Come preparare il riso per gli arancini: miglior riso e ricetta

595

È una preparazione che ha conquistato tutto il Bel Paese: stiamo parlando degli arancini o arancine, uno dei piatti più iconici della cucina siciliana. Scopriamo come preparare il riso per gli arancini! Gli arancini, deliziosi …

È una preparazione che ha conquistato tutto il Bel Paese: stiamo parlando degli arancini o arancine, uno dei piatti più iconici della cucina siciliana. Scopriamo come preparare il riso per gli arancini!

come preparare il riso per gli arancini
Arancini tradizionali- foto commons.wikimedia.org

Gli arancini, deliziosi bocconcini di riso fritti, sono uno dei piatti più simbolo della cucina siciliana. Ancora oggi è in corso una querelle tra chi li chiama arancini e chi li indica esclusivamente come arancine.

Queste sfere di riso, farcite con una varietà di ingredienti succulenti, conquistano i palati di chiunque le assaggi. Tuttavia è necessario padroneggiare la tecnica per ottenere arancini perfetti.

Tra i segreti di questa preparazione c’è sicuramente la preparazione accurata del riso in quanto conferisce la consistenza unica e la forma ideale per la frittura.

Come preparare il riso per gli arancini

riso per arancini quale usare
Arancine- foto pixabay.com

Il riso non è soltanto uno degli ingredienti principali degli arancini, ma influenza la buona riuscita della ricetta. Scopriamo insieme come preparare il riso per gli arancini!

  • La scelta del riso – Per realizzare arancini di qualità eccellente è fondamentale selezionare il riso giusto. La varietà più adatta è il riso a chicchi corti: il riso per arancini, quale usare? Il riso Arborio o il Carnaroli. Questo tipo di riso è il miglior riso per arancini perché contiene un alto contenuto di amido, il che contribuisce alla cremosità caratteristica degli arancini.
  • La cottura del riso – La cottura del riso è una fase critica per ottenere una consistenza perfetta. È necessario iniziare sciacquando accuratamente il riso sotto acqua fredda per rimuovere l’eccesso di amido e cuocerlo in acqua leggermente salata portata a bollore. In alternativa si può usare il brodo vegetale o il brodo di carne per dare più sapore al riso. È importante cercare di far assorbire tutto il liquido per non perdere il sapore e non stracuocere il riso, poiché verrà ulteriormente cotto durante la frittura.
  • Il condimento – Il momento di condire il riso è cruciale perché consente di aggiungere sapore agli arancini. Non bisogna far altro che scaldare un po’ di olio d’oliva extravergine e aggiungere il riso scolato. Mescolare delicatamente il riso per distribuire uniformemente l’olio e assicurarsi che ogni chicco sia ben condito. In alternativa si può aggiungere un po’ di burro e formaggio grattugiato al riso cotto. Soltanto a questo punto si possono aggiungere altri ingredienti come formaggio grattugiato, piselli o ragù di carne per arricchirne ulteriormente il sapore.
  • Il raffreddamento – Dopo aver condito il riso, è importante lasciarlo raffreddare completamente prima di procedere con la realizzazione degli arancini. Il raffreddamento permette al riso di diventare più compatto e facile da manipolare e risponde a chi si chiede come compattare il riso per arancini. Trasferire il riso condito su un vassoio e cospargerlo uniformemente, consentendo all’aria di circolare intorno ad esso. Questo processo richiederà circa un’ora.

È solo dopo aver preparato il riso per gli arancini che si può passare a dare forma ai bocconcini di riso. Basta prendere una porzione di riso nei palmi e comprimerlo delicatamente, formando una cavità nel centro per il ripieno e richiudendolo formando una sfera compatta e uniforme.

La fase finale consiste nella frittura degli arancini. In una pentola profonda, bisogna far scaldare abbondante olio fino a raggiungere la temperatura ideale e friggere gli arancini pochi alla volta, facendo attenzione a girarli delicatamente per farli dorare in modo uniforme.

Arancini, le varianti della ricetta semplice

arancini ricetta semplice
Arancino- foto wallpaperflare.com

Da un lato c’è la ricetta tradizionale degli arancini mentre dall’altro lato ci sono tantissime declinazioni differenti. Un esempio? Gli arancini di riso vegetariani.

In realtà, dopo aver preparato il riso per gli arancini, è possibile dare vita a qualunque declinazione, da quella più classica al ragù di carne misto a piselli e mozzarella filante a quella più originale. Ecco alcune delle idee più apprezzate:

  • Arancini al burro e formaggio – Gli amanti del formaggio non resisteranno agli arancini farciti con burro e formaggio. In questa variante, il riso viene condito con burro fuso e formaggi cremosi come provola, fontina o gorgonzola. Gli arancini di riso di questa ricetta semplice sono ricchi e cremosi, con un cuore filante che si scioglie delicatamente al primo morso.
  • Arancini ai funghi porcini – Per una variante dal sapore terroso e avvolgente, gli arancini ai funghi porcini sono una scelta eccellente. I funghi porcini freschi vengono saltati in padella con aglio, prezzemolo e un pizzico di peperoncino per dare un tocco di vivacità. Un cuore aromatico e saporito attende di essere scoperto all’interno di questi deliziosi bocconcini di riso.
  • Arancini al pesce – Per gli amanti del mare, gli arancini al pesce sono una prelibatezza irresistibile. Questa variante prevede l’aggiunta di pesce, come gamberetti, calamari o tonno, al riso. Gli arancini al pesce offrono un sapore fresco e delicato, completato da una leggera nota di agrumi o erbe aromatiche per esaltare i sapori marini.
  • Arancini dolci – Per concludere in dolcezza, non possiamo dimenticare gli arancini dolci. Questa variante si distingue per il suo cuore goloso, che può essere farcito con crema pasticcera, Nutella, marmellata o ricotta dolce. Gli arancini dolci sono una sorpresa deliziosa e una fantastica chiusura di un pasto o una merenda golosa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chiudi
Chef si diventa, cucinando con
© Cucinarefacile.com - Seowebbs Srl - P.Iva 04278590759
Non perderti le ultime novità! Vuoi ricevere una notifica quando pubblichiamo un'aggiornamento? No, grazie Sì, certo