Cavolo nero: proprietà, a cosa fa bene e ricette

645

Il cavolo nero è una fonte di sostanze positive per la nostra salute. Le proprietà di quest’ortaggio lo rendono un alimento depurativo e immunostimolante. Presenta anche altri effetti positivi che riguardano la salute, ma di …

Il cavolo nero è una fonte di sostanze positive per la nostra salute. Le proprietà di quest’ortaggio lo rendono un alimento depurativo e immunostimolante. Presenta anche altri effetti positivi che riguardano la salute, ma di questo ne parleremo più avanti.

Da novembre fino ad aprile, possiamo trovare il cavolo nero e a seconda della città, l’acquisto di questo alimento diventa una vera e propria impresa. Addirittura in alcuni posti non è reperibile.

Dopo questa breve introduzione su quando non mangiare il cavolo nero e reperibilità, cerchiamo di conoscere meglio questo tipo di cavolo. Per cui adesso iniziamo subito dalle sostanze che contiene.

Cavolo nero: proprietà nutrizionali

Il cavolo nero dispone di un buon numero di sostanze positive per la salute del nostro organismo. Come tutti i tipi di verdura, anche questa dovrebbe essere sempre parte integrante nella propria dieta alimentare. Almeno per tutta la stagione di reperibilità dell’ortaggio. Ecco cosa contiene:

  • Fibre
  • Acido folico
  • Vitamina C
  • Minerali (ferro, potassio, calcio)
  • Sostanze antiossidanti

È praticamente un mix di benefici per salute del nostro corpo. E fra poco lo dimostreremo, grazie all’elenco di effetti positivi che sono stati riscontrati nell’organismo di una persona che consuma regolarmente cavolo nero.

Benefici del cavolo nero

a cosa fa bene il cavolo nero

Un ortaggio che migliora le difese del nostro organismo, incide positivamente sul sistema digestivo, combatte i radicali liberi, etc. Di cosa stiamo parlando? Ma del cavolo nero ovviamente.

Questo tipo di verdura si è rivelata ottimale per contrastare diversi problemi che riguardano la salute di un individuo. Adesso illustreremo a cosa fa bene il cavolo nero:

  • Vitamina C. Grazie a questo tipo di vitamina, il nostro organismo avrà maggior protezione contro virus e dolori dovuti ai cambi di stagione.
  • Sostanze antiossidanti. Sono in grado di alleviare o eliminare molti tipi di infiammazioni. Inoltre come in molti sapranno già, le sostanze antiossidanti hanno il potere di combattere le cellule tumorali.
  • Fibre. Migliorano il transito intestinale. Combattano la stitichezza ed aiutano a prevenirla.
  • Depurativo. È ricco di sostanze che depurano l’organismo da scorie e tossine. Non a caso esistono anche le tisane depurative.
  • Anemia. L’organismo ha sempre bisogno di minerali per essere al massimo della sua efficienza. Il ferro rientra tra questi, specialmente se una persona è affetta da anemia. In quest’ultimi casi le carenze di ferro sono comuni e per porre rimedio alimenti, tra cui questo cavolo, contenenti questo minerale sono indispensabili.
  • Potassio. Una carenza di questo minerale può comportare diversi problemi che riguardano la salute di un individuo. Per tanto essere certi che il regime alimentare condotto sia ricco di minerali quali potassio, ferro, magnesio, sodio, manganese, etc.

Cavolo nero, le curiosità da conoscere

Come abbiamo visto, il cavolo nero è un ottimo alleato per la nostra salute e questo era risaputo anche in passato.

Spesso le persone cercano prodotti salutari e si affidano a quasi tutto quello che il mercato dispone, quando basterebbe semplicemente prediligere verdura e frutta per stare bene e non integratori o diete bizzare.

Il cavolo nero in medicina era impiegato per guarire diversi problemi. Ad esempio, le infiammazioni, le distorsioni, le percussioni, le tumefazioni, etc. Tramite degli impacchi con le sue foglie si ottenevano gli effetti positivi sopra citati.

Sembrebbe che il cavolo nero offra benefici anche contro le ulcere gastriche. Ma solamente se abbinato alla terapia e non singolarmente.

Proprio per il sostanzioso contenuto di vitamina C, si rivela un rimedio naturale contro l’influenza al 100%.

Che differenza c’è tra cavolo nero e verza?

Il cavolo nero e la verza sono entrambi ortaggi della famiglia delle Brassicaceae, ma presentano differenze significative:

  • Aspetto: Il cavolo nero ha foglie lunghe, strette e ricurve di colore verde scuro, con una consistenza rugosa. La verza ha foglie più larghe, tonde e compatte, che possono variare dal verde chiaro al verde scuro, con una superficie più liscia.
  • Gusto e consistenza: Che gusto ha il cavolo nero? Ha un sapore robusto e leggermente amaro, con una consistenza leggermente croccante. La verza ha un gusto più dolce e delicato, con foglie più tenere che diventano morbide e succose quando cotte.
  • Utilizzo: Il cavolo nero è ottimo per zuppe, stufati, saltati in padella e può essere utilizzato anche come involucro per arrotolare ripieni. La verza è spesso usata per involtini ripieni, insalate, zuppe e piatti fermentati come i crauti.

