Asimina triloba frutto: proprietà e benefici del paw paw

Pubblicato da: Myriam Amato - il: 26-03-2020 7:19 Aggiornato il: 25-03-2020 14:37

La frutta esotica come il frutto dell'Asimina triloba ha conquistato molti italiani che scelgono di portarlo anche nei piatti tradizionali. Scopriamo il frutto paw paw!

Banano di montagna- foto commons.wikimedia.org

È un frutto dolce e profumato prodotto dalla Asimina triloba appartenente alla famiglia delle Annocaeae e tipica del Nord Est degli Stati Uniti. È stata riscoperta anche in Italia e in particolare nella Valtellina.

Il frutto di Asimina ha numerosi soprannomi locali: banano di montagna, banana povera, banano del nord, banana selvatica e mela cannella.

Per crescere spontaneamente la pianta di paw paw ha bisogno di inverni freddi con poche nevicate ed estati calde e piovoso.

La pianta vanta grandi foglie e un'altezza che raggiunge anche i 6 metri, fiori marroncini ermafroditi mentre frutti con un aspetto a metà strada tra la banana e il mango.

Il paw paw ha una buccia liscia di colore verde chiaro, una polpa tendenzialmente bianca e morbida, un interno caratterizzato da semi duri e scuri e un sapore dolciastro con un retrogusto che ricorda il cacao.

Varietà di Asimina triloba

Quando si parla di Asimina triloba si parla di diverse varietà, ognuna con un processo di maturazione diverso. Tra le piante di montagna più conosciute in Italia spiccano:

  • Prima 1216 – La pianta Asimina triloba Prima 1216 è una varietà che produce frutti grandi a polpa gialla dal sapore gradevolissimo.
  • Sunflower – L'Asimina triloba Sunflower genera frutti grandi dalla buccia tendente al giallo e la polpa color avorio. Hanno un buon sapore.
  • Overleese – Nel caso dell'Asimina triloba Overleese possiamo dire che da vita a frutti grandi dimensioni disposti gruppi con una polpa gialla e un sapore pieno.
  • Davis – La varietà presenta frutti di dimensioni variabili disposti a grappoli dalla polpa gialla e dal sapore ricco. Si conserva bene rispetto ad altre varietà.

Asimina triloba: Proprietà e benefici

I frutti di Asimina deve le sue proprietà incredibili al mix di vitamine, sali minerali, acidi grassi e aminoacidi essenziali. I frutti esotici vantano un apporto calorico pari a 82 Kcal ogni 100 grammi di prodotto.

Ma quali sono le proprietà dei frutti di Asimina? Perché includere i paw paw nella nostra alimentazione?

  • Antitumorale – Secondo alcuni studi le acetogenine contenute potrebbero svolgere un ruolo importante contro la proliferazione di cellule cancerogene.
  • Antiossidante – Le sostanze antiossidanti e in particolare flavonoidi fenolici contrastano l'azione ossidante dei radicali liberi, rallentando l'invecchiamento fisiologico.
  • Antisettico – La polvere ricavata dai semi di paw paw presenta un alcaloide tossico in grado di soffocare e uccidere i pidocchi. Ma attenzione a non ingerire i semi
  • Carenza di potassio – La ricchezza di potassio permette di sfruttare il banano del nord come integratore naturale di potassio in caso di carenza di magnesio o crampi muscolari.
  • Remineralizzante – Il mix di minerali come potassio, calcio e magnesio risulta perfetto per recuperare le energie dopo un allenamento duro o un periodo stressante.
  • Costruzione muscolare – A differenza di altri prodotti di origine vegetale, il frutto esotico contiene una percentuale proteica in grado di sostenere muscoli e tessuti.

L'Asimina è velenosa?

La presenza di acetogenine ha creato un po' di confusione e per questo il paw paw viene indicato spesso come velenoso.

In realtà le banane di montagna sono assolutamente commestibili perché prive di acetogenine, sostanze presenti invece nei semi, nelle foglie e nei rami.

Più in particolare la pericolosità delle acetogenine è legata alla loro capacità di sviluppare un'azione antimitotica che impedisce la divisione cellulare.

È per questo che non bisogna mai masticare e ingoiare i semi della banana di montagna, pena la comparsa di nausea, vomito e dolori addominali.

Se i semi vengono ingoiati accidentalmente interi, invece, non c'è pericolo di subire gli effetti tossici in quanto il tegumento esterno non viene disgregato dai succhi gastrici.

Asimina triloba: Coltivazione

Paw paw- foto flickr.com

I frutti si rovinano facilmente e per questo vanno raccolti maturi e consumati quasi immediatamente, motivi per i quali sono poco commercializzati.

La pianta Asimina triloba è propensa a una coltivazione nei territori italiani con un clima favorevole, vale a dire freddo in inverno e caldo in estate.

La prima cosa da fare è acquistare una pianta di Asimina triloba (prezzo variabile a seconda dell'età e della varietà) e trovare un terreno con 5,5-7,5 di PH.

A questo punto occorre mettere a dimora la pianta ponendola in una buca a 2,5 metri da altre piante, tenendo le radici lontano dai tubi dell'impianto di irrigazione ed evitando annaffiamenti abbondanti.

In alternativa è possibile seminare la Asimina triloba con una coltivazione da seme in modo diretto o dopo un periodo di stratificazione di 90 giorni.

I semi devono essere posti sotto uno strato di sabbia umida in contenitore adatto e tenuti a una temperatura di circa 5 gradi per essere coltivati nella primavera successiva.

In ogni caso l'Asimina triloba frutto raggiunge la sua maturazione a seconda del clima e della varietà, ma in linea di massima va da fine Agosto ad Ottobre.

Asimina triloba: Come si mangia?

Gli appassionati di cucina possono consumare il frutto esotico al naturale oppure inserirlo in ricette dolci dal sapore esotico.

Forse il frutto di Asimina triloba ha un prezzo al Kg notevole a causa della sua deperibilità, ma perlomeno la polpa non annerisce come accade per altri frutti e non richiede l'aggiunta di limone.

Per tutti gli altri casi, invece, l'Asimina triloba è presente nelle ricette prevalentemente dolci come creme, frullati, gelato o dolci al cucchiaio.

Controindicazioni

Il consumo di paw paw non presenta particolari controindicazioni, fatta eccezione per i soggetti che soffrono di allergie. Il frutto esotico potrebbe il causare dermatiti allergiche.

Myriam Amato

Laureata in Informazione e sistemi editoriali, lettrice ostinata e appassionata di ricette tradizionali e nuovi orizzonti culinari.

Ti è piaciuto questo articolo? Commentalo!

Scrivi un Commento

Termini di ricerca:

  • asimina triloba