Come usare la planetaria in cucina e come trovare la migliore

1K

Chi corre contro il tempo può arrivare a rinunciare a una ricetta se richiede sforzi, impegno e vari utensili. Per fortuna esiste l’impastatrice planetaria. La planetaria è un attrezzo che amalgama, impasta, monta. Il nome stesso …

Chi corre contro il tempo può arrivare a rinunciare a una ricetta se richiede sforzi, impegno e vari utensili. Per fortuna esiste l’impastatrice planetaria.

La planetaria è un attrezzo che amalgama, impasta, monta. Il nome stesso dell’elettrodomestico è magico, planetaria infatti deriva dal movimento delle fruste, che è simile al moto dei pianeti. In questo modo l’impasto risulta liscio e omogeneo e non ha nulla da invidiare a quelli dei pasticceri o dei panificatori. Anche a casa dunque si possono ottenere risultati eccellenti con pochissimo sforzo.

Molte volte rinunciamo a fare l’impasto della focaccia o delle brioche perché non abbiamo abbastanza forza nelle braccia e non riusciamo a lavorarli, grazie alla planetaria che lavora al posto nostro, potremo stupire amici e parenti.

In verità è un elettrodomestico sottovalutato visto che in casa tutti abbiamo lo sbattitore elettrico, le cui funzioni sono simili, ma dopo la prova impasto ce ne siamo letteralmente innamorati. Nonostante la nostra esperienza con gli impasti, abbiamo apprezzato la consistenza della frolla.

Qual è la differenza tra l’impastatrice e planetaria?

La planetaria può essere considerata la versione evoluta dell’impastatrice, pur essendo entrambe composte da corpo orizzontale, braccio meccanico, recipiente e vari ganci e fruste interscambiabili.

La differenza tra la impastatrice e planetaria sta nel movimento rotatorio simultaneo di recipiente e fruste o ganci presente nella seconda.

Planetaria VS robot da cucina

A prima vista hanno un aspetto molto simile ed permettono di impastare gli ingredienti, ma in realtà il robot da cucina e planetaria sono due elettrodomestici diversi.

  • Robot da cucina – Il robot da cucina trita, frulla, monta, emulsiona e impasta e nelle versioni più performanti cucina.
  • Planetaria – La planetaria impastatrice ha come obiettivo quello di impastare con un movimento orbitale. La differenza dell’impasto pizza con la planetaria in termini di consistenzasarà evidente.

A chi serve l’impastatrice? È perfetta per chi prepara spesso la pasta fresca fatta in casa, i lievitati come la pizza e il pane, la pasta frolla, le torte e la maionese.

Insomma è l’elettrodomestico ideale degli appassionati di cucina che preparano impasti dolci o salati spesso e in grandi quantità.

La planetaria: come si usa

cosa si fa con la planetaria

Come vi abbiamo anticipato, con questo elettrodomestico si può preparare davvero di tutto. Cosa si fa con la planetaria? Meringhe, torte, pane, e persino panettone e pandoro. Gli impasti lievitati che necessitano di lunga lavorazione, non potrebbero essere preparati a mano e nemmeno con gli elettrodomestici tradizionali.

L’utilizzo della planetaria è molto meno complicato di quanto si potrebbe immaginare, il nostro consiglio è di fare qualche prova prima di cimentarvi nella realizzazione di impasti importanti, altrimenti rischiate di fare brutta figura.

Il segreto per usarla è aggiungere gli ingredienti uno alla volta, inoltre dovete controllare che la velocità sia bassa, se versate gli albumi o unite la farina quando le fruste stanno girando stile “ottovolante”, potreste invadere la cucina. Quando gli ingredienti iniziano a legarsi, potete aumentare la velocità in maniera graduale. Questo vale per tutti gli impasti.

