Frumento: cos’è, proprietà e tutti i benefici

973

Il frumento è stata una delle prime piante del genere Tricum coltivate dall’uomo. Ancora oggi è alla base dell’agricoltura mondiale. Ma sappiamo cos’è il frumento e perché mangiarlo? Per millenni, il frumento è stato un …

Il frumento è stata una delle prime piante del genere Tricum coltivate dall’uomo. Ancora oggi è alla base dell’agricoltura mondiale. Ma sappiamo cos’è il frumento e perché mangiarlo?

Per millenni, il frumento è stato un alimento di base per popoli di tutto il mondo. Solo in Italia vengono prodotti ogni anno 8 milioni di tonnellate di tritico.

Frumento: cos’è e tipi

Iniziamo dicendo che frumento e grano sono la stessa cosa (quindi non c’è differenza tra grano e frumento e si possono usare indistintamente), ma esistono due  tipi di grano, ovvero il frumento duro e il frumento tenero.

I luoghi considerati “città natali” di questo alimento sono l’Etiopia (ovvero in Africa centro-orientale) per quanto riguarda il frumento duro. Mentre per il frumento tenero il Medio Oriente è il luogo di origine.

Cosa appartiene al frumento? Durante una determinata lavorazione il chicco viene macinato ed sarà possibile ottenere la farina. Il mercato ne propone svariati tipi di farina di frumento, come la farina integrale, quella di tipo 1, 2, 0 e 00.

La migliore fra quelle elencate è quella di tipo integrale, per via delle fibre presenti al suo interno ed altre proprietà benefiche.

Il grano duro è destinato a diventare semola, prevalentemente viene utilizzato per creare la pasta ed il pane.

Mentre per quello tenero il suo destino è quello di diventare farina: dove si trova il frumento negli alimenti? Il suo utilizzo solitamente è rivolto a biscotti, dolci simili, compresi i panettoni ecc..

La crusca di frumento

La crusca di frumento rappresenta la parte esterna del chicco di frumento e viene separata durante il processo di macinazione per ottenere la farina bianca. Questo sottoprodotto è caratterizzato da una consistenza fibrosa e un colore marrone distintivo. È notevolmente ricca di fibre alimentari, vitamine e minerali.

Le fibre contenute nella crusca di frumento sono principalmente di tipo insolubile, il che significa che non si sciolgono nell’acqua e attraversano il tratto digerente intatte. Questa caratteristica promuove la regolarità intestinale e può prevenire la stitichezza, svolgendo un ruolo importante nella salute dell’apparato digerente.

Inoltre, è una fonte significativa di antiossidanti, tra cui la vitamina E, che aiutano a proteggere le cellule dai danni causati dai radicali liberi. Contiene anche una gamma di minerali essenziali, tra cui magnesio, zinco e ferro.

Per via delle sue proprietà benefiche per la salute, la crusca di frumento viene spesso utilizzata come integratore alimentare o aggiunta a varie preparazioni come cereali, yogurt o frutta, per incrementare l’apporto di fibre nella dieta quotidiana.

Proprietà nutrizionali del frumento

frumento e grano

Dalla sua ricchezza in carboidrati e proteine alla sua abbondanza di fibre, vitamine e minerali, le sue proprietà nutrizionali lo rendono un elemento essenziale per una dieta equilibrata e salutare. Ecco una descrizione delle sostanze presenti all’interno, tutto per capire un po’ meglio perché consumare questo alimento è positivo per l’organismo.

  • La vitamina PP (chiamata in ambito professionale medico niacina) è molto importante per l’organismo. Una forte carenza di questa sostanza, potrà far contrarre molto facilmente la dermatite, o problemi vari come al diarrea ad esempio. Una delle sue funzioni è quella di lavorare sugli acidi grassi.
  • Il magnesio è molto importante per l’organismo in linea generica, migliora i denti, consente agli organi di lavorare meglio.
  • L’amido è molto importante perché offre innumerevoli sostanze all’organismo. Ad esempio è un ottima fonte di glucosio, ottimo per i tessuti muscolari e per ripristinare l’energia mentale.
  • Il grano è una fonte importante di fibre alimentari, che favoriscono la digestione, prevengono la stitichezza e contribuiscono alla sazietà.

Grano, i benefici

grano benefici

Come accennato, il frumento è un cereale ricco di vitamine, fibre, amido, grassi insaturi ecc. Quali sono gli effetti del grano?

  • Salute del cuore: Le fibre presenti nel grano possono contribuire a ridurre il rischio di malattie cardiache, abbassando i livelli di colesterolo LDL nel sangue.
  • Peso corporeo: Grazie alla sua elevata percentuale di fibre, favorisce la sazietà e può aiutare nel controllo del peso corporeo, riducendo il rischio di obesità e sovrappeso.
  • Livelli di zucchero: I carboidrati complessi vengono digeriti lentamente, mantenendo stabili i livelli di zucchero nel sangue e prevenendo picchi glicemici che possono portare a diabete di tipo 2.
  • Salute digestiva: Le fibre aiutano a regolare la funzione intestinale, prevenendo la stitichezza e promuovendo una flora intestinale sana.

Olio di germe di grano

Il grano non viene utilizzato solo per la produzione degli alimenti consumati quotidianamente. Possiamo ritrovarlo ad esempio trovarlo anche sotto forma di olio di germe di grano, utile tanto nell’alimentazione quanto nella cosmetica per il benessere della pelle.

  • Antiossidante (combatte i radicali liberi)
  • Riduce lo stress
  • Combatte le rughe (grazie alle sue proprietà presenti nella vitamina E)
  • Contiene fosforo
  • E’ presente la vitamina E, la quale combatte diversi tipi di problemi. Ha proprietà antiossidanti, protegge le cellule del fegato e dei globuli bianchi, proteggendo da varie tipologie di malattie. Rallenta il deterioramento tipico dello scorrete dell’età.

Questi sono alcuni degli effetti che offre questo tipo di prodotto, questo tipo di olio è ottimo anche come condimento, inoltre anche il sapore si presenta molto bene, gustoso e corposo.

Ottimo anche come integratore naturale, inoltre viene utilizzato anche per fare massaggi rilassanti e terapeutici.

Frumento e intolleranza: cosa sapere?

frumento intolleranza

L’intolleranza al frumento è una condizione in cui il corpo reagisce negativamente ai componenti del grano, in particolare al glutine, una proteina presente anche nel farro, nella segale e nell’orzo.

Coloro che ne soffrono possono sperimentare una vasta gamma di sintomi gastrointestinali dopo aver consumato alimenti contenenti frumento, come gonfiore, dolore addominale, diarrea, costipazione e nausea. Altri sintomi non gastrointestinali possono comprendere mal di testa, affaticamento, vertigini e rash cutanei.

Per ogni aspetto il frumento si rivela un ottimo alimento, tranne per coloro che soffrono di tale condizione. In questo caso il grano e tutti gli alimenti da esso composti diventeranno non assimilabili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chiudi
Chef si diventa, cucinando con
© Cucinarefacile.com - Seowebbs Srl - P.Iva 04278590759
Non perderti le ultime novità! Vuoi ricevere una notifica quando pubblichiamo un'aggiornamento? No, grazie Sì, certo