Mirtilli: perché sono un super alimento? Proprietà, benefici e controindicazioni

625

Il mirtillo è una piccola bacca di color violaceo, che per secoli è stata utilizzata per preparare dolci e ricette di vario tipo. Ma dietro questo aspetto nasconde importanti proprietà benefiche che lo rendono “speciale”. …

Il mirtillo è una piccola bacca di color violaceo, che per secoli è stata utilizzata per preparare dolci e ricette di vario tipo. Ma dietro questo aspetto nasconde importanti proprietà benefiche che lo rendono “speciale”.

Piccolo ma super. È uno di quegli alimenti che ci aiutano a rimanere sani ed è considerato un super alimento, cioè un cibo che fa molto bene all’organismo. Come tutti i superfood, favorisce le funzioni vitali e scongiura la comparsa di infiammazioni e di malattie anche gravi.

I super alimenti più semplici da reperire e anche da consumare vanno sicuramente ricercati nella frutta, che può essere acquistata al supermercato o al banco del mercato e quindi gustata nel corso della giornata.

Anche se tutta la frutta è benefica, ce ne sono alcune varietà che vengono considerate dei veri e propri super food, perché contengono sostanze preziose e aiutano quindi il corpo a mantenersi in forte salute. Fra la frutta più benefica si incontrano i mirtilli, piccoli e golosi frutti di bosco che meritano di essere conosciuti nelle loro proprietà e nei loro effetti benefici sull’organismo.

Vediamo prima di tutto come si presenta il mirtillo, un frutto dai mille pregi. Sono diverse le varietà di questa bacca, andiamo a vederle più da vicino.

Tipologie di mirtillo

Prima di cominciare ad elencare le tipologie di questo magnifico frutto, ci teniamo a precisare che le proprietà saranno diverse in base al colore del mirtillo.

  • Mirtillo blu. Il blu opaco è il colore che caratterizza questo tipo di bacca. Molto dolce durante l’assaggio, questo mirtillo è uno dei più apprezzati al mondo. E la sua popolarità lo precede. In America va molto di moda per realizzare dolci. Inoltre il mirtillo blu possiede delle proprietà antinfiammatorie e antitumorali.
  • Mirtillo nero. Questo bacca presenta un colore nero violaceo. Il suo sapore è molto apprezzato dai consumatori. La confettura, conosciuta comunemente come “marmellata di mirtilli”) per antonomasia viene preparata proprio con questo tipo di mirtillo. Tra gli effetti benefici che può donare questa bacca troviamo un miglioramento generale della circolazione del sangue e quello della vista. Inoltre il mirtillo nero combatte la diarrea e può prevenire le ulcere gastriche
  • Mirtillo rosso. Un colore rosso molto vivace è l’aspetto che differenzia il mirtillo rosso dai suoi altri cugini. Questo frutto viene chiamato anche mirtillo americano.

Oltre a essere ottimo per la realizzazione di confetture , viene impiegato anche per creare una salsina da abbinare al tacchino. Piatto forte durante il giorno del Ringraziamento in America. Il mirtillo rosso è un ottimo disinfettante naturale che mantiene sano l’apparato urinario. È dunque ottimo per le urine e inoltre presenta delle sostanze antiossidanti che combattano i radicali liberi.

Questi appena elencati sono i 3 tipi più famosi di mirtilli sul mercato. Ne sono presenti altri, di cui alcuni magari sconosciuti. Ma questi appena citati sono conosciuti per le loro proprietà.

Mirtilli: la proprietà che lo include nel superfood elenco

mirtilli proprieta

I mirtilli sono stati di base inseriti nel superfood elenco perché vantano tante proprietà. Pensiamo agli orsi, questi grandi animali che sono ghiotti di mirtilli e percorrono tanti chilometri per cercarli e alimentarsene. Molte evidenze scientifiche consigliano all’uomo di prendere esempio dagli orsi, perché i mirtilli fanno bene e sono un cibo protettore dell’organismo, soprattutto nelle stagioni più fredde.