Un’altra cosa da sapere prima di comprare una planetaria è la diversità dei tempi di lavorazione. I muffin per esempio richiedono pochissimi minuti, il composto infatti deve essere grumoso. Il pan di spagna invece deve essere montato a lungo. Per la pasta della pizza e del pane i tempi si allungano, e si va dai 20 ai 30 minuti. Questo è solo l’inizio, ora scopriremo insieme quali sono gli accessori di base della planetaria.

Accessori di base della planetaria

La planetaria è dotata di 3 accessori di base, la frusta a filo, la frusta piatta e la frusta a gancio. Ognuno di questi accessori ha una funzione diversa.

  • Frusta a filo – Iniziamo subito dalla frusta a filo, la cui forma ricorda molto quella della frusta a mano visto che si compone di fili metallici. È indicata per gli impasti liquidi come quelli delle torte, per le pastelle, per la panna e la meringa. Questo tipo di frusta fa incorporare aria all’impasto, che risulta spumoso e soffice.
  • Frusta piatta – La frusta piatta invece, è chiamata anche a foglia o frusta a K per via del disegno interno, viene utilizzata per gli impasti che non sono né troppo liquidi, né troppo duri. Qualche esempio è la pasta frolla, la pasta fresca, la pasta choux e tutte le glasse. Siccome è versatile in cucina, con la frusta piatta, potete preparare anche impasti salati, tipo quello delle polpette, la farcia per i ravioli e il classico purè di patate. Con questa frusta si impastano anche i muffin e i cupcake.
  • Frusta a gancio – Infine c’è la frusta a gancio, che ha la forma di una spirale ed è indicata per gli impasti lievitati che richiedono molta energia. Quando si inserisce la frusta a spirale, anche la ciotola entra in funzione, per simulare il movimento delle braccia e ottenere impasti molto forti.

Vi sono anche altri accessori come la sfogliatrice a braccio, la gelatiera, lo spremiagrumi e altre attrezzature complementari, il cui utilizzo è molto intuitivo e restiamo a disposizione per qualsiasi chiarimento al riguardo.

Manutenzione della planetaria

La planetaria deve essere pulita accuratamente dopo l’utilizzo. Ovviamente questo è un discorso che viene fatto per tutti gli utensili e gli elettrodomestici da cucina, però vogliamo ricordare l’importanza di queste operazioni perché in questo modo gli oggetti durano più a lungo e soprattutto cuciniamo in maniera sana. I residui di impasto si induriscono e la danneggiano, otturano i fori, e favoriscono la proliferazione dei batteri.

La ciotola e le fruste si possono smontare e lavare a mano e in lavastoviglie. Con un panno umido invece si devono rimuovere eventuali residui. Non usate detergenti aggressivi, meglio una soluzione a base di acqua calda e aceto per la ciotola e le parti metalliche, e acqua calda e bicarbonato per l’esterno. Nei punti più difficili potete usare un batuffolo di cotone o uno dei dischetti per togliere il trucco imbevuto di limone, in questo modo si previene anche la formazione di calcare.

Come scegliere la planetaria

impastatrice planetaria migliore

Questa è una delle domande che potreste rivolgerci: Quale planetaria dobbiamo scegliere? Non vogliamo sponsorizzare questa o quella marca, basta accendere la tv per rendersi conto di quali sono i modelli di punta.

Uno dei primi consigli che possiamo darvi è di scegliere il modello in base all’utilizzo che ne farete, se dovete accenderla solo a Natale e Pasqua, va benissimo anche un modello economico e con accessori base. Se amate cucinare invece vi conviene capire qual è la migliore planetaria in commercio o comunque investire su un modello solido e potente.

In linea di massima è sufficiente valutare alcune caratteristiche in base alle esigenze personali per riuscire a trovare la planetaria migliore. Ecco come fare!

Tipi di fruste

Le migliori planetarie vantano molti extra e vari ganci e fruste, ma la maggior parte delle funzioni si realizza grazie la presenza di tre accessori. Quali sono gli accessori che non possono mancare?

