattutto se si stanno assumendo dei farmaci specifici che possono interferire reciprocamente con l'acerola. È inoltre importante considerare che l'assunzione dell'acerola potrebbe interferire con l'acidità di stomaco aumentandola, quindi anche in questo caso, se soffriamo di questo disturbo è utile chiedere un consiglio al nostro medico di fiducia per attuare un'integrazione sana e che porti a buoni risultati nel corso del tempo.

Non stupiamoci infine se incontriamo nel nostro cammino integratori alimentari che hanno nella loro composizione l'acerola. Si tratta soprattutto di integratori alimentari e preparati erboristici volti a rafforzare le difese immunitarie e che vengono preparati con cura impiegando un mix di erbe, piante, fiori e frutti che contengono vitamine preziose, soprattutto la C. Questi integratori sono tipicamente consigliati nella stagione invernale, quando l'organismo chiede di rafforzare le difese immunitarie per poter commettere efficacemente i batteri e i virus che si diffondono e che portano alla comparsa dei raffreddori o delle influenze.

Ora che abbiamo ben conosciuto le proprietà dell'acerola e compreso quali importanti azioni svolge nell'organismo possiamo quindi rivolgerci a questi integratori quando vogliamo proteggerci, quando cerchiamo delle fonti vitaminiche di eccellenza o semplicemente quando vogliamo rafforzare le nostre difese immunitarie se non le abbiamo al top della forma.

L'acerola è infatti un prezioso dono che la natura ci offre e che merita di essere sfruttato per la sua efficacia e per l'importante azione antiossidante che svolge nel nostro organismo.

ValeriaM

Laureata in Filologia Classica, da sempre appassionata di scrittura e copywriting. Classe 1989, ama leggere, andare al cinema e a teatro, allevare cani e gatti e mangiare i biscotti di Bellagio.

Ti è piaciuto questo articolo? Commentalo!

Scrivi un Commento

Termini di ricerca:

  • come far nascere ima pianta di acerola