La ragione va ricercata innanzitutto nei flavonoidi, degli antiossidanti che aiutano il corpo a ripulirsi e svolgono una forte azione di contrasto dei radicali liberi. Il processo antiossidante è importante perché permette al corpo di mantenersi in salute, ma al contempo, scongiura l’ossidazione cellulare l’invecchiamento, prevenendo l’insorgenza di molte malattie. I flavonoidi presenti nei mirtilli sono abbondanti e donano al frutto loro il caratteristico colore blu.

I radicali liberi sono delle molecole molto reattive, che nel tempo possono arrecare danno alle cellule e al DNA. Si tratta di sostanze che vengono generate dal metabolismo e ogni cellula ne genera circa 20 miliardi al giorno. A questa produzione normale si lega la raccolta che purtroppo avviene con le radiazioni che sono presenti nell’atmosfera e con l’inquinamento. I radicali liberi divorano quindi le cellule e sono elementi chiave della comparsa di patologie e malattie degenerative quali ad esempio il morbo di Parkinson e l’Alzheimer.

Per respingere i radicali liberi il corpo mette in moto degli enzimi ma con il passare del tempo e anche per cause legate all’ambiente, il corpo umano rischia di esserne sopraffatto e quindi di vedere insorgere problematiche anche molto gravi. Ecco che consumare super alimenti che contengono molti flavonoidi è un toccasana per evitare la formazione di radicali liberi e mantenere il corpo in buona e costante salute. I mirtilli sono considerati l’antiossidante per eccellenza, basti pensare che secondo il ministero dell’Agricoltura degli Stati Uniti, queste piccole bacche di bosco sono seconde solo ai fagioli rossi nella lista degli alimenti che contrastano i radicali liberi.

Mirtilli, i benefici oltre l’effetto antiossidante

mirtilli benefici 1

Contrastare il processo di invecchiamento e di ossidazione è sicuramente il primo dei benefici che i mirtilli regalano, ma ce ne sono molti altri.  Chiaramente in base al tipo di mirtillo cambieranno anche gli effetti benefici sull’organismo. A cosa fa bene il mirtillo?