  • Frusta a filo– La frusta a filo è caratterizzata da fili metallici che lavorano gli impasti incorporando molta aria.  È ideale per lavorare le uova, montare la panna o preparare spume e creme.
  • Frusta a foglia – La frusta a foglia o a K assomiglia a una foglia, cioè è larga e piatta, e si presta a preparare impasti consistenti e burrosi. Un esempio? La pasta frolla.
  • Gancio impastatore – Il gancio impastatore o frusta a S ha la forma di un uncino e serve per sollevare l’impasto e facilitarne il recupero. È perfetto per gli impasti compatti e solidi, come quello della pizza e quello del pane.

A questi accessori indispensabili per poter chiamare un elettrodomestico “impastatrice planetaria” se ne possono aggiungere altri: coperchio antischizzo, recipienti di dimensioni diverse, cestello per la cottura a vapore, spatole e così via.

Funzione per la cottura

Alcune impastatrici planetarie semi-professionali e professionali vantano la funzionalità per la cottura, diventando dei veri e propri robot da cucina.

La funzione per la cottura consente di dare vita a preparazioni dolci come la crema o la glassa o a ricette salate come la vellutata e il risotto.

Questa funzione rappresenta un grande aiuto in cucina, ma definisce un prodotto top di gamma molto costoso e non indispensabile per chi ama cucinare le pietanze in maniera classica.

Motore

In fase di scelta è indispensabile strizzare l’occhio a un aspetto tecnico, vale a dire il tipo di motore della planetaria. Quale motore scegliere?

Da un lato c’è il  motore a trasmissione basato sul movimento di alcune cinghie interne su alcuni ingranaggi in grado di muovere le fruste mentre dall’altro lato c’è il motore a presa diretta con un aggancio a cui collegare gli accessori.

La scelta dovrebbe essere fatta in base al tipo di utilizzo e alla frequenza, ricordando che il motore a trasmissione è meno sofisticato e più adatto a un uso sporadico  mentre il motore a presa diretta è perfetto per gli impasti solidi e compatti e un uso frequente.

Quanti Watt di potenza deve avere una buona planetaria? Ad ogni modo più potente sarà il motore (dai 500 Watt ai 1700 Watt) e più facilmente si realizzeranno impasti compatti e solidi e minore sarà il tempo di preparazione.

Capienza

Di suo la planetaria dispone un recipiente più capiente di un’impastatrice tradizionale, ma ogni modello può presentare una capienza diversa.

La scelta dipende dalle esigenze e dalle abitudini culinarie, ma in linea di massima si va da una capienza da 4 litri per preparare per 3-4 persone a una capienza da 8 litri per contesti numerosi.

Materiali

Quando ci si ritrova a scegliere l’impastatrice planetaria è indispensabile strizzare l’occhio ai materiali di costruzione: plastica, vetro o acciaio inox?

Certo ogni materiale è scelto e trattato per entrare in contatto con il cibo, ma sicuramente l’acciaio inox risulta più performante in termini di resistenza alle fruste, igiene e lavaggio in lavastoviglie.

Design

La scelta del design è una questione di gusto ma, pur essendo sempre più belli e accattivanti, non dovrebbe tralasciare la valutazione dello spazio a disposizione.

Non ha senso acquistare una planetaria vintage o una planetaria futuristica se non si ha spazio per tenerla in bella vista in cucina. In questo caso sarebbe meglio dare più spazio alle caratteristiche anziché al design.

Sicurezza

In cucina è importante lavorare in sicurezza per evitare incidenti e problemi di qualunque tipo: cosa definisce il livello di sicurezza di una planetaria?

Prima di tutto l’impastatrice planetaria non deve essere troppo leggera poiché rischia di essere instabile e produrre tremori che potrebbero far cadere la struttura durante la lavorazione.

