Conosci la salicornia? Cos’è, quali sono i benefici e ricette

130

Esplorare nuove dimensioni culinarie può essere un viaggio emozionante fatto di profumi, sapori e consistenze, ma soprattutto di nuove bontà nutrizionali. Scopriamo la salicornia!Spesso siamo inclini a seguire le abitudini alimentari consolidate, trascurando talvolta alcune …

Esplorare nuove dimensioni culinarie può essere un viaggio emozionante fatto di profumi, sapori e consistenze, ma soprattutto di nuove bontà nutrizionali. Scopriamo la salicornia!

Spesso siamo inclini a seguire le abitudini alimentari consolidate, trascurando talvolta alcune chicche nutrizionali. Per esempio, la salicornia è una vera e propria sorpresa.

Nonostante somigli a un piccolo asparago, la salicornia è un ingrediente unico, ricco di sostanze nutritive essenziali.

Salicornia: cos’è e dove si trova

Conosciuta anche come asparago di mare, la salicornia non è un’alga, ma una pianta selvatica (Salicornia europaea) che cresce nei territori costieri di tipo mediterraneo e si sviluppa in ambienti sabbiosi e fangosi, a stretto contatto con le acque salate del mare.

Dove si trova la salicornia in Italia? Nel nostro Paese si trova in Sardegna, nelle litoranee del Mar Adriatico e nelle aree salmastre del Veneto.

Pur assomigliando all’asparago, quindi, la pianta selvatica appartiene a una famiglia botanica differente, con legami più stretti ad amaranto e quinoa.

Questa pianta dalla struttura tipicamente ramificata è caratterizzata da piccoli steli verdi che ricordano gli asparagi (e che diventano rossi in autunno), ma con una consistenza più croccante.

Qual è il sapore della salicornia? L’asparago di mare ha sicuramente un gusto salino e una nota amarognola.

Quali sono i benefici della salicornia?

quali sono i benefici della salicornia
Asparagi di mare

La salicornia di mare è ricca di vitamine e minerali essenziali, inclusi il magnesio, il potassio, il calcio e il ferro. Inoltre, è un’eccellente fonte di vitamina A, C ed E, nonché di acidi grassi polinsaturi Omega-3.

  • Supporto al sistema immunitario – Grazie alla sua elevata concentrazione di vitamine e antiossidanti, aiuta a rafforzare il sistema immunitario, proteggendo l’organismo dalle infezioni.
  • Bilancio elettrolitico – La presenza di minerali come il potassio e il magnesio aiuta a mantenere un equilibrio elettrolitico adeguato nel corpo, fondamentale sia per la funzione muscolare che per quella nervosa.
  • Salute cardiovascolare – Gli acidi grassi Omega-3 presenti contribuiscono a ridurre il colesterolo LDL e a migliorare la salute cardiovascolare, riducendo il rischio di malattie cardiache.
  • Regolazione della pressione sanguigna – L’alto contenuto di potassio può aiutare a regolare la pressione sanguigna, contribuendo a prevenire l’ipertensione.
  • Antinfiammatorio –  I composti antiossidanti hanno dimostrato di avere proprietà antinfiammatorie che possono aiutare a ridurre l’infiammazione nel corpo.
  • Disturbi intestinali – La quantità di fibre si rivela sufficiente a sollecitare la funzionalità intestinale e porre rimedio a disturbi come la stitichezza e il gonfiore addominale.

Come si può mangiare la salicornia: ricette e consigli

salicornia ricette 1
Frittata

La pianta selvatica può essere utilizzata in varie preparazioni culinarie ma, considerando la sapidità e il gusto tendente all’amarognolo, dovrebbe essere sempre messa in ammollo per almeno 24 ore.

Dopo la fase di ammollo, quindi, occorre sbollentare i piccoli asparagi di mare in acqua bollente e non salata per qualche minuto (3-4 minuti). Ecco alcune idee per integrare la salicornia nelle ricette:

  • Contorno – È sufficiente scolare la pianta selvatica e condirla con olio EVO e succo di limone per ottenere un contorno saporito e nutriente.
  • Insalate – Si può pensare di aggiungere gli asparagi di mare alle insalate per dare un tocco croccante e salino.
  • Condimenti per piatti di pesce – L’abbinamento salicornia e pesce è perfetto: utilizzarla come condimento per piatti a base di pesce (es. gamberi o astice) ne conferisce sapidità e ne arricchisce il profilo nutrizionale.
  • Salse e pesti – Basta tritare la pianta selvatica e mescolarla con olio d’oliva e spezie per creare deliziose salse o pesti.
  • Frittate – Questa pianta può sostituire gli asparagi nelle ricette delle frittate per creare qualcosa di sfizioso e saporito.
  • Sottaceti – È possibile mettere sott’aceto la pianta selvatica per conservarla e godere dei suoi benefici nel corso dell’anno.

Per usare la salicornia in cucina al meglio, considerando la sapidità, sarebbe meglio non aggiungere sale alle preparazioni o al massimo aggiungerlo successivamente (e dopo aver assaggiato).

Salicornia: Controindicazioni

Nonostante la salicornia sia un alimento nutriente e versatile, è importante considerare alcune controindicazioni prima di includerla.

Per esempio, persone con allergie o sensibilità ad altre piante della famiglia Amaranthaceae potrebbero essere suscettibili a reazioni allergiche anche alla salicornia.

Essendo ricca di minerali, tra cui il potassio, dovrebbe essere consumata con moderazione dalle persone con problemi renali o insufficienza renale.

A causa del suo contenuto di potassio, l’asparago di mare potrebbe influenzare la pressione sanguigna. Pertanto, coloro che soffrono di ipertensione non controllata dovrebbero moderare il consumo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chiudi
Chef si diventa, cucinando con
© Cucinarefacile.com - Seowebbs Srl - P.Iva 04278590759