  • Vista. Il mirtillo nero migliora la vista grazie al suo contenuto di vitamina A. Inoltre può prevenire anche i casi di cataratte grazie agli antociani presenti al suo interno.
  • Dissenteria. I mirtilli rossi, come quelli neri, sono ottimi per combattere la diarrea. Essi contengono delle sostanze astringenti. Inoltre sono anche degli ottimi antinfiammatori naturali per l’organismo.
  • Anemia. Il mirtillo contiene percentuali veramente alte di ferro, una sostanza molto importante per l’organismo. Sopratutto per coloro che hanno una carenza di questo minerale nel sangue. Sembrebbe che il mirtillo rosso sia il top per gli anemici. Dato che migliora l’assorbimento di sostanze nutritive ed in più è già ricco di ferro.
  • Stitichezza. L’estratto di mirtillo nero, è un valido prodotto per debellare la stitichezza. Questo perché questi mirtilli hanno composti dalla proprietà lassitive molto forti al suo interno.
  • Allergie. Sembrebbe che il mirtillo migliori le difese immunitarie dell’organismo e quindi sia ottimo per le allergie stagionali e i cambi di stagione.
  • Cuore. Il mirtillo è amico del cuore, oltre a donare effetti benefici sulla circolazione, previene malattie cardiovascolari. È il mirtillo nero il responsabile di quanto appena menzionato. Inoltre questo frutto tiene a bada il colesterolo cattivo nel sangue, sempre grazie alle sue proprietà benefiche.
  • Antiossidante. Tra le proprietà dei mirtilli, come abbiamo visto, ci sono le virtù antiossidanti. Esse contrastano le cellule tumorali e donano maggior tutela da quest’ultime.
  • Diabete. I livelli troppo alti di zucchero nel sangue, possono essere tenuti sotto controllo assimilando regolarmente mirtilli neri. Chiaramente non è una cura vera e propria contro il diabete, specialmente se è di grave entità.
  • Raffreddore. Essendo i mirtilli ricchi di sostanze antinfiammatorie, si rivelano molto utili per contrastare gli stati influenzali. Il raffreddore rientra tra le malattie alleviabili.
  • Memoria. Il mirtillo stimola la memoria di un individuo se consumato regolarmente. Almeno questo secondo alcuni studi fatti in materia. Sembra essere particolarmente indicato per le persone anziane.
  • Stress. Questi piccoli frutti sono importanti per contrastare lo stress e per aiutare le persone nelle fasi di recupero dall’ansia e dalle problematiche psicologiche.
  • Circolazione. Sempre il mirtillo nero è protagonista di effetti benefici sull’organismo. Assumendo questo tipo di bacca, si potranno avere effetti positivi sulla circolazione del sangue. Sono gli antociani a donare migliorie al sistema circolatorio di un individuo. Tra cui pressione sanguigna, fluidità del sangue e prevenzione contro l’ictus.
  • Cistite. Il mirtillo rosso può prevenire i casi di cistite, essendo un disinfettante e antibiotico naturale per eccellenza. Esso comporta benefici alle vie urinarie se assunto con regolarità. Alcuni studi hanno rivelato che i mirtilli possono prevenire l’insorgenza del cancro alla prostata.
  • Gravidanza. Il succo di mirtillo può essere un valido aiuto per le donne in gravidanza. Le proprietà di questo alimento possono alleviare effetti negativi quali nausea, cattiva circolazione e vomito. Comunque prima di inserire regolarmente il mirtillo nel proprio regime alimentare consultare un medico.

Sicuramente adesso sarà più conprensibile le motivazioni che rendono il mirtillo, un frutto genuino e dalle proprietà terapeutiche.

Super alimenti brucia grassi: i mirtilli per dimagrire

I mirtilli sono considerati un cibo dietetico, perché una porzione da 145 grammi che equivale circa a una manciata contiene solo 80 calorie. Si tratta di un cibo molto importante perché alcun studi hanno evidenziato che i mirtilli svolgono un’azione benefica contro il grasso in eccesso, attivando la termogenesi e quindi permettendo al corpo di bruciare grassi più velocemente.

Non solo, perché l’azione più importante dei mirtilli a scopo dimagrimento va ricercata nella capacità di drenare i liquidi e di favorire la circolazione. Non a caso molti prodotti drenanti sono a base di mirtillo, perché questi piccoli ma preziosi frutti aiuta a drenare i liquidi in eccesso, quindi a scongiurare la ritenzione idrica e a favorire la diuresi, prevenendo anche la stipsi che è una delle cause riconosciute del sovrappeso e dell’obesità.

Oltre alle conta delle calorie, i mirtilli sono inoltre un toccasana per le infezioni batteriche, soprattutto per quelle delle vie urinarie. Non è un caso che questi frutti vengano impiegati per contrastare le cistiti e anche le infezioni che interessano l’apparato riproduttivo femminile, perché vanno a combattere le alterazioni batteriche e in più aiutano a ristabilire una corretta flora intestinale.

Mirtilli amici delle donne quindi, perché il consumo giornaliero aiuta ad alleggerire le gambe e a migliorare la circolazione, aiutando gli arti inferiori a sgonfiarsi soprattutto se la causa è la ritenzione idrica.

Come consumare i mirtilli

torta ai mirtilli

I mirtilli meritano di essere assunti al naturale, quindi mangiati così come sono o aggiunti allo yogurt o al succo di frutta. Si tratta, infatti, di piccole bacche blu scuro dal sapore dolce, che rendono più interessante lo yogurt e il muesli e che si legano perfettamente al sapore dei cereali, soprattutto di quelli integrali.

