Carne rossa e insaccati: uno studio cancella il “terrore”?

237

L’OMS ci ha messo in guardia contro il consumo di carne rossa e insaccati, ma un recente studio mette in luce un elemento inedito: la carne rossa avrebbe un nutriente che aiuta a combattere alcuni …

L’OMS ci ha messo in guardia contro il consumo di carne rossa e insaccati, ma un recente studio mette in luce un elemento inedito: la carne rossa avrebbe un nutriente che aiuta a combattere alcuni tumori. Scopriamo meglio di cosa si tratta!

Sono passati anni ormai da quando un rapporto dell’Organizzazione Mondiale della Sanità ha sottolineato la correlazione tra il consumo di carne rossa e insaccati e l’insorgenza di tumori.

Gli amanti della carne e i consumatori di insaccati si sono ritrovati a “tagliare” il loro cibo preferito, mettendo sulla bilancia la gola e la salute.

Adesso, uno studio recente condotto dall’Università di Chicago ha messo in luce un elemento inedito. C’è speranza per la carne rossa e gli insaccati?

Perché carne rossa e insaccati sono finiti sotto accusa?

carne rossa e insaccati tumori
Manzo

Prima di scoprire le rivelazioni del recente studio dell’Università americana, facciamo un passo indietro e capiamo perché carne rossa e insaccati sono finiti sotto accusa dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Diversi studi hanno evidenziato una correlazione tra il consumo eccessivo di questi alimenti e un aumento del rischio di determinati tipi di tumori.

I processi di lavorazione delle carni, come la salatura, l’insaccamento o la cottura ad alte temperature, possono generare composti chimici, tra cui le ammine eterocicliche e gli idrocarburi aromatici policiclici, che sono stati associati al rischio di cancro.

Inoltre, alcuni studi hanno mostrato che il consumo regolare di carne rossa e insaccati è associato a un aumentato rischio di cancro al colon-retto, al pancreas e alla prostata. Le evidenze scientifiche hanno portato l’OMS a classificare le carni rosse come “probabilmente cancerogene” (Gruppo 2A) e gli insaccati come “sicuramente cancerogeni” (Gruppo 1) per l’uomo.

A tal proposito, l’OMS ha emesso raccomandazioni mirate a ridurre il consumo di carne rossa e insaccati, suggerendo di limitarne l’assunzione e optare per alternative più salutari come pesce, pollame, legumi o proteine vegetali per mantenere uno stile di vita alimentare più equilibrato e ridurre il rischio di malattie croniche, inclusi i tumori.

Carne rossa e insaccati: lo studio

carne rossa e insaccati studio
Costolette

L’attenzione degli studiosi dell’Università di Chicago si è focalizzata sull’acido trans vaccenico (TVA), presente nelle carni rosse e nei latticini, evidenziato come un possibile nutriente con effetti positivi sulla risposta immunitaria e sulla capacità di contrastare lo sviluppo di cellule tumorali.

Le prime fasi di questa ricerca hanno coinvolto un’analisi dettagliata di 235 molecole attive contenute negli alimenti di origine animale, culminando nell’approfondimento dell’acido trans vaccenico.

I risultati preliminari dello studio hanno dimostrato che il TVA aumenta le funzioni cellulari dei linfociti T CD8+, cellule fondamentali per contrastare e distruggere agenti patogeni.

Gli esperimenti condotti su topi hanno indicato come la somministrazione di TVA ha reagito alla riproduzione di cellule tumorali nel colon, con effetti positivi in caso di linfomi e leucemie.

Sì a carne rossa e insaccati, ma con moderazione

Carne rossa e insaccati possono essere consumati moderatamente nell’alimentazione senza compromettere la salute a lungo termine, portando il tutto alle linee guida degli esperti.

La chiave è consumare carne rossa e/o insaccati circa due volte a settimana, scegliendo opzioni più magre e variando il tipo di consumo.

Lascia la tua opinione

  1. Gianni Stival

    dice:

    Questo studio non smentisce proprio niente. La correlazione c’è, è un dato di fatto e su questo possiamo metterci l’animo in pace. Dopodichè nella carne tra i tanti composti ce n’è uno che ha effetti favorevoli ma evidentemente non è presente in quantità tale da rendere la carne rossa un cibo salutare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chiudi
Chef si diventa, cucinando con
© Cucinarefacile.com - Seowebbs Srl - P.Iva 04278590759
Non perderti le ultime novità! Vuoi ricevere una notifica quando pubblichiamo un'aggiornamento? No, grazie Sì, certo