Riso nero: quanto conosci il riso Venere?

Pubblicato da: Myriam Amato - il: 25-04-2019 7:34 Aggiornato il: 15-04-2019 10:42

Siamo abituati a parlare del riso nero con facilità quando si tratta di ricette golose, dai burger di riso venere e scarola al polpo con riso Venere. Eppure il riso nero nasconde diverse proprietà. Scopriamole insieme!

Risi Venere- foto kidizi.ro

Forse lo diamo un po' per scontato, ma quello che viene comunemente chiamato “riso Venere” non è altro che un tipo di riso integrale con chicchi neri ebano e aroma intenso.

È una varietà nata dall'incrocio tra un tipo di riso asiatico e una varietà di riso coltivata in Italia principalmente vicino a Vercelli e Novara.

Questo riso si distingue soprattutto per il pool di proprietà e benefici e le sue qualità nutrizionali, nettamente superiori al riso bianco o al riso integrale.

Principali varietà di riso nero

Non esiste una sola varietà di riso nero per realizzare un piatto unico e gustoso. Quali sono le principali varietà?

  • Riso Venere – È la varietà più comune in Italia nata dall'incrocio tra un riso di origina asiatica e un riso bianco della Pianura Padana
  • Riso Nerone – Si tratta di un riso un riso integrale tra i più coltivati in Italia che si presenta molto simile al riso Venere con la sola differenza dei chicchi più grandi.
  • Riso nero Thai – Questa varietà viene prodotta in Tailandia e si presenta con chicchi nerissimi e croccanti che emanano un profumo di nocciole quando vengono cotti.

Riso Venere e calorie

Chi deve stare attento alla linea può consumare il riso nero senza sentirsi troppo in colpa, visto che 100 grammi di prodotto apportano più o meno 377 calorie.

A fronte di tale carica calorica, però, rifornisce il corpo di pochissimi grassi e sale e un ottimo livello nutrizionale (62,8  g di carboidrati, 7,7 g di proteine, 4,8 g di fibra alimentare, 1,2 mg di ferro, 5,6 mg di calcio, 1,4 mg di zinco, 3,5 mg di manganese e 10 μg di manganese).

Riso Venere: Proprietà e benefici

Per scoprire le proprietà e i benefici del riso nero è importante sapere che contiene un percentuale maggiore di fibre, minerali e vitamine rispetto al riso più raffinato.

Antiossidante

Il riso Venere contiene una grande percentuale di ferro e selenio (rispettivamente quattro volte superiore e doppia rispetto al riso comune) che svolgono un'importante azione contro i radicali liberi e prevengono invecchiamento e malattie.

Il color ebano manifesta la presenza di una carica di antiossidanti e in particolare di antociani, gli stessi che si trovano in frutti antiossidanti per antonomasia come i mirtilli.

Antinfiammatorio

Mangiare il riso nero potrebbe aiutare a combattere le infiammazioni provocate da agenti patogeni come virus e batteri provenienti dall'esterno.

Le ricerche hanno evidenziato l'efficacia della crusca di riso nero sull'infiammazione della pelle, lasciando spazio all'idea di coadiuvare molte terapie contro le infiammazioni con questa varietà di riso.

Controllo del peso

Il riso Venere è un vero toccasana per le diete dimagranti, soprattutto quando si tratta di favorire la riduzione del peso e migliorare il rapporto tra massa magra e massa grassa.

In particolare, il contenuto di fibra promette di regolare la funzione intestinale e incrementare il senso di sazietà. Nessun attacco di fame e nessuna voglia incontrollata di cibo.

Rinforza il cuore

Questo tipo di riso può giocare un ruolo importante per la salute del cuore perché sarebbe in grado secondo alcuni studi di ridurre la placca aterosclerotiche nei vasi sanguigni.

Il fatto che diminuisca la possibilità di indurire le arterie e sviluppare ictus e infarto non fa altro che abbassare le probabilità di intaccare la salute generale.

Salute del fegato

Il fegato espleta la sua funzione soprattutto convertendo i nutrienti del cibo in sostanze funzionali per la salute del corpo, regolando la produzione ormonale e filtrando i materiali di scarto.

Secondo alcune ricerche, però, il riso nero avrebbe degli effetti positivi sulla steatosi epatica non alcolica, una malattia che induce il corpo a depositare il grasso sul fegato. Minor quantità di lipidi nel sangue e abbassamento di trigliceridi e colesterolo nel sangue.

Funzioni cognitive

La sovrabbondanza di antiossidanti e in particolare di antociani nel riso color ebano potrebbe contribuire e ridurre gli effetti deleteri dei radicali liberi sulla memoria e le altre funzioni cognitive.

Controllo della glicemia

Il riso Venere fornisce molti carboidrati e proteine complesse che non apporterebbero alterazioni alla glicemia post-prandiale dei soggetti diabetici.

Digestione

La fibra alimentare contenuta nel riso nero migliora la digestione grazie alla sua elevata digeribilità e previene le situazioni di stitichezza.

Inoltre, il riso color ebano non contiene glutine come qualsiasi altra variante di riso e contiene pochi zuccheri, rivelandosi ideale non solo per i celiaci e i diabetici ma anche per chi soffre di problemi di digeribilità.

Riso nero: cottura

È possibile gustare il riso nero e sfruttare le sue incredibili proprietà semplicemente cuocendolo in diverse modalità. Come cuocere il riso Venere? Quale cottura?

  • Bollito – Può essere bollito calcolando 500 g di acqua per ogni 100 g di prodotto per un tempo medio di circa 40 minuti. Dopo averlo fatto raffreddare, il riso nero si presta a ricette come le insalate.
  • Pentola a pressione – È possibile velocizzare i temi di cottura cuocendolo con la pentola a pressione. Attenzione a versarlo in pentola con una quantità di acqua pari al doppio del suo peso.
  • Pilaf – Si può procedere con una cottura in forno. Basta tostarlo in padella, disporlo in una teglia con il doppio dell'acqua e cuocerlo in forno per a 200 gradi per 30 minuti.
  • Risotto – La ricetta perfetta per il riso nero? Il risotto da preparare come si farebbe con qualsiasi altro risotto.
Myriam Amato

Laureata in Informazione e sistemi editoriali, lettrice ostinata e appassionata di ricette tradizionali e nuovi orizzonti culinari.

Ti è piaciuto questo articolo? Commentalo!

Scrivi un Commento