I mirtilli possono quini essere spremuti e consumati sotto forma di succo. In questo caso è possibile reperire il succo di mirtilli nella grande distribuzione e soprattutto nei negozi che vendono alimenti biologici. Il succo di mirtillo merita di essere acquistato in una versione naturale, quindi senza l’aggiunta di zuccheri o altri frutti e in bottigliette di vetro che permettono di mantenere inalterate le proprietà nutritive. Per fare un succo in casa basta frullare un etto di mirtilli freschi con il succo di un limone e aggiungere acqua a piacimento. È possibile fare anche un concentrato con l’estrattore.

I mirtilli diventano quindi protagonisti in cucina, perché possono essere impiegati per preparare golose salse di accompagnamento ai piatti salati come i cereali o le carni bianche, ma anche per preparare confetture e composte. I mirtilli possono infine essere impiegati al naturale per decorare torte, biscotti e paste, da soli o in aggiunta da altri frutti di bosco come le more, i lamponi e il ribes. Tra le ricette da provare assolutamente ci sono i muffin ai mirtilli e la torta ai mirtilli. Sì anche alla preparazione del liquore ai mirtilli.

Altri modi per l’assunzione del mirtillo sono il decotto di mirtillo (70 grammi di bacche fatte bollire in 1 litro d’acqua per almeno 5 minuti) e la tintura madre (40 gocce 2 volte al giorno in un bicchiere d’acqua per stimolare le funzioni gastriche).

Mirtillo, le curiosità

Mirtillo e proprietà sessuali. Sembrebbe che il piccolo frutto possieda anche delle sostanze che lo rendano un forte afrodisiaco. Questo aspetto è inerente agli effetti benefici dei mirtilli che ha sulla circolazione del sangue.

Il mirtillo selvatico, a livello di proprietà antiossidanti, è circa 10 volte più forte dei frutti di qualsiasi pianta di mirtillo coltivata dall’uomo. Questa regola vale pe tutti i tipi di mirtillo presenti al mondo.

In natura esiste il mirtillo bianco, questa tipologia di bacca è stata rinvenuta sull’Appenino Tosco Emilano. Secondo gli esperti comunque questo tipo di frutto appartiene alla famiglia dei mirtilli neri, anche se non ne sono certi al 100%.

Mirtillo: controindicazioni

mirtilli controindicazioni

Consumando troppi mirtilli, l’organismo potrà essere soggetto ad alcuni sintomi negativi. Effetti non proprio desiderati dovuti alle percentuali considerevoli di bacche assimilate. ra gli effetti collaterali del mirtillo possiamo trovare:

  • Dolori allo stomaco di varie entità
  • Sensazione di nausea
  • Mal di testa
  • Dissenteria

Terminare tempestivamente il consumo di mirtilli qual’ora dovvessero fare comparsa alcuni dei sintomi sopra citati. Telefonare anche al proprio medico per metterlo al corrente della situazione.

Quanti mirtilli si dovrebbero mangiare al giorno allora? Per ottenere tutto il potenziale benefico da questi piccoli frutti e non scivolare negli effetti collaterali, bisognerebbe restare su una tazzina al giorno, circa 90-100 grammi.

Quali sono le controindicazioni dei mirtilli? Il frutto può causare problemi se assunto durante l’impiego di una qualche terapia farmacologica. Antiaggreganti e anticoagulanti sono i farmaci che non vanno daccordo con il mirtillo. Evitare l’assimilazione del frutto in queste circostanze. Comunque nessuno vieta di contattare il medico e sentire un suo parere professionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chiudi
Chef si diventa, cucinando con
© Cucinarefacile.com - Seowebbs Srl - P.Iva 04278590759
Non perderti le ultime novità! Vuoi ricevere una notifica quando pubblichiamo un'aggiornamento? No, grazie Sì, certo