Pinsa romana

La pinsa romana è una di quelle ricette rustiche e genuine tipiche del Lazio che hanno conquistato il resto di Italia e del mondo. Ma che cos’è la pinsa? Che differenza c’è tra pizza e …

La pinsa romana è una di quelle ricette rustiche e genuine tipiche del Lazio che hanno conquistato il resto di Italia e del mondo. Ma che cos’è la pinsa? Che differenza c’è tra pizza e pinsa?

Per chi non lo sapesse, si tratta di un prodotto molto simile alla pizza per aspetto e consumo, ma con una preparazione diversa.

Quella che conosciamo come pinsa romana ha una storia antica che trova origine nella preparazione a base di cereali macinati, acqua ed erbe aromatiche comune tra i contadini che vivevano al di fuori delle mura

L’antenata della pizza è ovale o rettangolare; ha un interno morbido e un bordo croccante; viene preparata con farina per pinza romana (farina di riso, farina di soia, farina di frumento e lievito); richiede un’idratazione diversa e una lievitazione di minimo 24 ore; risulta più digeribile.

Questa specialità laziale può essere preparata in casa usando un bel po’ di pazienza e qualche piccolo accorgimento. Tuttavia esiste anche una ricetta della pinsa romana veloce.

Chi non vuole sbagliare nella preparazione dell’impasto può seguire la ricetta della pinsa romana col Bimby.

Quanto pesa una pinsa romana? A grandi linee dovrebbe pesare 230 g e presentare dimensioni più o meno di 22×36 cm. Ma va bene anche nella versione mini.

Come guarnire la pinsa romana? Le farciture classiche sono quella a base di mozzarella e pomodoro e quella bianca a base di mozzarella o scamorza. In ogni caso si può farcire con ingredienti a piacere.

Quante calorie ha la pinsa? In questo senso bisogna considerare che 100 g di pinsa nella versione bianca restituisce 200 calorie a fronte delle 300 di una pizza classica.

Non ci resta che scoprire come preparare questa specialità e portarla in tavola in una versione classica o in una variante originale.

PS. Nella nostra ricetta abbiamo usato il lievito secco in polvere, ma è possibile preparare la pinsa romana anche con lievito madre (aggiungendone 100 g rinfrescati).

No ratings yet

Pinsa romana

Ingredienti

  • 500 ml passata di pomodoro
  • 250 g mozzarella
  • 700 g farina
  • 40 g farina riso
  • 30 g farina soia
  • 550 ml acqua fredda
  • 10 g lievito di birra secco
  • 15 g sale
  • 15 ml olio di oliva extravergine

Istruzioni

  • Versare i tre tipi di farina, il lievito e 450 ml di acqua in un recipiente e iniziare a impastare
  • Aggiungere l'olio, il sale e l'acqua restante e continuare a lavorare l'impasto
  • Trasferire il tutto su un piano da lavoro e continuare a impastare a mano
  • Rimettere l'impasto nella ciotola, coprirlo con un canovaccio e farlo riposare nel frigo per almeno 24 ore
  • Suddividere l'impasto in 4, creare dei panetti e disporli in 4 ciotole precedentemente oliate
  • Fare riposare per circa 3 ore a temperatura ambiente
  • Trasferire ogni panetto su un piano lavoro infarinato con la farina di riso e allargarlo con le mani fino a ottenere una forma ovale e uno spessore più o meno di mezzo centimetro
  • Condire con un po' di salsa di pomodoro e infornare in forno preriscaldato a 230 g per 3-4 minuti (meglio se sul piano più basso del forno)
  • Aggiungere la mozzarella e infornare nuovamente per 6-7 minuti (posizionando la pinsa sul piano centrale)
  • Sfornare e servire la pinsa romana fatta in casa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Valutazione ricetta




Chiudi
Chef si diventa, cucinando con
© Cucinarefacile.com - Seowebbs Srl - P.Iva 04278590759