Cous cous: cos’è, calorie, come si cucina e ricette

592

Il cous cous è un piatto a base di vari cereali originario del Nord Africa, ottimo con le carni, il pesce e le verdure, aiuta a mantenere il corpo idratato e previene l’affaticamento. È diventato …

Il cous cous è un piatto a base di vari cereali originario del Nord Africa, ottimo con le carni, il pesce e le verdure, aiuta a mantenere il corpo idratato e previene l’affaticamento.

È diventato un pilastro della cucina mediterranea e ha conquistato il palato di milioni di persone: cous cous con carne, cous cous di pesce, cous cous carne e verdure. Non c’è limite alle combinazioni che può portare in tavola.

Cosa rende questo piatto così speciale? Esploriamo insieme il mondo affascinante del couscous, dalle sue radici alle sue caratteristiche nutrizionali e agli infiniti modi in cui può essere utilizzato in cucina.

Cous cous: cosa è esattamente?

Chiamato anche cuscus o couscous, questo piatto tradizionale del Nord Africa, particolarmente diffuso in paesi come Marocco, Algeria, Tunisia e Libia, non è altro che una  preparazione a base di semola di grano duro che viene cotta al vapore e poi sgranata in piccoli granelli.

La sua consistenza leggera e sgranata lo rende un accompagnamento perfetto per una vasta gamma di piatti, dall’agnello al pesce, dalla verdura alla carne.

La diffusione di questo alimento ha portato all’arrivo di vari tipi di cous cous, varianti prodotte usando altri tipi di semole. Un esempio? Quello di orzo.

Caratteristiche nutrizionali del cous cous

Dal punto di vista nutrizionale, il couscous offre numerosi benefici. Iniziamo rispondendo a chi si chiede “che cos’è il cous cous, è un carboidrato?”. È una fonte eccellente di carboidrati complessi, che forniscono energia a lungo termine, mantenendo stabili i livelli di zucchero nel sangue.

Cous cous e calorie. Se pensiamo all’apporto calorico, non è un piatto propriamente light: si parla di 350 calorie ogni 100 grammi di cous cous.

È anche relativamente basso in grassi e contiene una buona dose di fibre, che favoriscono la salute digestiva e contribuiscono a una sensazione di sazietà.

Inoltre, è ricco di vitamine del gruppo B, come la niacina e l’acido folico, che sono essenziali per il metabolismo energetico e il benessere generale.

Contiene anche minerali importanti come ferro, magnesio e zinco, che sono fondamentali per la salute delle ossa, la funzione muscolare e la produzione di energia.

Quali sono i benefici del cous cous?

quali sono i benefici del cous cous

Oltre a fornire una vasta gamma di nutrienti essenziali, il couscous offre numerosi benefici per la salute.

La sua bassa quantità di grassi saturi e colesterolo lo rende una scelta ideale per coloro che cercano di mantenere un cuore sano e ridurre il rischio di malattie cardiovascolari.

Inoltre, la sua ricchezza di fibre può aiutare a ridurre il rischio di diabete di tipo 2 e migliorare il controllo del peso.

È una fonte di proteine vegetali, rendendolo una scelta nutriente per i vegetariani e i vegani. Le proteine sono fondamentali per la salute muscolare, la riparazione dei tessuti e la produzione di ormoni e enzimi.

Cous cous estivo

Il couscous è un piatto ideale per l’estate, anche se non ha alcuna proprietà specifica per combattere il caldo. Tuttavia può essere parte di un pasto leggero e rinfrescante adatto per le giornate calde.

Poiché è spesso servito freddo o a temperatura ambiente, può essere una scelta piacevole durante le giornate calde estive. Inoltre, è facile da digerire e può essere abbinato a ingredienti freschi come verdure croccanti, erbe aromatiche e agrumi, che possono contribuire a idratare e rinfrescare il corpo.

Cous cous: come si cucina e ricette

cous cous ricetta

Il cous cous non pesa sullo stomaco, non appesantisce ed è leggero. Si condisce con olio extravergine d’oliva e verdure come peperoni, melanzane, patate, zucchine, carotee  porri, ma anche ceci lessati, pesce e carne o stufati.

Insomma può essere utilizzato come base per insalate fredde o può essere servito come contorno caldo, arricchito con spezie aromatiche come la cannella, il cumino e lo zenzero, per accompagnare carni saporite o pesce fresco.

Inoltre, il couscous può essere trasformato in un piatto principale sostanzioso aggiungendo ingredienti come ceci, fagioli, noci o frutta secca, per un tocco di sapore e una maggiore ricchezza nutrizionale. Può essere arricchito con ingredienti come la zucca, le carote o le melanzane per una versione più sostanziosa e colorata.

Come cucinare il cous cous? Per preparare la ricetta del cous cous originale non bisogna far altro che lavorare la semola con dell’acqua salata versando una manciata di semola e un cucchiaio scarso di acqua salata in una ciotola capiente. Si devono fare dei movimenti circolari con la mano che deve avere le dita rivolte il basso e piegate verso il palmo. Continuando con questo procedimento l’acqua verrà assorbita dalla semola che si gonfierà. Questa azione è l’incocciatura del cous cous. Una volta incocciata la semola, occorre sgranarla con le mani.
Per la cottura è necessaria cous cousiera, che consiste in due pentole sovrapposte. Quella inferiore viene riempita d’acqua e un filo d’olio, mentre quella superiore è bucata alla base per permettere la cottura a vapore, ed è proprio in questa parte che si inserisce la semola. Lasciamo cuocere a vapore per circa 70-90 minuti. A cottura ultimata condiamo il cous cous con condimenti a piacere.

Cous cous: ci sono controindicazioni?

Il cous cous è un ingrediente versatile che aiuta a variare i menu e a creare piatti sfiziosi e unici. Tuttavia è opportuno tenere a mente alcune controindicazioni:

  1. Glutine: Il couscous tradizionale è fatto da semola di grano duro, il che significa che contiene glutine. Pertanto, le persone con intolleranza al glutine e i celiaci dovrebbero evitare il couscous fatto da grano duro e optare per alternative senza glutine, come il couscous di mais o di quinoa.
  2. Contenuto calorico: Nonostante il couscous sia una fonte di carboidrati complessi, che forniscono energia a lungo termine, è comunque importante consumarlo con moderazione, soprattutto per coloro che seguono una dieta a basso contenuto calorico o che cercano di perdere peso. Quindi, sì chi è a dieta può mangiare il cous cous, ma in quantità moderate. Mangiare grandi quantità di couscous potrebbe contribuire ad un eccesso calorico complessivo.

Quanto cous cous si può mangiare al giorno?

Il consumo giornaliero di couscous dipende dalle esigenze caloriche individuali e dalle preferenze alimentari. Generalmente, è consigliabile consumare porzioni moderate di circa mezza tazza cotta, che fornisce circa 100-150 calorie. Diciamo più o meno 50 grammi di couscous a crudo a porzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chiudi
Chef si diventa, cucinando con
© Cucinarefacile.com - Seowebbs Srl - P.Iva 04278590759
Non perderti le ultime novità! Vuoi ricevere una notifica quando pubblichiamo un'aggiornamento? No, grazie Sì, certo