Quando è meglio non mangiare la verza? Le situazioni in cui dire no

269

La verza è una verdura ricca di nutrienti e antiossidanti che offre benefici per la salute. Tuttavia ci sono alcune considerazioni da tenere a mente: in quale condizione è meglio non mangiare la verza? Questa …

La verza è una verdura ricca di nutrienti e antiossidanti che offre benefici per la salute. Tuttavia ci sono alcune considerazioni da tenere a mente: in quale condizione è meglio non mangiare la verza?

Questa verdura molto facile da cucinare si presta ad arricchire le ricette più originali con una consistenza unica e un sapore marcato ma delicato. Come cucinare la verza diventa solo una questione di fantasia.

Purtroppo, il cavolo verza non rappresenta sempre un toccasana per la salute. Anzi, in determinate condizioni sarebbe meglio non mangiarla perché rischia di aumentare i sintomi e complicare la routine.

Cos’è la verza?

Prima di approfondire quando non mangiare la verza è necessario fare un passo indietro e capire le virtù di questa verdura.

La verza (Brassica oleracea var. sabauda) è una varietà di cavolo caratterizzata da foglie ondulate e dalla forma tondeggiante del suo cespo. È una verdura a foglia verde appartenente alla famiglia delle Brassicacee, che comprende anche broccoli, cavolfiori e cavoli.

Avendo la parte esterna delle foglie tendenzialmente più dura e le foglie interne più tenere, questa varietà di cavolo viene utilizzato sia crudo che cotto in una varietà di piatti. Qualche esempio? Verza in padella, verze e patate alla marchigiana e involtini di cavolo verza.

Proprietà nutrizionali della verza

verza proprieta
Cavolo verza

La verza è una fonte di nutrienti essenziali. Contiene vitamine, minerali e antiossidanti che contribuiscono al benessere generale. Ecco una panoramica delle principali componenti nutritive contenute nella verza:

  • Vitamine – La verza è ricca di vitamine come la vitamina C, che svolge un ruolo cruciale nel supportare il sistema immunitario, e la vitamina K, importante per la coagulazione del sangue e la salute delle ossa. Ci sono anche vitamina A e vitamine del gruppo B.
  • Minerali – È una buona fonte di minerali essenziali come il potassio, che contribuisce alla regolazione della pressione sanguigna, e il manganese, che svolge un ruolo chiave nel metabolismo.
  • Fibre – La verza è ricca di fibre alimentari che favoriscono la digestione e possono aiutare a mantenere un peso sano.
  • Antiossidanti – Contiene composti antiossidanti, come i flavonoidi, che possono aiutare a proteggere le cellule dai danni causati dai radicali liberi.

I benefici della verza cotta e cruda

Il profilo nutrizionale ci lascia intuire gli effetti benefici legati al consumo della verza: vediamo più da vicino a cosa fa bene la verza cotta e cruda.

  • Difese immunitarie – Grazie all’alto contenuto di vitamina C, la verza può contribuire a rafforzare il sistema immunitario, aiutando a prevenire malattie e infezioni.
  • Infiammazioni – La verza ha proprietà antinfiammatorie: i composti antiossidanti come i flavonoidi e i glucosinolati sviluppano effetti antinfiammatori, costringendo i processi infiammatori a far marcia indietro.
  • Sistema cardiovascolare – Le fibre presenti nella verza possono contribuire a mantenere livelli di colesterolo sani, riducendo il rischio di malattie cardiovascolari (es. ipertensione, ictus e infarto).
  • Salute oculare – La vitamina A è essenziale per la salute degli occhi e può aiutare a prevenire problemi legati alla vista.
  • Gestione del pesoLa verza non fa dimagrire in senso stretto, ma le fibre alimentari possono contribuire a una sensazione di sazietà, aiutando a controllare l’appetito e a gestire il peso corporeo.
  • Stitichezza – La presenza di fibre è preziosa per la motilità intestinale, contrastando così la stitichezza ed eliminando i materiali di scarto. Insomma, la verza è leggermente lassativa.
  • Depurazione – Il contenuto di istiocinati e indoli depura il fegato, promuovendo la corretta funzionalità epatica.

Quando è meglio non mangiare la verza?

verza controindicazioni
Interno verza

Verza e controindicazioni. Sembrerà strano, ma come altri cibi, anche la verza può diventare un alimento off-limits per qualcuno. Quando è meglio non mangiare la verza?

Prima di tutto, sarebbe meglio evitare il consumo di verza in caso di problemi tiroidei, visto che potrebbe influire sulla salute della tiroide.

Inoltre chi soffre di colon irritabile non può mangiare la verza perché potrebbe causare gonfiore e meteorismo.

Considerando le proprietà della vitamina K, è meglio evitare il consumo di verza anche in caso di assunzione di terapie anticoagulanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chiudi
Chef si diventa, cucinando con
© Cucinarefacile.com - Seowebbs Srl - P.Iva 04278590759
Non perderti le ultime novità! Vuoi ricevere una notifica quando pubblichiamo un'aggiornamento? No, grazie Sì, certo