Non dovrebbe essere neanche troppo pesante perché diventerebbe difficile da maneggiare, pulire e spostare.

In termini di sicurezza sarebbe meglio preferire una planetaria capace di fermarsi automaticamente quando viene sollevato il braccio meccanico.

Prezzo

Quanto costa la planetaria? Il prezzo varia a seconda delle caratteristiche e della marca, andando da meno di 100 euro per un modello senza pretese fino a superare i 1.000 euro per un’impastatrice planetaria professionale.

Per acquistare un’impastatrice planetaria a un prezzo vantaggioso e non ripiegare su una un’impastatrice planetaria usata è possibile sfruttare l’acquisto online. Lì è possibile trovare anche una planetaria in offerta.

Migliori impastatrici planetarie su Amazon

impastatrice planetaria Amazon

Qual è la migliore impastatrice planetaria? Meglio una economica o una professionale? La risposta sta nelle caratteristiche e nel prezzo che rispondono meglio alle esigenze personali.

Per il resto è possibile acquistare una planetaria Kasanova e simili; una un’impastatrice planetaria  Unieuro e tutti gli altri negozi di elettrodomestici; un’impastatrice planetaria Lidl e altri supermercati forniti; una proposta online presso e-commerce affidabili.

Il catalogo Amazon permette di scegliere l’impastatrice planetaria tra alcune delle migliori in commercio valutando schede tecniche, informazioni, recensioni vere e offerte vantaggiose.

In base all’offerta del momento si può scegliere tra un’impastatrice planetaria Kenwood, un’impastatrice planetaria Kitchenaid, un’impastatrice planetaria Bosh, un’impastatrice planetaria Smeg, un’impastatrice planetaria Ariete e molte altre ancora.

Per facilitarvi la ricerca della migliore impastatrice planetaria su Amazon abbiamo selezionato alcuni dei prodotti più apprezzati dai consumatori.

