Ricette tipiche Valle D'aosta

La Valle D’aosta conta una cucina molto sostanziosa e ricca con piatti preparati in prevalenza con il burro. I prodotti tipici sono moltissimi e tutti davvero buoni troviamo principalmente cereali di montagna, prodotti caseari bovini e caprini, carni e derivati di bovini, suini e di camoscio. I piatti tipici valdostani subiscono molto l’influenza delle zone transalpine limitrofe, ossia la Savoia, l’Alta Savoia e il Vallese, e si distaccano molto dalla tradizione italiana. Oltre ai prodotti tipici i piatti della cucina valdostana sono preparati anche con verdure come rape, porri e cipolla, patate, castagne, mele e pere.

I Primi Piatti

Fra i primi piatti troviamo numerose minestre e zuppe. Ad esempio la seupa de grì, una minestra molto antica a base di orzo che viene cotto per molto tempo insieme con costine di maiale e verdure di stagione. Solitamente viene preparato e consumato dopo due o tre giorni dopo la preparazione, in questo modo la minestra assume ancora più sapore e un gusto robusto. Ottima anche la soupe paysanne, una minestra di pane di segale raffermo tagliato a fette o a cubetti, condito con scaglie e pezzetti di fontina e toma, burro, cipolla e aromi. Tutti questi ingredienti vengono innaffiati da un brodo bollente, infine il piatto viene passato in forno. Solitamente queste zuppe sono abbinate a vini come Valle d’Aosta Blanc de Morgex de La Salle, Petit Arvine, Gamay. Infine troviamo la soupe valpellinentze, originario della Valpelline. Questo gustosissimo piatto è composto da patate, cavoli lessati, fontina e brodo di carne che vengono poi cotti al forno.

I Secondi Piatti

Fra i secondi piatti in Val D’aosta si può assaggiare la fondue, un gustoso piatto a base di fontina condita con latte, burro e tuorli d’uovo. Questo piatto è molto nutriente ed è accompagnato con dadini di pane tostato, polenta oppure riso. Solitamente viene accompagnato da un Rosato e rosso, Premetta, Torrette o Chambave Rosso. Ottima anche la fontina, un formaggio grasso e dolce, molto aromatico. Di solito viene abbinato con il Petit Rouge, Gamay, Enfer d’Arvier oppure Dolcetto d’Ovada e Bonarda dell’oltrepò pavese. Fra i piatti di carne troviamo il Camoscio-Capriolo, un piatto creato con il filetto di capriolo messo a bagno nel vino rosso e condito con aromi naturali, infine viene rosolato in tegame e spruzzato di grappa. Anche questo piatto viene servito a tavola con polenta fresca o a fette che sono arrostite sulla griglia. Infine la costoletta alla valdostana è formata da una costoletta di vitello ripiena di fontina e prosciutto cotto, impanata e fritta nelburro.