Lampone: varietà, proprietà, benefici e come coltivare la pianta

530

Il lampone è un frutto raffinato e molto apprezzato, sia per il suo sapore che per le sue proprietà. Offre molti benefici all’organismo, più avanti nell’articolo ne verranno elencanti diversi. Colore rosso intenso e sapore …

Il lampone è un frutto raffinato e molto apprezzato, sia per il suo sapore che per le sue proprietà. Offre molti benefici all’organismo, più avanti nell’articolo ne verranno elencanti diversi.

Colore rosso intenso e sapore dolce-acidulo: questo tipo di bacca è ottima sia da gustare fresca (colta e mangiata, dopo averla sottoposta a un lavaggio naturalmente) che lavorata, come ad esempio sotto forma di confettura, dolci, bevande e così via.

Dove cresce il lampone? Generalmente è possibile scorgerlo in zone rocciose dove batte il sole, oppure nei boschi luoghi dove crescano più facilmente.

Lampone: pianta, famiglia e varietà

lampone proprieta

Il lampone (in inglese raspberry) non è altro che il frutto della pianta dei lamponi (Rubus idaeus) che solitamente viene annoverato tra i cosiddetti frutti di bosco.

La forma è tondeggiante e irregolare mentre la colorazione varia dal rosso intenso al rosso scuro (è talmente particolare che il lampone è un colore molto usato nella moda). La consistenza è morbida e succosa, con una texture delicata che si scioglie in bocca.

Questo frutto è disponibile principalmente durante la bella stagione, cioè da maggio a ottobre, anche se in alcune zone vengono coltivati in serra per prolungare la stagione di raccolta.

Con la loro versatilità in cucina e la loro naturale bontà, i lamponi rimangono un’aggiunta preziosa a qualsiasi dieta equilibrata.

P.S. Il lampone vanta un significato che va oltre quello i frutto delizioso, ma ne resta profondamente legato. Le caratteristiche del frutto, dal colore alla forma fino al sapore, lo connettono alla sensualità e al piacere dei sensi.

Quanti tipi di lamponi esistono?

Le varietà di lampone offrono una vasta gamma di opzioni per i coltivatori e i consumatori, ciascuna con le proprie caratteristiche uniche in termini di sapore, dimensioni e colore. Cambia anche in che periodo ci sono i lamponi.

Una delle varietà più popolari è il lampone rosso, che include varietà unifere (che producono frutti in un periodo specifico dell’anno) e bifere (che regalano frutti due volte l’anno). Tra le unifere, troviamo la Tulameen, nota per i suoi frutti grandi e saporiti, e la Meeker, con frutti di media grandezza e sapore dolce. Le varietà bifere come Rossana e Heritage permettono una produzione durante tutto l’anno, offrendo due raccolte: una in estate e una in autunno.

Il lampone nero, originario dell’America, si distingue per i suoi frutti di colore viola scuro simili alle more con un sapore dolce intenso. Tra le varietà comuni vi sono Black Jewel e Munger, con frutti di dimensioni medie e sapore ricco.

Il lampone giallo, noto anche come lampone d’oro, presenta frutti di colore giallo aranciato. Varie varietà come Poranna Rosa e Fallgold producono frutti dolci e di dimensioni generose, adatti sia per il consumo fresco che per la lavorazione.

Una varietà interessante è il lampone fragola, originario del Giappone, che produce frutti più grandi e simili alle fragole, maturando durante l’autunno. Questa varietà è particolarmente adatta per il consumo fresco e la preparazione di conserve.

Che differenza c’è tra mora e lampone?

Le more e i lamponi sono entrambi frutti di bosco appartenenti al genere Rubus, provenienti da sottogeneri diversi, ma presentano alcune differenze distintive.

Da un lato le more sono generalmente più grandi, di colore nero o viola scuro, con una consistenza carnosa e un sapore dolce leggermente acidulo.

I lamponi, invece, sono più piccoli, di colore rosso brillante (ma possono essere anche gialli o dorati o neri), con una consistenza morbida e succosa e un sapore equilibrato tra dolcezza e acidità.

A fare la differenza è anche il metodo di raccolta: il ricettacolo resta attaccato al frutto quando si raccoglie una mora mentre rimane sulla pianta quando si preleva un lampone. Infatti quest’ultimo è caratterizzato da una cavità.

Lamponi, le proprietà nutrizionali

Tra le proprietà del lampone, per quanto riguarda il fattore nutritivo, è possibile riscontrare molte sostanze essenziali per il corpo umano. Per prima cosa sono presenti alcuni sali minerali fondamentali per la salute, come il ferro, il potassio e il fosforo.

Inoltre sono presenti il fruttosio e l’acido citrico. Entrambi migliorano le naturali difese del corpo.
Il lampone presenta anche delle proprietà antinfiammatorie (a livello cutaneo). Tra le vitamine contenute nel lampone è possibile trovare la B e la C. Sono presenti anche altre sostanze, tra cui gli antociani.

Quali sono i benefici del lampone?

lampone benefici

Il lampone è un frutto dai mille effetti benefici. Per esempio dona molta energia all’organismo se assimilato. È ricco di vitamine ed a anche proprietà stringenti. Inoltre si presenta anche abbastanza dissetante come frutto.

Il lampone è molto versatile come rimedio naturale. Sono diversi i settori che impiegano questo alimento per le sue qualità. La cosmesi, oppure il campo terapeutico, ecc. Ad esempio questo frutto, contrasta anche la gengivite grazie ai polifeni presenti al suo interno.