Offerta
Bosch MUM54A00 Impastatrice Planetaria con Ciotola in acciaio inox da 3.9 l, serie 4, 900W, 7 impostazioni di velocità, Set pasticceria, Facile da pulire, Bianco
  • Le 7 velocità e la funzione Pulse permettono preparazioni semplici e veloci, mentre la posizione di parcheggio automatica degli accessori rende facile l'aggiunta degli ingredienti nella ciotola
  • Lavorazione ottimale di tutti gli ingredienti con il movimento planetario 3D e grande praticità grazie al sistema EasyArmLift che consente di sollevare il braccio della planetaria senza alcuno sforzo
  • La macchina da cucina MUM5 è facile da pulire e include un set di accessori da pasticceria con frusta per mescolare, frusta per montare a neve e gancio per impastare, tutti lavabili in lavastoviglie
  • Articolo consegnato: 1x Bosch MUM5 Impastatrice Planetaria, 900 W, Ciotola 3,9 l, 2x Fruste (per mescolare e per montare), 1x Gancio per Impastare, 1x Coperchio, 1x Borsa Accessori
Offerta
Kenwood KHC29.A0SI Impastatrice Planetaria Prospero+, Ciotola capiente in acciaio da 4,3L, Dotato di 3 utensili di miscelazione, Potenza 1000watt, Sistema di sicurezza, Piedini antiscivolo, Silver
  • PROFESSIONALE: Sorprendere i tuoi amici non è mai stato così semplice: KHC29.AOSI assicura risultati ottimali in cucina, con una potenza da 1000W per un'ottima azione di miscelazione ed impasto
  • POTENTE: 3 diversi attacchi per gli accessori per 3 velocità di lavorazione: alta, media e planetaria; funzione Pulse
  • SISTEMA DI SICUREZZA Interlock: blocca il funzionamento se le attrezzature non sono inserite correttamente
  • CAPIENTE: Dotato di una ciotola capiente in acciaio inox con capacità 4.3 L, ed un paraschizzi; forma della ciotola per una migliore fruibilità
  • 3 GANCI DI MISCELAZIONE: Frusta K per ingredienti secchi, Gancio Impastatore per facilitare la lavorazione di pane, pizza e focacce, Frusta a Filo per preparare soffici composti spugnosi
Kenwood KVL4100S Impastatrice Planetaria Chef XL con Ciotola da t,7L, 3 Ganci di Miscelazione, Personalizzabile con oltre 25 Accessori Opzionali Acquistabili Separatamente, Potenza 1200W, Silver
  • PROFESSIONALE: Sorprendere i tuoi amici non è mai stato così semplice: KVL4100S garantisce i migliori risultati in cucina. Struttura in metallo pressofuso e finitura in silver
  • POTENTE: Impastatrice Planetaria con una potenza di 1200W per un'ottima azione di miscelazione ed impasto.
  • CAPIENTE: Dotato di una ciotola capiente in acciaio inox con capacità 6,7 l, ed un paraschizzi. La forma della ciotola è completamente nuova, per una migliore fruibilità
  • 3 GANCI DI MISCELAZIONE: Frusta K per ingredienti secchi, Gancio Impastatore per facilitare la lavorazione di pane, pizza e focacce, Frusta a Filo per preparare soffici composti spugnosi
  • PERSONALIZZABILE: Oltre 25 accessori optional acquistabili separatamente, per preparare tante ricette diverse con una sola macchina
Electrolux EKM5540 Impastatrice Planetaria in Acciaio Inox, Motore 1200W e 10 Velocità, con Frusta e Coperchio, 360x370x210mm, Grigio
  • Dalla pasta sfoglia al pane croccante, ogni giorno è quello giusto per preparare pietanze deliziose al forno. Potenza motore 1200W con trazione diretta e movimento planetario, controllo variabile a 10 velocità e funzione Pulse
  • Ciotole da 4,8 L e 2,9 L per tutte le occasioni: Prepara tutte le ricette in piccole o grandi quantità con le capienti ciotole da 4,8 L e 2,9 L
  • Luce LED integrata per avere una completa visibilità sul composto durante la preparazione dei tuoi piatti preferiti
  • Accessori in dotazione: frusta a filo, frusta piatta in metallo, frusta piatta in silicone, gancio per impastare, ciotola da 2.9 litri, coperchio per la lievitazione, paraschizzi
  • La frusta piatta in silicone SoftEdge insieme alla spatola in silicone inclusa ti permettono di mescolare perfettamente gli ingredienti, senza grumi, per avere sempre impasti e creme perfette
Offerta
G3 Ferrari Impastatrice Planetaria con Tirapasta Pastaio 10&Lode G20113, 1500 W, 10 Litri, Acciaio Inossidabile, 6 velocità, Nero/Acciaio
  • 6 velocità di funzionamento + PULSE
  • Possibilità di lavorare impasti di max 4kg (a seconda degli alimenti da impastare)
  • Dispositivo di sicurezza che impedisce uso involontario
  • Accessori inclusi: uncino impastatore e mescolatore in alluminio, frusta sbattitrice (o planetario) in acciaio inox, coperchio in plastica trasparente
  • Contenitore 10 litri in acciaio inox con coperchio
Offerta
Girmi IM46 Impastatrice Planetaria "Gastronomo 8L", impasti fino a 3kg, 1400 W (1800 W Max), 8 Litri, 6 Velocità, Grigio Antracite
  • Contenitore in acciaio inox con coperchio
  • Possibilità di lavorare impasti di max 3kg (a seconda degli alimenti da impastare)
  • Piedini in ventosa per maggiore stabilità
  • Dispositivo di sicurezza che impedisce uso involontario
  • Accessori inclusi: uncino impastatore e mescolatore in alluminio, frusta sbattitrice in acciaio inox, coperchio in plastica trasparente
Offerta
Venga! Impastatrice Planetaria, Ciotola Inox 5 Litri, 4 Accessori e Ricettario, 1000 W, Nera, VG M 3014
  • ROBOT DA CUCINA MULTIFUNZIONE Venga!, con uno sbattitore piatto per l'uso quotidiano, un gancio per impastare e una frusta a palloncino per montare ad alta velocità; con 6 velocità e un motore da 1000 Watt per gestire qualsiasi preparazione; lavorazione uniforme dell'impasto grazie al movimento planetario degli accessori che portano gli ingredienti al centro della ciotola per una miscelazione ottimale
  • CIOTOLA IN ACCIAIO INOSSIDABILE DA 5L con grande capacità per ospitare sia preparazioni familiari che piccole quantità; sistema di attacco rapido per gli accessori e braccio regolabile per un facile utilizzo; la frusta a palloncino è lunga e scende vicino alla ciotola per sbattere al minimo 2 uova
  • PULIZIA FACILE: tutti gli accessori e la ciotola sono adatti alla lavastoviglie; con il coperchio antispruzzo e la sua apertura con chiusura, è semplice aggiungere gli ingredienti durante la preparazione e, grazie ai 4 piedini antiscivolo, confera ottima stabilita
  • LIBRO DI RICETTE FORNITO per ispirare la preparazione di deliziose ricette dolci e salate; il robot da cucina Venga! viene fornito con una comoda spatola per raschiare il fondo della ciotola ed evitare di perdere gli ingredienti; si può già pensare alla prossima ricetta, una preparazione per torte salate, un impasto per pizza, panna montata, l'unico limite è la propria immaginazione
  • INCLUDE: 1 Robot, 1 Ciotola in Acciaio Inossidabile da 5 litri, 1 Frusta a Palloncino, 1 Frusta Piatta, 1 Gancio per Impastare, 1 Spatola, 1 Frullatore da 1.5 litri, 1 Libro di Ricette; colore Nero, VG M 3014

