Come ottenere la cottura al cartoccio perfetta

Pubblicato da: Myriam Amato - il: 14-09-2017 9:13 Aggiornato il: 08-09-2017 17:22

La cottura al cartoccio è una tecnica di cottura molto interessante perché consente di preservare le sostanze nutritive dell’alimento, evitare di appesantirlo con miscele di condimenti inutile e mantenere i sapori e i profumi. Ma come ottenere la cottura al cartoccio perfetta?

Orata al cartoccio in padella- foto ricette.giallozafferano.it

Questa particolare metodo di cottura consente di sfruttare i vantaggi sia della cottura a vapore che le qualità della cottura al forno, un mix vincente che promette di rendere ogni pietanza davvero succulenta.

Come si prepara

Generalmente la cottura al cartoccio prevede che l’ingrediente venga unto con dell’olio extravergine di oliva, inumidito con del liquido (acqua, vino, succo di limone o arancia) o insaporito con erbe aromatiche (aglio, cipolla e spezie) e avvolto tra fogli di alluminio o carta forno oppure in alternativa con foglie di ortaggi per un risultato più morbido e saporito.

Si tratta di una tecnica che esalta il sapore naturale degli ingredienti e sviluppa piatti unici in termini di struttura e profumo. Un esempio? Spaghetti allo scoglio al cartoccio, cartoccio di pesce (es. sogliola al cartoccio), petto di pollo al cartoccio e così via.

Consigli per la cottura al cartoccio perfetta

Fortunatamente esistono linee guida e consigli tecnici per preparare qualsiasi alimento in modo facile e veloce e ottenere la cottura al cartoccio perfetta. Non resta che scoprirne qualcuno:

  • Carta – Prima di procedere con la cottura è preferibile bagnare la carta da forno con po’ di acqua e strizzarla bene per renderla più morbida.
  • Condimenti – Che siano erbe aromatiche o componente liquida è essenziale che non scarseggino condimenti per rendere l’ingrediente davvero appetitoso.
  • Chiusura – È essenziale chiudere il cartoccio alla perfezione per evitare la perdita del vapore e dei liquidi e rovinare la cottura.
  • Ingrediente – Carne, pesce, verdure e molluschi si prestano alla cottura al cartoccio, purché si tratti di prodotti dalle dimensioni ridotte per consentire una cottura omogenea e veloce.
  • Stagnola – Basta un foglio di stagnola esterno per rendere il cartoccio molto più resistente rispetto alla cottura e alla perdita di liquidi.
  • Cibo – È fondamentale che la carta o l’alluminio non tocchino mai il cibo per evitare di alterare gli ingredienti e compromettere la struttura del piatto.
Myriam Amato

Laureata in Informazione e sistemi editoriali, lettrice ostinata e appassionata di ricette tradizionali e nuovi orizzonti culinari.

Ti è piaciuto questo articolo? Commentalo!

Scrivi un Commento

Termini di ricerca:

  • come chiudere stagnola per cartoccio