La frutta secca super food per mente e corpo

Pubblicato da: ValeriaM - il: 10-09-2017 17:12

I nutrizionisti sono concordi nell'affermare che la frutta secca è un vero e proprio super food, un cibo che merita di essere inserito nel piano alimentare perché fonte di acidi grassi, di vitamine e di fibre. Ma per dare il meglio di sé, la frutta secca deve essere consumata al naturale, quindi non tostata e senza l'aggiunta di sale e di zuccheri. Solo in questo modo la frutta secca è un super food buono e gustoso, che apporta sostanze nutritive al corpo e tanta buona energia da spendere nel corso della giornata.

Frutta secca: come e quando mangiarla

La frutta secca è piuttosto calorica, quindi molte diete non la contemplano. Ma per trarre il massimo dei benefici è consigliato assumerla al mattino, quando il corpo ha bisogno di energia per affrontare la giornata. Al mattino la digestione è più veloce e la frutta secca apporta una bella sferzata di energia immediatamente disponibile. La frutta secca può essere consumata nel muesli naturale o se ne può mangiare una bella manciata durante la colazione. Questa frutta è ideale anche per gli spuntini, perché sazia e apporta energia. È importante non eccedere nel consumo, per ragioni caloriche ma anche per non appesantire il fegato e l'apparato digerente, quindi non è opportuno mangiarla alla sera o dopo un pasto abbondante.

Frutta secca: un mondo di sapore tutto naturale

In Italia si possono reperire tante tipologie di frutta secca, le più comuni sono:

nocciole: le nocciole hanno un sapore buonissimo e sono ricche di fitosteroli che contribuiscono a bloccare il processo di ossidazione, di acidi grassi che fanno bene al colesterolo e di vitamina E, amica della pelle, delle unghie e dei capelli. Ricche di fibre, le nocciole sono inoltre una preziosa fonte di sali minerali dove spiccano il calcio, il ferro e il manganese. Le nocciole possono essere gustate così come sono oppure spezzettate e usate come guarnizione per dolci e gelati ma attenzione, assolutamente al naturale!

noci: le noci sono un vero e proprio super food, un concentrato di acidi grassi amici del cuore e della salute dell'intero sistema cardio vascolare. Le noci contengono acido ellagico, un potente antiossidante e tanti omega 3, che contribuiscono alla salute del colesterolo buono. Come accade con le nocciole, anche le noci sono fonte di tanti sali minerali e di fibre, quindi contribuiscono al benessere dell'organismo e del sistema digestivo nel suo complesso;

mandorle: frutta secca dal sapore inimitabile, le mandorle contengono molti grassi mono insaturi e proteine vegetali. I nutrizionisti consigliano di mangiarne una manciata al naturale ogni mattino e questa scelta aiuta a mantenere forti e sani la pelle, i capelli e le unghie, agendo sul sistema cardiovascolare e aiutando il sistema immunitario a rafforzarsi. Magnesio, fosforo e calcio sono i sali minerali più abbondanti in questa gustosa frutta secca;

arachidi: per capire tutta la forza e la bontà delle arachidi bisogna dimenticare la golosa versione tostata e salata e affidarsi alle arachidi naturali. Questa frutta secca è molto calorica ma contiene tante fibre, grassi buoni e sali minerali come il calcio, il ferro e il manganese. Le arachidi contengono grandi quantità di vitamina E amica della pelle dei capelli e sono ricchi di polifenoli, sostanze che rallentano il processo di invecchiamento cellulare. Un metodo per assumere le arachidi? Consumare il burro, avendo l'accortezza di scegliere una versione assolutamente naturale, a base di soli arachidi, senza zuccheri e additivi aggiunti;

pistacchi: questa frutta secca è molto particolare, vanta un colore verde brillante e un sapore molto speciale. I pistacchi naturali fanno un gran bene all'organismo perché riducono il colesterolo cattivo e aumentano quello buono, quindi possono essere assunti con fiducia in caso di ipercolesterolemia o di problemi a flusso sanguigno. I pistacchi contengono molte fibre, sali minerali fra i quali spicca l'alto contenuto di ferro e vitamine, in particolare quelle del gruppo A e del gruppo B;

pinoli: questi curiosi frutti sono una vera miniera di zinco, potassio e vitamina B12. I pinoli sono molto costosi, ma è buona norma acquistarne di varietà biologica, per avere la certezza di consumare un prodotto buono e sano. I pinoli devono infatti essere consumati con moderazione perché sono molto concentrati e possono essere impiegati per preparare tante ricette, sia dolci che salate come i sughi della pasta o le farciture dei rotoli. Grazie alla loro consistenza così densa, i pinoli sono un ottimo spezza fame, perché contribuiscono ad aumentare il senso di sazietà, quindi possono essere mangiati negli spuntini e al mattino, per non affaticare il sistema digerente;

anacardi: esotici ma molto, molto buoni, gli anacardi sono una tipologia di frutta secca che sta conquistando sempre più persone, grazie a suo sapore dolce e alla sua consistenza un po' 'burrosa'. Questa frutta secca fa molto bene al cuore e al sistema cardio vascolare perché è ricca di acidi grassi positivi, di magnesio e di acido oleico. Grazie a questo contenuto di principi, gli anacardi vengono considerati un vero e proprio antidepressivo naturale che può essere consumato al mattino per un break in tutta salute;

noci del Brasile: molto più grandi e lisce delle normali noci, le brasiliane sono una grande fonte di vitamina E e contengono molto selenio, che aiuta a contrastare l'invecchiamento cutaneo, Le noci del Brasile sono inoltre ricche di acidi grassi positivi e di vitamina E e aiutano a rafforzare e illuminare la pelle, i capelli e le unghie. Un trucco per trasformarle in un dolce goloso? Servire le noci del Brasile con un cucchiaino di miele di acacia di alta qualità, un dolce un po' invernale ma molto goloso, che apporta fibre, sali minerali preziosi e completa il pasto con un pieno di vitamine benefiche;

Queste le tipologie di frutta secca più comuni, che possono essere variate e consumate nella quantità di una manciata al giorno, per assicurare all'organismo un ottimo apporto di omega 3 e di sali minerali anche rari e preziosi. Ciò che conta è non eccedere, quindi attenzione alla quantità e alla tipologia, avendo l'accortezza di acquistare prodotti naturali, preferibilmente vicini e a chilometro zero, per avere la certezza di contare su un prodotto buono e ricco di naturale sapore.

ValeriaM

Laureata in Filologia Classica, da sempre appassionata di scrittura e copywriting. Classe 1989, ama leggere, andare al cinema e a teatro, allevare cani e gatti e mangiare i biscotti di Bellagio.

Ti è piaciuto questo articolo? Commentalo!