Combatte l’azione dei radicali liberi nell’organismo grazie alle sue qualità antiossidanti. Di conseguenza i lamponi prevengano la formazione delle rughe, ed altri inestetismi cutanei dovuti dall’avanzare dell’età.

Inoltre gli antiossidanti mantengano in buona salute le cellule del corpo, alcuni studi scentifici hanno evidenziato che gli alimenti ricchi di questa sostanza contribuiscano alla prevenzione di alcune forme di tumore.

Inoltre rende le pelle molto più elastica e la protegge da innumerevoli agenti esterni. Viene anche impiegato per combattere infiammazioni che interessano la zona orale.

I lamponi contengono una sostanza conosciuta come chetone. Per estrarne da uno a quattro mg ci vogliono un chilo di lamponi. Questa sostanza è stata considerata dalla sanità americana, come una delle più salutari per il nostro organismo. Sembra infatti che aiuti a perdere peso più rapidamente se accompanato da una dieta sana ed equilibrata.

Anche al lampone in se vengano attribuiti proprietà dimagranti. Sfortunatamente però per avere gli stessi benefici del chetone (acquistabile puro sotto forma di integratore alimentare) occorrerebbero quaranta kg di lamponi. I quali chiaramente non possono essere consumati per non incorrere in pericolose controindicazioni da sovradosaggio.

Rimedi naturali a base di lampone contro le infiammazioni

Scaldare circa 100 ml d’acqua, quando inizierà a bollire toglierla dal fuoco. Successivamente aggiungere tre cucchiai di foglie di lampone e attendere un po’ di tempo. In seguito filtrare il tutto e dopo utilizzarlo per eseguire dei gargarismi. Questo semplice rimedio naturale aiuta ad alleviare i fastidi della gola provocati da un’infiammazione in corso.

Se si desidera alleviare sintomi intestinali come la diarrea per esempio, un preparato a base di lampone potrebbe rivelarsi molto utile per la causa in questione.

Occorrono 250 ml d’acqua calda, due cucchiai di foglie di lampone (dovranno essere tritate prima) ed una volta uniti entrambi, dovranno passare almeno cinque minuti. Trascorso il tempo filtrare e la tisana sarà pronta per essere gustata. Questo preparato si rivelerà ottimo per combattere l’emorroidi e la diarrea.

Il lampone è un frutto molto ricercato tra le persone, il mercato propone i seguenti prodotti a base di questo frutto: dolci, yogurt, succhi, liquori, confetture e coulis di lamponi.

Uno degli aspetti molto curiosi rivolti a questa bacca, è proprio il fattore che molte persone tragganno benefici grazie alla assimilazione di questo alimento senza neppure saperlo. Ma solamente perché gli piace il sapore. La maggior parte di questi consumatori è all’oscuro delle sue proprietà benefiche. Consuma il lampone solo perché è buono.

Ricetta nella manica: la torta di lampone

La torta al lampone è un dolce irresistibile e genuino allo stesso tempo. Vediamo insieme come prepararlo:

Ingredienti

  • Lamponi (possibilmente freschi) una vaschetta è sufficiente
  • Della panna montata (mezz’etto)
  • Pasta wafer (gusto cioccolato)
  • Yogurt bianco (cinque vasetti)

Procedimento

1. La prima cosa da fare e realizzare la base del dolce. Altrimenti nessuno vieta di comprarla già pronta. Mescolare lo yogurt assieme alla panna.
2. Successivamente immettere i lamponi. Continuare a mescolare e dopo collocare il tutto dentro il forno. Se è già stato scaldato è anche meglio. Il tempo di attesa è di circa trenta minuti. La temperatura invece dovrà essere a centottanta gradi.
3. Prima di servire è possibile immetere altri lamponi a scopo di guarnimento. Anche la panna potrà essere aggiunta alla fine.

Come coltivare il lampone

coltivare lampone

Se anche voi amate coltivare i prodotti naturali e amate il gusto e le proprietà del lampone, vediamo quali sono i principali accorgimenti per coltivarlo e gustarlo appieno nelle ricette più svariate.

Per prima cosa dovete accertarvi che il terreno dove verrà effettuata la coltivazione non sia umida. Altrimenti non riuscirà a sopravvivere. Inoltre sarà d’obbligo che la terra sia ricca di sostanze che possino nutrite la pianta. Per rimediare basterà concimare la zona interessata. Occorrono cinque chilogrammi circa per un metro quadrato di terra.

Lampone: ci sono controindicazioni?

Come abbiamo visto, i lamponi sono frutti dalle numerose virtù, tuttavia è necessariot enere a mente alcune considerazioni quando si consumano

Per esempio, le persone con allergie alle fragole o ad altre bacche potrebbero essere sensibili anche ai lamponi. È importante fare attenzione.

Potrebbero interagire con i principi attivi di alcuni farmaci, come quelli per il diabete, la pressione sanguigna e la coagulazione del sangue. È consigliabile consultare un medico prima di consumare grandi quantità di lamponi.

Anche se sono relativamente bassi in calorie, rappresentano ancora una fonte di zucchero naturale. Le persone con diabete o che seguono una dieta a basso contenuto di zuccheri dovrebbero consumarli con parsimonia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chiudi
Chef si diventa, cucinando con
© Cucinarefacile.com - Seowebbs Srl - P.Iva 04278590759
Non perderti le ultime novità! Vuoi ricevere una notifica quando pubblichiamo un'aggiornamento? No, grazie Sì, certo