Cavolo nero: 3 ricette buonissime

cavolo nero ricette

Fino ad ora abbiamo parlato di quanto sia buono per il nostro stato di salute. Mentre in cucina non abbiamo detto niente a proposito.

Una delle sue migliori caratteristiche è la sua versatilità in cucina: cavolo nero in padella, zuppa di cavolo nero, minestra di cavolo nero, pasta con cavolo nero, risotto con cavoli neri, cavolo nero al forno e così via. Per tanto vedremo adesso alcune ricette con il cavolo nero.

Cips al cavolo nero

Questa ricetta è molto semplice, ma il risultato sarà sorprendente. Vediamo come realizzare le cips al cavolo nero. Buone, croccanti e di grande impatto sul palato.

  • Prendere le foglie e pulirle accuratamente. Quindi acqua fredda e un po’ di pazienza per pulire. Il numero delle foglie è facoltativo.
  • Adesso le foglie dovranno essere asciugate con un panno e successivamente poste su di una teglia da forno. Cospargere olio d’oliva, sale e pepe e in fine infornare il tutto.
  • Attendere circa 5/10 minuti e cuocere a 180°. Una volta pronte per esaltare il sapore è possibile aggiungere su di esse aglio tritato e parmigiano.

Pesto di cavolo nero

Ecco un altra ricetta buona e facile da preparare. Il pesto al cavolo nero, un mix di sapori ed aromi che insieme offrano benifici alla salute e tanta gioia per il palato.

Ingredienti

  • 350 g cavolo nero
  • 20 g pinoli
  • 50 g noci
  • 1/2 spicchio di aglio
  • 5 cucchiai grandi di olio di oliva
  • sale q.b.

Preparazione

  • Per prima cosa prendere il cavolo nero e pulirlo in maniera meticolosa. Togliere tutto e conservare solamente le foglie.
  • Prendere un contenitore dove collocare il cavolo pulito e aggiungere anche i seguenti ingredienti: l’olio d’oliva, le noci, l’aglio e i pinoli. Frullare il tutto per almeno 2 minuti.
  • Adesso il pesto è pronto per essere gustato. È possibile renderlo anche più liquido se viene aggiunta un po’ d’acqua.

Gnocchetti al cavolo nero e Taleggio

Ingredienti

  • 500 g patate a pasta bianca o buccia rossa e pasta gialla
  • 300 g cavoli neri
  • 150 g farina di grano tenero tipo 00
  • 200 g Taleggio
  • 4 foglie di salvia
  • 1 cucchiaio di latte
  • formaggio grattugiato q.b.
  • sale q.b.

Preparazione

  • Pulire il cavolo nero (eliminare le coste dure e legnose), lavare le foglie in acqua fresca corrente e lessarle in poca acqua salata per 10 minuti.
  • Scolare le foglie di cavolo, metterle in un colino ed esercitare un po’ di pressione con un cucchiaio per levare i residui d’acqua.
  • Prendere la mezzaluna e tritare le foglie cotte molto finemente su un tagliere.
  • Lavare le patate e lessarle o in alternativa procedere con la cottura a vapore per circa 30 minuti.
  • Pelare le patate quando sono ancora calde, schiacciarle in una ciotola, aggiungere un pizzico abbondante di sale, la farina e le foglie di tritate e impastare tutti gli ingredienti.
  • Dividere il composto in quattro parti e lavorarle separatamente.
  • Stendere su un tagliere di legno ben infarinato ciascun impasto e lavorarlo fino a creare un rotolino di un paio di centimetri di diametro.
  • Tagliare con un coltello dei pezzetti da un paio di centimetri e disporli su uno strofinaccio infarinato in modo da non farli attaccare gli uni agli altri.
  • Mettere il Taleggio a cubetti, le foglie di salvia lavate e spezzettate grossolanamente, il latte in una padella antiaderente e far sciogliere a fuoco lento fino a ottenere una crema
  • Spegnere il fuoco e coprire la padella.
  • Lessare gli gnocchi in abbondante acqua salata e ritirarli con una ramina forata appena raggiungono la superficie.
  • Mettere gli gnocchi di patate e cavolo nero direttamente nella padella del condimento a fuoco acceso e mescolare molto delicatamente per qualche minuto.
  • Servire gli gnocchetti ben caldi con una spolverata di formaggio grattugiato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chiudi
Chef si diventa, cucinando con
© Cucinarefacile.com - Seowebbs Srl - P.Iva 04278590759
Non perderti le ultime novità! Vuoi ricevere una notifica quando pubblichiamo un'aggiornamento? No, grazie Sì, certo