Vinaigrette francese: cos’è, traduzione, a cosa serve, ricetta originale e varianti

110

Fresco, leggero e aromatico: il dressing vinaigrette promette di dare ai piatti una marcia in più tutta da scoprire. Scopriamo a cosa serve la vinaigrette, la ricetta e i consigli per prepararla in casa. Insalata …

Fresco, leggero e aromatico: il dressing vinaigrette promette di dare ai piatti una marcia in più tutta da scoprire. Scopriamo a cosa serve la vinaigrette, la ricetta e i consigli per prepararla in casa.

Insalata d’anatra con mango e emmentaler, penne al polpo con olive, tagliata con spinaci, pinoli e le gruyère: la vinaigrette si adatta a qualsiasi piatto.

Questo condimento dona una nota acidula e allo stesso tempo gustosa in grado di solleticare le papille gustative a ogni boccone.

Vinaigrette: Cos’è e traduzione

Si chiama “vinaigrette” e altro non è che un’emulsione di origine francese apprezzata orma in tutto il mondo.

La parola francese “vinaigre” dalla quale prende origine il nome dell’emulsione significa essenzialmente “aceto”.

Si tratta quindi di un’emulsione a base di aceto e olio che risponde a chi si chiede come condire l’insalata in modo sano e che si adatta a qualsiasi piatto: insalate, verdure, pesce e carne.

Vinaigrette: Ricetta originale e tecnica

Non è difficile fare la salsa vinaigrette fatta in casa, ma occorre tenere a mente qualche piccolo consiglio per non sbagliare.

Tutto quello che bisogna fare è emulsionare 1/3 di aceto di vino bianco e 2/3 di olio extravergine di oliva e aggiungere un pizzico di sale.

Più in particolare occorre versare un pizzico di sale in un recipiente, aggiungere 50 ml di aceto di vino bianco e mescolare con una frusta.

A questo punto, continuando a mescolare, versare 150 ml di olio extravergine di oliva a filo fino a creare un’emulsione liscia e omogenea.

I consigli in più per non sbagliare con la vinaigrette

La prima cosa da sapere è che le due parti liquide, quella dell’aceto e quella dell’olio, devono essere ben emulsionate. Altrimenti non si può parlare di vinaigrette.

È possibile dosare la nota acidula semplicemente diminuendo o aumentando la quantità di aceto di vino bianco. In alternativa è possibile sostituire l’aceto della vinaigrette con aceto balsamico, aceto di mele o aceto di vino rosso.

La vinaigrette francese può essere arricchita con spezie e altri ingredienti per diventare qualcosa di diverso di volta in volta. Sì a pepe nero, senape, rosmarino, menta, basilico, timo e così via.

Che si tratti di vinaigrette della ricetta originale o una rivisitazione resta essenziale aggiungere l’olio EVO a filo soltanto alla fine.

Come addensare la vinaigrette? È possibile rendere l’emulsione ancora più densa semplicemente aggiungendo dell’amido di mais o della panna.

Se non si ha voglia e tempo di emulsionare gli ingredienti a mano allora è possibile preparare la vinaigrette col Bimby o mixer: versare gli ingredienti e azionare per 30-50 secondi.

Per il resto sarebbe meglio usare il dressing appena pronto per evitare che l’olio e l’aceto si separino. Tuttavia è possibile travasarlo in un barattolo con chiusura ermetica, conservarlo in frigo per un paio di giorni e lavorarlo con le fruste prima dell’utilizzo.

Le varianti della vinaigrette

La ricetta della vinaigrette può essere rivisitata aggiungendo uno o più ingredienti in modo da creare qualcosa di diverso. Ecco alcune delle varianti più apprezzate:

  • Vinaigrette al limoneCome si fa la citronette? La vinaigrette al limone o citronette è una variante che sostituisce l’aceto di vino bianco con il succo di limone. L’emulsione avrà un sapore acidulo, ma decisamente più fresco. È ideale per le insalate, le carni bianche e le marinature.
  • Vinaigrette alla senape – La ricetta resta la stessa, ma prevede l’aggiunto di un po’ di senape per rendere l’emulsione più gustosa. È perfetta per l’insalata e i piatti a base di pesce.
  • Vinaigrette all’aceto di mele – Questa versione prevede la sostituzione dell’aceto di vino bianco con l’aceto di mele. Il risultato è decisamente più delicato.
  • Vinaigrette alla curcuma – La curcuma dona un tocco speziato (profumo leggermente dolce e sapore che ricorda il curry) all’emulsione.
  • Vinaigrette alla senape –  È un’emulsione a base di aceto, olio EVO e senape, ideale per insaporire piatti a base di carne e pesce, insalate e crudités. Si presta anche all’aggiunta di miele.
  • Vinaigrette al miele – Questa emulsione è il condimento perfetto per servire frutta, verdura e formaggi. Il segreto? L’aggiunta del miele alla ricetta base.
  • Vinaigrette brasiliana – La brazilian vinaigrette è una versione arricchita con cipolle e pomodori, decisamente adatta per le carni rosse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chiudi
Chef si diventa, cucinando con
© Cucinarefacile.com - Seowebbs Srl - P.Iva 04278590759