Come fare i ravioli cinesi in casa

Pubblicato da: Myriam Amato - il: 08-03-2018 8:10 Aggiornato il: 27-02-2018 13:26

C’è da dire che i ravioli cinesi hanno conquistato davvero tutti con la varietà di ravioli cinesi bolliti, ravioli al vapore vegetariani o ravioli cinesi alla piastra che si possono ordinare nei ristoranti cinesi e nei take away. Ma come fare i ravioli cinesi in casa?

Ravioli al vapore- foto cookaround.com

La maggior parte delle persone crede ancora che l’impasto biancastro, la forma appiattita e il ripieno goloso dei ravioli cinesi non possano essere ricreati in una versione homemade. Eppure non è così!

È sufficiente accettare la sfida per creare i famosissimi Dim Sum e sperimentare ripieni originali a base magari di ingredienti nostrani.

Come fare i ravioli cinesi in casa

Jiaozi- foto donnesi.it

Esistono vari tipi di ravioli cinesi: jiaozi (bolliti o saltati in padella), guotie (saltati in padella e poi cotti al vapore) e gow gee (ravioli cinesi al vapore o fritti in abbondante olio).

Tutte le ricette dei ravioli cinesi condividono impasto e forma appiattita, ma differiscono per combinazione di condimenti e metodi di cottura.

Questo significa che una volta scoperto come fare i ravioli cinesi in casa sarà possibile scegliere come cucinarli e portarli in tavola.

Impasto ravioli

Pasta per ravioli cinesi- foto donnesi.it

La pasta per ravioli cinesi viene preparata con 125 g di farina di frumento e 75 ml di acqua (calda o a temperatura ambiente.

È sufficiente lavorare l’impasto fino a ottenere un composto morbido, lasciarlo riposare avvolto nella pellicola e tirarlo con il mattarello o la macchina per pasta fresca come se fosse una tradizionale pasta fresca all’italiana.

A questo punto occorre ritagliare i ravioli con un coppapasta rotondo e farcirli con il ripieno preferito.

Ripieno per ravioli cinesi

Raviolo di carne- foto foxlife.it

I ravioli cinesi possono nascondere ripieni davvero differenti in grado di abbracciare qualsiasi gusto o esigenza.

  1. Ripieno di carne

Preparare il ripieno per il raviolo di carne è davvero semplice dal momento che occorre tritare gli ingredienti senza cuocerli.

Basta sminuzzare un porro, due carote e delle foglie di verza e aggiungere zenzero fresco grattugiato, carne macinata di maiale e salsa di soia.

Non bisogna far altro che riempire ogni raviolo con un po’ di ripieno alla volta semplicemente posizionandolo al centro.

  1. Ripieno di pesce

È possibile farcire i ravioli cinesi con un goloso ripieno di pesce tagliando code di gamberoni, aggiungendo un pizzico di sale e un cucchiaio scarso di fecola. A questo punto basta mescolare gli ingredienti e farcire l’impasto dei ravioli!

  1. Ripieno vegetariano

Gli amanti delle verdure e le persone che seguono la dieta vegetariana possono creare un ripieno cruelty free tritando carote, porro e versa e aggiungendo zenzero e salsa di soia.

Come chiudere i ravioli cinesi

Come chiudere i ravioli cinesi- foto dissapore.com

La chiusura dei ravioli è la parte più importante per realizzare i ravioli cinesi, quello che distingue i tradizionali ravioli nostrani con la delizia orientale.

Fortunatamente è possibile chiudere i ravioli cinesi in tre modi differenti:

  • A mezzaluna – È possibile chiudere l’impasto a mezzaluna sigillando i bordi con i polpastrelli per evitare pasticci.
  • Culurgiones sardi– La classica chiusura del raviolo cinese può essere effettuata chiudendo il bordo con il pollice e il dito medio e tenendo i raviolo nel palmo dell’altro mano per realizzare tante pieghette.
  • A sacchetto – È possibile chiudere i ravioli cinesi piegando l’impasto a mezzaluna e chiudendo un’estremità verso un lato e l’altro dal lato opposto, come se fosse un sacchetto.

Come cucinare i ravioli cinesi

Ravioli cinesi al vapore- foto piccolericette.net

I ravioli cinesi fatti in casa possono essere cotti a vapore o in padella. Non resta che scoprire come portali in tavola:

  • Cottura al vapore – La ricetta dei ravioli al vapore richiede il posizionamento dei ravioli su un cestino di bambù posto sopra una pentola con acqua bollente, mettendo un po’ di carta forno alla base del cestino per evitare che si incollino durante la cottura.
  • Cottura in padella – In questo occorre cuocere i ravioli in una padella antiaderente con un po’ di olio senza muoverli o girarli, aggiungere un po’ di acqua e continuare la cottura con un coperchio per 10 minuti finché l’acqua con si consuma.
Myriam Amato

Laureata in Informazione e sistemi editoriali, lettrice ostinata e appassionata di ricette tradizionali e nuovi orizzonti culinari.

Ti è piaciuto questo articolo? Commentalo!

Scrivi un Commento

Termini di ricerca:

  • farcitura per ravioli carne cinesi