Come scegliere e conservare la zucca

Pubblicato da: Myriam Amato - il: 30-10-2017 8:29 Aggiornato il: 26-10-2017 17:32

La zucca è un ortaggio dolce, polposo, colorato e protagonista assoluto di ricette dolci e salate autunnali, un eccezionale ingrediente ricco di virtù. Ma sappiamo davvero come scegliere e conservare la zucca?

Come scegliere e conservare la zucca- foto lortofruttifero.it

Questo virtuoso ortaggio è caratterizzato da una ricchezza di acqua e fibre, un mix di sostanze nutritive (vitamina A, vitamina C e minerali) e un ridotto apporto calorico, caratteristiche estremamente apprezzate da un regime alimentare ipocalorico e non solo.

I semi di zucca, poi, riservano un’importante fonte di acidi grassi essenziali Omega 3 e Omega 6, vitamine e sali minerali che possono aiutare a gestire i disturbi alle vie urinarie.

Ebbene le 18 calorie per ogni 100 grammi di prodotto costruiscono un apporto calorico molto ridotto che rende questo ortaggio perfetto per arricchire ricette di ogni genere.

È importante saper scegliere e conservare la zucca per riuscire a godere degli incredibili benefici di questo ortaggio autunnale.

Varietà

In natura esistono diverse varietà di zucca che hanno conquistato il cuore e il palato degli appassionati di cucina:

  • Zucca baby boo – Il suo peso è di circa 100-220 grammi, riserva un sapore delizioso e rappresenta una varietà a bassa resa.
  • Zucca Butternut – La zucca dolce è caratterizzata da una polpa tenera e vellutata, un sapore dolcissimo e una particolare predilezione per la preparazione di vellutate, croissant e crostate con marmellata di zucca.
  • Zucca Kuri Kabocha o Hokkaido – Si tratta di una varietà che nasce nell’Isola di Hokkaido distinguibile per la forma a “pera” gigante e il peso compreso tra 1 e 3 chili.
  • Zucca marina di Chioggia – Questa zucca antica si presenta come un frutto verde globoso schiacciato ai poli che può superare anche 10 kg di peso.
  • Zucca Patissone – È un ortaggio antico caratterizzato da una forma insolitamente schiacciata, un peso che oscilla dai 200 grammi ai 2 chilogrammi e un sapore che evoca quello del carciofo.
  • Zucca spaghetti – Trova origine in Manciuria (Cina), presenta un peso compreso tra i 2 e i 4 kg e nasconde la particolarità di sfibrarsi a mo’ di spaghetti una volta cotta.
  • Zucca Table Queen – La zucca made U.S.A. è soprannominata acorn squash ovvero zucca ghianda per via della forma simile alle ghiande di quercia. Dunque il suo sapore ricorda quello delle noci, il suo peso oscilla tra i 500 e gli 800 grammi e la sua polpa risulta insolitamente asciutta e compatta.
  • Zucca trombetta d’Albenga – La Cucurbita moschata è una varietà tipica di Albenga caratterizzata da una forma allungata a tromba, una lunghezza che può superare il metro e un peso che può raggiungere i 4 chili.
  • Zucca bianca – L’insolita zucca si presenta con una polpa dolce e una consistenza estremamente delicata, una varietà che non si trova facilmente presso i consorzi agrari.

Come scegliere la zucca

A partire da ottobre e per gran parte dell’anno è possibile trovare la zucca perfetta per dar vita a ricette inedite.

La scelta della zucca nasconde un segreto imprescindibile: è sufficiente dare dei piccoli colpetti sul frutto e ascoltare il suono che viene prodotto (se sordo e cupo segnalano una zucca matura e soda).

È importante tenere a mente che, nonostante le dimensioni, le zucche conservano una grande percentuale di scarto (buccia e semi parti al 30% del peso).

In ogni caso è meglio acquistarla intera e decidere come tagliare la zucca da sé per essere sicuri che la parte esposta non sia asciutta e per avere contezza delle parti selezionate e di quelle scartate.

Come conservare la zucca

La zucca è un ortaggio che riesce a resistere lontano dall’orto per intere settimane, senza manifestare particolari segni di sofferenza.

Non resta che scoprire come conservare la zucca:

  • Zucca intera – È fondamentale riporla in un luogo fresco, buio e asciutto a una temperatura ambiente tra i 18 e i 22 gradi per farla mantenere per mesi.
  • Zucca tagliata – Quando non è possibile consumarla per intero è necessario tagliarla a fette, avvolgerla nella pellicola e riporla in frigo se si ha intenzione di consumarla entro pochi giorni oppure sbucciarla, tagliarla a cubetti e congelare la zucca in sacchetti da freezer se si ha voglia di usarla nell’arco di qualche mese.
  • Zucca cotta – La zucca bollita o già cucinata può essere conservata semplicemente riponendola in un contenitore con chiusura ermetica nel congelatore.
Myriam Amato

Laureata in Informazione e sistemi editoriali, lettrice ostinata e appassionata di ricette tradizionali e nuovi orizzonti culinari.

Ti è piaciuto questo articolo? Commentalo!

Scrivi un Commento

Termini di ricerca:

  • cone scegliere la zucca
  • scegliere la zucca
  • come conservare la zucca batermutut
  • come scegliere la zucca
  • congelare tromba dalbenga