Le erbe aromatiche: guida per la conservazione

0

Le erbe aromatiche sono molto apprezzate in cucina perché riescono a conferire ai piatti quel sapore in più, senza stravolgere il risultato finale. Utilizzando le erbe aromatiche, possiamo ridurre il quantitativo di sale con un …

Le erbe aromatiche sono molto apprezzate in cucina perché riescono a conferire ai piatti quel sapore in più, senza stravolgere il risultato finale. Utilizzando le erbe aromatiche, possiamo ridurre il quantitativo di sale con un effetto positivo per la nostra salute. Le erbe aromatiche, così come le spezie hanno molte proprietà benefiche, e donano alle pietanze un colore diverso che conquista prima la vista e poi il palato. Non tutti hanno la possibilità di avere sempre a disposizione le erbe aromatiche, per mancanza di spazio sul balcone oppure perché si ha il pollice nero e tutte le piante seccano nel giro di poco tempo.

erbe-aromatiche

Le erbe aromatiche possono essere acquistate sfuse al mercato e per prolungare la durata esistono molti metodi di conservazione. Uno degli errori più comuni è quello di lasciare le erbe nell’involucro di plastica accanto ai fornelli. Sicuramente è la scelta più pratica, ma dovete sapere che erbe e spezie in questo modo sono esposte ai fumi e risentono della temperatura elevata, quindi è preferibile conservarle nei contenitori di vetro ermetici. In commercio vi sono dei porta spezie molto carini che occupano poco spazio e possono essere disposti in dispensa.

Congelare le erbe aromatiche

Se non avete intenzione di consumare subito le erbe aromatiche potete anche congelarle. Vi sono due metodi, entrambi molto efficaci, il primo prevede la conservazione nei sacchetti di plastica, per essere sempre pronte all’uso, per il secondo dovete utilizzare le vaschette del ghiaccio in cui adagiare le erbe aromatiche da ricoprire con l’olio. Questo è un procedimento utile per tutte le donne che lavorano e non hanno molto tempo per stare dietro ai fornelli, e per chi ha sempre ospiti a cena che non vuole deludere.

Essiccare le erbe aromatiche

In epoche lontanissime, le erbe aromatiche venivano essiccate. Grazie a questo processo, l’acqua viene completamente eliminata dalle erbe e in questo modo i germi non possono attaccarle, consentendo la conservazione di tutte le proprietà. Per l’essiccazione si può sfruttare la luce diretta del sole, il forno o un essiccatore. Dopo aver trattato le erbe aromatiche potete conservarle nei barattolini di vetro oppure sottolio, come vi spiegheremo di seguito.

Conservare sottolio le erbe aromatiche

Uno dei metodi preferiti per conservare le erbe aromatiche è sottolio. Potete usare le erbe fresche oppure essiccate. Se le erbe sono fresche il sapore sarà meno intenso e l’olio avrà una breve durata, perché l’acqua contenuta all’interno delle erbe porterà a farle irrancidire. Con le erbe secche invece l’olio sarà sempre perfetto e saporito. L’erbetta che più si presta a questa conservazione è il rosmarino, ma vi consigliamo di provare con la salvia e l’alloro per rendere i vostri piatti speciali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chiudi
Chef si diventa, cucinando con
© Cucinarefacile.com - Seowebbs Srl - P.Iva 04278590759