Orzo: tipologie, proprietà, benefici, curiosità e usi in cucina

0

I contorni di insalata e le zuppe di verdure ci hanno abituato all’uso dell’ orzo in cucina, un cereale noto anche in tempi antichi per le sue proprietà, i suoi valori nutrizionali e i mille usi …

I contorni di insalata e le zuppe di verdure ci hanno abituato all’uso dell’ orzo in cucina, un cereale noto anche in tempi antichi per le sue proprietà, i suoi valori nutrizionali e i mille usi culinari.

Il cereale Hordeum vulgare è una pianta erbacea della famiglia delle Graminacee originaria dell’Asia che sopporta lunghi periodi di siccità e ben si adatta a qualsiasi tipo di temperatura o altitudine.

I chicchi di orzo preservano un mix di acqua, proteine, fibre, zuccheri, grassi, minerali, vitamine e aminoacidi vari, un cereale decisamente con importanti valori nutrizionali.

Il fitocomplesso permette di utilizzare il cereale come ingrediente per ricette con orzo perlato o ricette con orzo decorticato allo scopo di ricavare una serie di benefici su sistema cardiovascolare, apparato digestivo, funzionalità intestinale, sistema immunitario, sistema nervoso, apparato scheletrico, pelle e capelli.

Orzo: Composizione chimica

Sfortunatamente in questo alimento è presente il glutine, di conseguenza coloro che soffrono di celiachia dovrebbero evitare il suo consumo. Qui sotto si potranno leggere le sue sostanze nutritive:

  • Acqua
  • Proteine
  • Fibre
  • Grassi
  • Zuccheri
  • Aminoacidi (triptofano, arginina, lisina, acido aspartico e glutammico etc.)
  • Vitamine (A, B, C, E, K)
  • Sali minerali (zinco, potassio, rame, ferro, magnesio, manganese, sodio, fosforo, calcio, selenio)

Quindi per fare il punto della situazione, questo cereale possiede molte vitamine, sali minerali e aminoacidi. Ha un buon contenuto di fibre e proteine, insomma è proprio una scelta alimentare ottima (fatta eccezione per i celiaci)!

NB. Gli esperti confermano che circa 100 grammi apportano al nostro organismo 354 Kcal. L’orzo fa ingrassare? No, visto il suo apporto calorico e la sua capacità di donare sazietà ed energia.

Orzo: Proprietà ed effetti benefici

I benefici che può offrire sono diversi, di fatti se inserito nella propria alimentazione è un alimento ottimo su tutti i fronti: offre diversi effetti benefici e come cereale l’orzo da vita a ricette davvero originali. A cosa fa bene l’orzo solubile o l’orzo in generale?

  • Alza le difese immunitarie. La presenza di vitamina C (presente più delle arance) colloca questo cereale tra gli alimenti più benefici per il corpo umano. Di conseguenza è perfetto contro i malanni dovuti al cambio di stagione. Insomma è alleato del nostro sistema immunitario.
  • Alleato del nostro cervello. È ricco di sostanze nutritive ed è perfetto per i più piccoli e gli anziani. Presenta molti minerali, i quali si occupano sia della salute delle ossa che dei benefici rivolti alla memoria e la concentrazione.
  • Antinfiammatorio. Il decotto di orzo è un rimedio naturale contro le infiammazioni rivolte alla cavità orale. Bastano dei semplici gargarismi.
  • Aumenta le prevenzione contro i calcoli biliari. Dato che il quantitativo di fibre insolubili presente in  è notevole gli esperti credono che sia adatto contro i calcoli biliari.
  • Benefici sul sistema cardiovascolare. È ricco di vitamine e più in particolare di vitamine del gruppo B che sviluppano effetti positivi sul sistema cardiocircolatorio. In molti lo consigliano per prevenire alcune malattie cardiache.
  • Stimola la digestione. La composizione chimica del cereale è interessante a tal punto da proclamarlo alleato del nostro sistema digestivo. Sono la combinazione di fibre, proteine e sali minerali ad offrire quanto appena detto! È risaputo che stimoli la produzione di quei succhi che servono per la digestione, inoltre contrasta la stitichezza. Come se non bastasse stimola il metabolismo e difende l’apparato digestivo.
  • Contro i radicali liberi. Un altro effetto importante per il nostro corpo, il quale aumenta la prevenzione contro alcune malattie degenerative e l’invecchiamento cellulare. Il merito è delle sostanze con azione antiossidante presente in questo cereale, una fra questa è la vitamina C.
  • Contro il diabete. La composizione chimica di questo cereale è perfetta per rallentare l’assorbimento degli zuccheri presenti nei cibi, i quali finiscono per accumularsi nel nostro sangue.
  • Alleato dell’intestino. Il cereale contribuisce a tenere pulito l’intestino eliminando scorie e tossine all’interno di esso. Facilità l’attività intestinale e di conseguenza è ottimo per chi soffre di stipsi.
  • D’aiuto per le ossa. La ricchezza di sali minerali (tra cui fosforo e rame) previene alcune malattie e combatte la comparsa dell’osteoporosi. Ma servirà il succo di orzo, una bevanda ricavata dall’orzo pianta dopo una particolare lavorazione.
  • Alleato dei capelli e della pelle. Il cereale viene sfruttato a livello per mantenere la pelle e i capelli più in salute e più giovani. Sempre merito di alcune sostanze presenti in esso.
  • Combatte lo stress. Grazie alla vitamina B 5 si presenta come un alimento che può rendere un soggetto più sereno, contrastando così il cattivo umore e lo stress. Praticamente è un cereale con effetto antistress naturale.
  • Combatte la stanchezza. Oltre ai minerali presenti in questo alimento anche le vitamine (in questo caso la B 1) giocano un ruolo importante per contrastare la stanchezza. È un alimento rinvigorente.

