Animelle: cosa sono e come si cucinano

Pubblicato da: Myriam Amato - il: 19-06-2019 7:56 Aggiornato il: 13-06-2019 13:01

In cucina è facile definire il sapore di un piatto tra gusto più audace e carattere più soft, soprattutto quando si parla di piatti come le animelle. Quanto ne sappiamo di animelle? Cosa sono e come si cucinano?

Macellaio di fiducia- foto imgrum.pw

Abbiamo avuto modo di scoprirle quando abbiamo parlato della ricetta Animelle al Marsala, un secondo piatto tipico della cucina laziale.

Per apprezzare pienamente questo piatto e tutte le ricette a base di animelle è indispensabile capire l'origine e la versatilità dell'ingrediente principale.

Animelle: cosa sono?

Ancor oggi “cosa sono le animelle” è una domanda che accomuna appassionati di cucina e non. Iniziamo col dire che l'animella è un ingrediente chiave di molte ricette della gastronomia del centro Italia.

Il termine “animelle” viene usato per indicare una ghiandola presente negli animali giovani (bovini e ovini) che scompare quando diventano adulti, una massa globosa che può essere considerata frattaglia bianca.

Dopo aver capito le “animelle di maiale cosa sono”, le “animelle di agnello cosa sono” e le “animelle di vitello cosa sono” è indispensabile sapere che in cucina viene usata prevalentemente la noce (parte rotonda e allungata) a discapito della gola (membrana contenente un agglomerato di piccole parti).

Le animelle di vitello o le animelle di agnello devono essere consumate freschissime, considerando la loro tendenza a fermentare.

Fattore qualità

La prima cosa da fare dopo aver capito queste frattaglie bianche cosa sono è partire proprio da una scelta di qualità.

Come già accennato, infatti, devono essere fresche e devono essere consumate il prima possibile per evitare che fermentino.

Non devono essere maleodoranti, non devono presentare una colorazione sbiadita e non devono essere dure e asciutte.

Trattamento

Queste frattaglie bianche devono subire un trattamento particolare destinato a pulire a dovere ogni parte ed evitare di rovinare la pietanza.

Prima di dar vita a ricette con animelle di vitello o agnello è necessario lasciarle in acqua fredda e aceto per qualche ora (cambiando l'acqua quando assume un tono tendente al rosa), scottarle in acqua bollente e privarle dai filamenti nervosi (membrana e zone sanguinolente) con l'aiuto di un coltello.

A questo punto non bisogna far altro che riporle in un canovaccio e farle riposare per qualche ora sotto un peso.

Come si cucinano

La ricetta al Marsala rappresenta soltanto uno dei tanti modi in cui è possibile gustare la consistenza e il sapore di queste frattaglie bianche. Le animelle danno vita a ricette diverse e golose!

Possono essere cucinate impanate, stufate o in padella con un po' di sugo, arrostite su una griglia rovente oppure leggermente infarinate e cotte con burro e salvia.

Cosa sono le animelle fritte? Sono semplicemente frattaglie che sono state infarinate, ripassate nell'uovo e nella panatura e fritte in olio bollente.

Myriam Amato

Laureata in Informazione e sistemi editoriali, lettrice ostinata e appassionata di ricette tradizionali e nuovi orizzonti culinari.

Ti è piaciuto questo articolo? Commentalo!

Scrivi un Commento