Mandarinetto: gradazione, ricetta e consigli per fare il liquore al mandarino in casa

39

Il mandarino è un agrume con un gusto dolce e un profumo molto aromatico che si presta alla preparazione di dolci e liquori. Scopriamo come fare il mandarinetto a casa (cioè il liquore al mandarino)! …

Il mandarino è un agrume con un gusto dolce e un profumo molto aromatico che si presta alla preparazione di dolci e liquori. Scopriamo come fare il mandarinetto a casa (cioè il liquore al mandarino)!

Buccia di colore arancione sottile e profumata e gusto dolce dalle punte aspre e a volte frizzanti: l’agrume originale del genere Citrus è un frutto tanto bello quanto squisito.

Si può mangiare al naturale come frutta di fine pasto o spuntino di metà mattinata o pomeriggio oppure si può usare per dar vita a varie ricette (come per esempio la mousse al mandarino o il sale aromatizzato).

Uno dei modi più indovinati di gustare e sfruttare appieno il mandarino è sicuramente il liquore al mandarino della nonna, conosciuto con il nome di mandarinetto.

Cos’è il mandarinetto?

Il mandarinetto è un liquore al mandarino tipico siciliano che viene preparato sin dall’introduzione dell’agrume nel Mediterraneo e che ha conquistato tutta l’Italia.

È un liquore buonissimo e profumatissimo, oltre che alcolico (il mandarinetto ha una gradazione di circa 29% Vol.), ma in più permette di riutilizzare le bucce di mandarino che solitamente viene buttata via.

Nel tempo la ricetta originale siciliana ha subito diverse modifiche, portando alla produzione del mandarinetto con mandarini verdi, al liquore di mandarini cinesi così via.

Come fare il liquore al mandarino della ricetta siciliana

La ricetta del liquore al mandarino non richiede grande esperienza o manualità in cucina (non c’è bisogno neanche di seguire la ricetta del il mandarinetto col Bimby): è sufficiente avere a disposizione mandarini BIO, zucchero, acqua e alcool etilico a 95 gradi e seguire i vari passaggi di come si fa il liquore al mandarino.

La prima cosa da fare è preparare gli ingredienti da utilizzare per preparare il liquore mandarinetto fatto in casa: 8 mandarini rigorosamente biologici, 500 ml di alcool a 95 gradi, 500 g di zucchero e 500 ml di acqua.

Si passa alla preparazione delle bucce: lavare accuratamente i mandarini, asciugarli con un canovaccio morbido e recuperare le bucce usando un pelapatate o un coltello. Attenzione a non tagliare anche la parte bianca che conferirebbe un sapore amaro.

Trasferire le bucce in un barattolo, versare l’alcool fino a coprirle completamente e chiudere con il tappo o pellicola trasparente, portando il tutto in un posto fresco e piuttosto asciutto e lasciando macerare per almeno una settimana.

Dopo il tempo di macerazione, occorre preparare uno sciroppo a base di acqua e zucchero, versando i due ingredienti in una casseruola e lasciando sciogliere lo zucchero completamente a fiamma bassa. Quindi, lasciare raffreddare.

Filtrare l’alcool con un colino a maglie strette e aggiungerlo allo sciroppo raffreddato, eliminando così le bucce di mandarino. Mescolare il composto con un cucchiaio.

Imbottigliare il mandarinetto in bottiglie già sterilizzate usando un imbuto e un mestolo, tappare bene e lasciare risposare per 20-30 giorni, controllando che le parti liquide si fondano alla perfezione.

Una volta aperta la bottiglia, però, il mandarinetto liquore va conservato in frigo (o in freezer volendo) per evitare che perda sapore e fragranza. Va consumato entro qualche mese.

Il consiglio in più …

Il mandarinetto della ricetta è gustoso e profumatissimo già di suo, ma può essere arricchito ulteriormente durante la fase di macerazione.

A seconda dei gusti, infatti, si può aggiungere una stecca di cannella, un paio di chiodi di garofano o una buccia di arancia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chiudi
Chef si diventa, cucinando con
© Cucinarefacile.com - Seowebbs Srl - P.Iva 04278590759