Ciambella classica

La ciambella classica è uno dei dolci più classici preparato in casa, quello che riporta la mente alle merende da bambini e alla spensieratezza di quei tempi. Ecco come prepararla! Perché la ciambella si chiama …

La ciambella classica è uno dei dolci più classici preparato in casa, quello che riporta la mente alle merende da bambini e alla spensieratezza di quei tempi. Ecco come prepararla!

Perché la ciambella si chiama ciambella? Esistono molte versioni di ciambellone morbido, ma ciò che senz’altro le accomuna è la forma tonda con un foro al centro, per ottenere la quale, basta cuocere l’impasto nell’apposito stampo da forno.

Come si diceva, dunque, è genericamente definita “ciambella” o “ciambellone” qualsiasi preparazione (anche salata) che presenti questa forma circolare. Sono sovente preparate anche ciambelle salate con l’utilizzo di vari ingredienti, quali verdure o insaccati a dadini.

Per quanto concerne, invece, le versioni dolci della ciambella classica con burro è possibile differenziarle in base agli ingredienti utilizzati e alle tradizioni culinarie dei vari Paesi.

Le varianti più comuni della ciambella semplice prevedono l’aggiunta di altri ingredienti nell’impasto (es. ciambella classica bicolore o marmorizzataciambella allo yogurt; ciambella con gocce di cioccolatociambella al cacaociambella al limone; ciambella all’arancia; ciambella al coccociambella al caffèciambella con ricotta; ciambella alle noccioleciambellone alla Nutella). In qualunque caso si otterrà una ciambella morbida.

Si può aggiungere anche una farcitura a base di crema una copertura glassata (più comune quella al cioccolato) che faccia somigliare la ciambella sofficissima al classico “donut” americano (ciambella fritta per intenderci). Ormai le ciambelle americane sono apprezzatissime anche da noi.

Il ciambellone soffice e dolce può soddisfare ogni esigenza, dalla ciambella classica senza burro alla ciambella classica senza uova fino alla ciambella classica senza latte. Esiste anche la versione della ciambella all’acqua.

Come mantenere la ciambella morbida? Strano, ma vero: a volte la ciambella classica della nonna non viene consumata tutta nel momento in cui viene servita. Per fortuna si può conservare in una campana di plastica o vetro per qualche giorno.

Curiosando tra le varie cucine nazionali, poi, potremo “scoprire” varianti della ciambella classica nella ricetta e soprattutto nomenclature tipiche che celano tradizioni talvolta millenarie.

Meritano, tra queste, di essere citate:

  • il cuddrurieddru (calabrese), che è una ciambella fritta allestita con farina e  patate lesse. Le ciambelle di patate sono tipiche del periodo natalizio;
  • le graffe (napoletane), le ciambelle fritte con patate lesse ricoperte con zucchero semolato;
  • la ciambella a cancello (laziale), preparata con vino e anice;
  • la ciambella frastagliata (marchigiana), anch’essa a base di liquore all’anice (Mistrà);
  • la ciambella ellenese a base di cannella e coperta con acqua di rose.
  • la ciambelle di mele realizzata con le mele sbucciate, tagliate e ripassate in pastella (rigorosamente fritte). Tuttavia le ciambelle fritte della ricetta classica sono state rese più light: la versione della ciambella di mele al forno è apprezzataugualmente.
  • la ciambella classica romagnola (conosciuto anche come bensone o brazadela), l’unica ciambella senza buco. La ricetta della ciambella romagnola classica porta in tavola un dolce rustico, friabile e biscottato da gustare così oppure imbevuto in po’ di vino.

Tante particolarità, dunque, e nomi differenti per indicare tutte una ciambella con ricetta classica e squisita, sia essa dolce, sia essa una ciambella salata.

Oggi ci dedichiamo al tradizionale in ogni senso… la ricetta della ciambella, quella classica, semplice e di base. La ricetta fuga ogni dubbio su che tipo di farina usiamo per le ciambelle, quale olio usare per il ciambellone e il perché il ciambellone non viene soffice (o meglio perché la ciambella è dura).

Gli appassionati di cucina possono preparare la ciambella classica anche col Bimby o raddoppiare le dosi per avere un ciambellone gigante soffice!

Come abbellire la ciambella dipende dalla combinazioni di sapori e dai gusti personali: zucchero a velo, scaglie di cioccolato, granella di nocciole, codette colorate e così via. Non c’è che l’imbarazzo della scelta.

Non ci resta che scoprire come portare in tavola la ciambella della nonna seguendo la ricetta della nostra ciambella sofficissima!

P.S. Sbizzarritevi anche con le varianti della ciambella. Tra le ricette più apprezzate ci sono a ricetta della ciambella bicolore, la ricetta della ciambella senza burro (sostituendolo con oli EVO per esempio) e la ricetta del ciambellone allo yogurt.S

3.20 from 42 votes

Ciambella classica

Ricetta: Ciambella classica

Ingredienti

300 g di farina di tipo 00

    150 g di zucchero

      3 uova

        Mezzo bicchiere di olio di semi (girasole, mais o arachidi)

          Mezzo bicchiere di latte

            1 limone

              1 bustina di lievito

                Istruzioni

                • In una ciotola, montate le uova con lo zucchero, con l'utilizzo delle fruste elettriche. Aggiungete l’olio e poi la farina già mescolata con il lievito, entrambi setacciati ed il latte.
                • Infine, unite la scorza di limone grattugiata e mescolate bene sempre con la frusta elettrica.
                • Versate il composto in uno stampo a ciambella precedentemente imburrato e infarinato.
                • Cuocete in forno pre-riscaldato a 180°C per circa 40 minuti.
                • Spolverizzate con lo zucchero a velo e servite, calda e profumata.

                Join the Conversation

                Lascia un commento

                Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

                Valutazione ricetta




                Chiudi
                Chef si diventa, cucinando con
                © Cucinarefacile.com - Seowebbs Srl - P.Iva 04278590759