Come cuocere le lasagne fresche e secche

0

Le lasagne portano in tavola tutto il sapore della tradizione culinaria italiana, quella che ci rende famosi nel mondo. Ma sappiamo come cuocere le lasagne fresche e secche? Tra gli amanti della pasta fresca e …

Le lasagne portano in tavola tutto il sapore della tradizione culinaria italiana, quella che ci rende famosi nel mondo. Ma sappiamo come cuocere le lasagne fresche e secche?

Tra gli amanti della pasta fresca e chi usa la foglia secca, l’unica cosa certa è che cuocere le lasagne fresche e secche non è la stessa cosa.

Da un lato la pasta fresca rende le lasagne più morbide mentre dall’altro lato le lasagne con pasta secca Barilla e company danno più corpo al piatto.

Tuttavia l’uso della pasta fresca lascia spazio a molte domande, da chi si chiede se le lasagne fresche vanno sbollentate a chi si interroga sulla cottura delle lasagne fresche.

La situazione non cambia quando si decide di preparare ricette con lasagne secche e non si sa benissimo come cuocere le lasagne secche.

Come cuocere le lasagne fresche e secche

La chiave per ottenere lasagne perfette e golosissime è imparare come cuocere le lasagne fresche e come cuocere le lasagne secche.

Non ci resta che capire tutti i segreti per preparare le lasagne alla bolognese, le lasagne al sapore di mare, le lasagne con spinaci, le lasagne al pesto e altri tipi di lasagne.

Come cuocere le lasagne fresche

Prima di scoprire come cuocere le lasagne fresche è necessario preparare la sfoglia fresca mettendo le mani in pasta.

La prima cosa da fare è setacciare 500 g di farina 00 su un piano di lavoro, formare la fontana e versare al centro 5 uova e un pizzico di sale. Quindi, lavorare l’impasto prima con una forchetta e poi con le mani.

Dopo aver ottenuto un impasto liscio, occorre coprirlo con un panno pulito e farlo riposare per almeno 30 minuti. Successivamente bisogna lavorare l’impasto con il matterello, stendere una sfoglia sottile e tagliarla in modo da recuperare sfoglie rettangolari.

Ma dopo come si sbollentano le lasagne? Quanto far bollire le lasagne? Bisogna far sbollentare poche sfoglie di pasta alla volta in acqua salata bollente un po’ salata per 1-2 minuti.

Successivamente è necessario ripassare le foglie in un recipiente di acqua fredda e farle asciugare poggiandole su un panno asciutto.

In linea di massima si possono usare anche le lasagne fatte in casa senza precottura assemblando le sfoglie e preparando una besciamella fluida (o anche un sugo fluido) in modo da cuocere le lasagne direttamente in forno. In questo caso ci vorrà più tempo.

Come cucinare le lasagne secche

Le lasagne secche presentano una consistenza diversa rispetto a quelle di pasta fresca e sembrano più corpose e dure.

Proprio per questo le lasagne secche non hanno bisogno di essere sbollentate in acqua salata prima di essere disposte nel tegame e condite.

Ciò nonostante è bene sapere che, essendo porose, richiedono un condimento più umido perché in questo modo possono assorbirlo, ammorbidirsi e cuocersi in forno in modo corretto.

Come ammorbidire le lasagne in versione secca? Basta bagnare un foglio di carta forno, strizzarlo, stropicciarlo e posizionarlo sulla foglia prima di passarla al microonde a potenza media per un paio di minuti. In alternativa è possibile aumentare la dose della besciamella o rendere il sugo più fluido.

Quanto tempo prima si possono fare le lasagne?

Le lasagne diventano più buone se vengono preparate il giorno prima perché così facendo gli ingredienti si amalgamano tra loro. In più si risparmia tempo, considerando che il ragù richiede 2-3 ore di cottura.

E allora, come riscaldare le lasagne del giorno prima? Non bisogna far altro che mettere la teglia in forno preriscaldato a 190 gradi per 10-15 minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chiudi
Chef si diventa, cucinando con
© Cucinarefacile.com - Seowebbs Srl - P.Iva 04278590759