Ricetta: panettone con la planetaria

Per fare il panettone con la planetaria dovete usare la frusta a gancio. Per un panettone, occorrono 350 grammi di farina manitoba, 60 grammi di burro ammorbidito, 2 tuorli, 1 cucchiaino di miele, 140 grammi di acqua, 60 grammi di zucchero, 7 grammi di lievito di birra, 1 cucchiaino raso di sale.

Dopo aver preparato tutti gli ingredienti, versate nella planetaria il lievito, il miele, l’acqua e la farina. Azionate la planetaria a bassa velocità e unite uno alla volta gli ingredienti. Quando saranno completamente assorbiti, potete alzare la velocità e, quando l’impasto si avvita intorno al gancio, spegnete la planetaria, trasferite su un piano da lavoro e lavorate con le mani prima di mettere nella classica forma di cartone da panettone.

Fate lievitare in forno preriscaldato 30° e poi spento, con una ciotola di acqua calda. Dopo 3 ore preparate un secondo impasto con 200 grammi di farina manitoba, 50 grammi di burro ammorbidito, 2 tuorli, 40 grammi di acqua, 50 grammi di zucchero, 6 grammi di lievito di birra, 1 bustina di vanillina, 300 grammi di frutta candita a scelta. Dopo aver lavorato l’impasto, prendere quello lasciato in forno, unirlo e impastare sino a nuova incordatura. Mettere di nuovo nel forno e far lievitare per 4 ore, fate una croce e cuocete a 170° per 55 minuti in forno statico. Dopo che lo sfornate, infilate con due ferri da maglia incrociati, capovolgete il panettone e su una pentola alta e gustate il giorno successivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chiudi
Chef si diventa, cucinando con
© Cucinarefacile.com - Seowebbs Srl - P.Iva 04278590759
Non perderti le ultime novità! Vuoi ricevere una notifica quando pubblichiamo un'aggiornamento? No, grazie Sì, certo