Come trovare l’orzo

In Europa è più facile trovare l’orzo perlato ossia il cereale privato della pellicina che ricopre il chicco, una lavorazione che disperde molte delle proprietà organolettiche di cui gode invece l’orzo integrale.

In realtà, visto che l’orzo contiene glutine, può essere acquistato sotto diverse forme:

  • Orzo Perlato – Si tratta della versione più acquistata e utilizzata perché più pratica e comoda da cucinare. È un cereale che ha subito un processo industriale che lo rende più bianco e lucido pe disperde gran parte dei suoi nutrienti.
  • Orzo Integrale – La versione integrale è molto difficile da trovare in commercio, soprattutto perché preserva tutti i suoi nutrienti ma richiede un lungo ammollo prima di poterlo cucinare.
  • Orzo decorticato – Questa variante preserva più proprietà originali rispetto ai chicchi perlati ed è disponibile in particolare nei negozi di alimentazione bio.
  • Germogli di orzo – I preziosi germogli che si ricavano si possono acquistare pronti oppure prepararli con un germogliatore.
  • Orzo Solubile –  I chicchi permettono di creare una bevanda priva di caffeina (caffè d’orzo) che si può trovare sia sotto forma solubile che sotto forma di una miscela adatta alla moka. Quanto orzo si può bere? Si possono consumare 3-5 tazzine o 2-3 tazze al giorno. Inoltre è possibile bere orzo la sera (non c’è pericolo si soffrire di insonnia).
  • Erba di orzo – Un integratore in polvere a base delle foglie di erba d’orzo scoperta dello scienziato giapponese Yoshihide Hagiwara è una fonte di clorofilla, aminoacidi, proteine vegetali, fibre, vitamine, minerali e antiossidanti.
  • Malto d’orzo – Il dolcificante naturale si ottiene dai chicchi germinati, essiccati, cotti in acqua e ridotti prima in polvere o in forma liquida per ricavare un prodotto denso e omogeneo dal sapore dolce.

Come usare l’orzo: ricette e idee

In che alimenti si trova l’orzo? Ogni tipo può essere usato in cucina in modo differente: la variante decorticata deve essere tenuto in ammollo per una notte prima di cuocerlo in acqua bollente per circa 45 minuti e utilizzarlo in proporzioni di 3 parti di acqua per ogni parte di cereale mentre l’orzo perlato va solo sciacquato sotto l’acqua corrente e richiede circa 30 minuti a cuocere.

Una volta pronto può essere utilizzato per preparare una zuppa d’orzo o una minestra d’orzo con legumi e verdure, sostituire il riso in insalate di cereali calde e fredde (insalata di orzo), creare sformati e tortini, arricchire minestroni di verdure o frittate oppure preparare golosi biscotti con farina d’orzo.

Bisogna solo stare attenti ai casi di intolleranza al glutine, visto che l’orzo ne contiene e non può essere considerato come un alimento per celiaci.

Orzo: Controindicazioni

L’orzo (in inglese barley) come abbiamo visto è un cereale interessante per quanto riguarda il benessere generale di un individuo. Le sue sostanze interne sono ottime sia per il cervello che per l’organismo. Ovviamente non è un alimento da considerare ottimo in ogni situazione. Per esempio contiene glutine e questo lo rende inadatto nel regime alimentare di una persona affetta da celiachia, inoltre secondo alcuni studi può causare meteorismo intestinale (ma solamente con un consumo eccessivo).

Migliori prodotti a base di orzo

Come assaporare il suo sapore inconfondibile? Abbiamo scelto per voi alcune delle migliori proposte a base di orzo by Amazon!

Crastan Orzo Solubile 100% Italiano - Barattolo 200 gr
  • Orzo solubile 100% da agricoltura italiana
  • Ideale per una prima colazione naturalmente priva di caffeina come in ogni altro momento della giornata
  • Sciolto direttamente nel latte assicura una prima colazione nutriente ed equilibrata
  • Bevanda senza caffeina
  • 2,3 cucchiaini con latte caldo o acqua e zucchera a piacere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chiudi
Chef si diventa, cucinando con
© Cucinarefacile.com - Seowebbs Srl - P.Iva 04278590759