Come scegliere le patate giuste in cucina

Pubblicato da: Myriam Amato - il: 14-08-2018 7:03 Aggiornato il: 05-07-2019 11:55

La patata è un ingrediente basilare in cucina che si presenta sotto forma di numerose varianti dalle caratteristiche differenti. Oggi scopriamo come scegliere le patate giuste in cucina!

Patate- foto ilgiornaledelcibo.it

Gli amanti di cucina devono conoscere la consistenza, la percentuale di amido e acqua, il sapore e la reazione alle diverse preparazioni di ogni tipologia di patate presente in natura per preparare manicaretti davvero golosi e succulenti.

I diversi tipi di patate sono reperibili tutto l'anno, anche se le primizie delle patate novelle si possono trovare dal fruttivendolo soltanto da aprile a luglio.

Tipologie di patate

L'analisi sommaria delle caratteristiche delle tipologie più comuni di patate può aiutare a imparare come scegliere le patate giuste per la preparazione e a destreggiarsi meglio in cucina.

Devi sapere che le tipologie di patate variano in virtù del tipo di cottura e della ricetta che si intende preparare:

  • Patate a buccia rossa – La variante deve essere lavata e spazzolata prima di poter essere consumata con la buccia a seguito di lunghe cotture e alte temperature.
  • Patate novelle – Si tratta di patate di piccole dimensione che non sono ancora troppo mature e possiedono una buccia sottile, l'ideale per una cottura al forno oppure con uno stufato di carne.
  • Patate a pasta gialla – Questo tipo di patata contiene una grande percentuale di acqua e riserva un sapore dolce, l'ingrediente perfetto per preparare una base cremosa, una vellutata e un purè oppure per gustare la patata lessa.
  • Patate a pasta bianca – La patata a pasta bianca contiene meno acqua ed è più farinosa e risulta particolarmente indicata per la preparazione di gnocchi e tortini.
  • Patate dolci – Le patate americane sono caratterizzate da un sapore dolce e ricercato e un colore aranciato, l'ideale per dessert speziati o vellutate.

Come scegliere le patate giuste in cucina

Le patate rappresentano vere alleate in cucina perché permettono di arricchire pietanze tradizionali, creare le basi per preparazioni originali, addensare pietanze troppo liquide e insaporire i contorni.

Quando si decide di acquistare le patate è preferibile optare per patate a pasta soda dal colore uniforme ed evitare tuberi con macchie e germogli.

La scelta deve ricadere sul tipo di patata che più si addice alla preparazione che si intende portare in tavola e al gusto personale.

Non bisogna dimenticare di cercare di prendere delle patate della stessa dimensione per ottenere una cottura omogena.

Come conservare le patate

Le patate si conservano in un luogo fresco, buio e areato anche mesi, basta riporle in una cassetta di legno e coprirle con un panno per evitare la comparsa dei germogli.

Le patate novelle, invece, non possono essere tenute oltre una settimana dall'acquisto, sempre e rigorosamente conservate nella parte bassa del frigorifero.

Myriam Amato

Laureata in Informazione e sistemi editoriali, lettrice ostinata e appassionata di ricette tradizionali e nuovi orizzonti culinari.

Ti è piaciuto questo articolo? Commentalo!

Scrivi un Commento