Passatelli, non solo in brodo: ricetta e come gustarli

209

La cucina italiana è ricca di preparazioni iconiche, quelle che riescono ad attraversare indenni le contaminazioni e le mode. I passatelli ne sono un esempio. Scopriamo come prepararli in casa. Siamo nell’ambito della gastronomia emiliana …

La cucina italiana è ricca di preparazioni iconiche, quelle che riescono ad attraversare indenni le contaminazioni e le mode. I passatelli ne sono un esempio. Scopriamo come prepararli in casa.

Siamo nell’ambito della gastronomia emiliana e più precisamente nelle zone di Bologna e Modena: i passatelli bolognesi e modenesi rappresentano una tradizione profondamente radicata.

Cosa sono e perché si chiamano passatelli?

Prima di scoprire come preparare i passatelli, proviamo a fare un passo indietro e ad approfondire cosa sono esattamente e quali sono le loro origini.

Assomigliano molto agli spatzle della cucina tirolese, ma strizzano l’occhio alla stracciatella della cucina romana.

La loro nascita è legata alla saggezza contadina, quando le risorse erano scarse e ogni ingrediente era valorizzato al massimo e veniva usato per dare vita a piatti sostanziosi.

Si tratta di una tipica pasta fresca a base di pane raffermo, uova, formaggio (di solito Parmigiano Reggiano) dalla consistenza abbastanza morbida da essere pressata attraverso uno speciale strumento, chiamato “ferro per passatelli”, per ottenere la forma caratteristica.

Non è un caso che, passando attraverso i buchi di questo particolare attrezzo per passatelli, assumano una forma allungata e sottile. Ecco perché si chiamano passatelli.

 Anche se ormai, quasi tutti usano lo schiaccipatate a fori larghi per prepararli, questi gnocchetti hanno conquistato i palati più esigenti.

Come preparare i passatelli: ricetta tradizionale

passatelli ricetta
Impastare

La preparazione di questa pasta è un’arte che richiede precisione e cura, ma non è impossibile. Ecco una ricetta di base per creare questi deliziosi simil gnocchetti di pasta:

Ingredienti

  • 150 g pangrattato
  • 150 g Parmigiano Reggiano grattugiato
  • 3 uova
  • scorza di limone q.b.
  • sale q.b.

Preparazione

  • In una ciotola capiente, lavorare le uova con i rebbi di una forchetta fino a ottenere un risultato omogeneo.
  • In un altro recipiente, mescolare il pangrattato, il Parmigiano Reggiano e la scorza di limone e aggiungere un pizzico di sale.
  • Aggiungere le uova al composto e mescolare bene fino a ottenere una consistenza omogenea.
  • Avvolgere l’impasto in pellicola alimentare e lasciare riposare per un paio di ore.
  • Riprendere l’impasto, dividerlo in tre o quattro parti, riempire lo schiacciapatate con una porzione di impasto alla volta e premere sopra.
  • Tagliare i passatelli della lunghezza desiderata (più o meno 4-5 centimetri) usando un coltello e facendoli scivolare su un piano già infarinato. Et voilà, sono pronti per essere gustati.

P.S. Se hai la fortuna di avere il “ferro per passatelli” allora ti basterà schiacciare lo strumento sull’impasto e trascinarlo.

Qual è il tempo di cottura dei passatelli in brodo? Il tempo varia in base alla consistenza desiderata e alla grandezza della pasta ma solitamente, una volta che sono stati aggiunti al brodo bollente, impiegano circa 3-5 minuti per cuocere. Quando sono pronti, tendono a salire in superficie.

Passatelli, ricetta Bimby

La ricetta dei passatelli non cambia di molto se si decide di seguirla col Bimby, ma è necessario eseguire i passaggi nel modo giusto.

Iniziare, se non dispone di Parmigiano grattugiato, inserendo nel boccale il formaggio tagliato a cubetti e grattugiarlo a massima Velocità 10 per 20 secondi. Dopodiché mettere da parte questa preparazione.

Successivamente, aggiungere il pane raffermo insieme alla scorza di limone e frullare il tutto a Velocità 8 per 8 secondi, ottenendo una consistenza omogenea. In alternativa mescolare il pangrattato e la scorzetta di limone.

Ora è il momento di unire il parmigiano grattugiato, le uova e un tocco di sale e mescolare il composto a Velocità 5 per 25 secondi.

Trasferire la miscela ottenuta nella pressa apposita o nello schiacciapatate e distribuire la pasta formando piccole porzioni su un vassoio.

Come gustare i passatelli

passatelli in brodo 1
Passatelli in brodo

Anche se qualcuno non lo sa, il passatello è un tipo di pasta molto versatile e si presta a essere accompagnato da una varietà di condimenti.

Tradizionalmente si parla della ricetta dei passatelli in brodo, cioè serviti in brodo caldo (brodo di cappone o brodo di carne) per creare un piatto confortante e appagante.

Tuttavia, non c’è regola ferrea su come gustarli: la loro versatilità consente di sperimentare e creare abbinamenti unici a seconda dei gusti personali. Per esempio, tra i cosiddetti passatelli asciutti (cioè senza brodo) ci sono quelli conditi con sugo di carne o funghi.

Esistono varianti di passatelli?

Semplici nella loro composizione e ricchi di storia e sapore, la ricetta dei passatelli può essere arricchita a piacere.

Le varianti includono l’uso di spezie come la noce moscata o l’aggiunta di erbe aromatiche come il prezzemolo o la salvia per dare un tocco di freschezza.

Consigli per la perfetta riuscita

Come abbiamo avuto modo di leggere, la preparazione è accessibile a tutti, anche se qualche consiglio in più permette di raggiungere l’eccellenza della tradizione. Ecco cosa tenere a mente:

  • Pane raffermo – La ricetta tradizionale prevede l’uso del pane raffermo, ma spesso viene soppiantato dal pangrattato (come abbiamo fatto noi). A tal proposito, però, bisognerebbe usare un pangrattato di alta qualità è fondamentale per ottenere la giusta consistenza.
  • Limone – La scorza di limone dona un tocco di freschezza alla pasta. È importante grattugiare solo la parte esterna del limone evitando la parte bianca, che potrebbe dare un sapore amaro.
  • Tempo di riposo – Il tempo di riposo consente di ottenere un impasto più compatto e quindi pasta più soda.

Quanti passatelli per una persona?

Considerando che i passatelli romagnoli non “ingannano” l’occhio da crudi a cotti, visto la quasi assenza di farina, solitamente si calcola una porzione per persona corrispondente a circa 80-100 grammi di pasta.

Tuttavia, questo può variare in base alle preferenze individuali e al modo in cui vengono serviti i passatelli (come primo piatto o come parte di un piatto principale).

A tal proposito, quante calorie ha un piatto di passatelli? La quantità esatta dipende dalla ricetta specifica e dalle proporzioni degli ingredienti utilizzati. Tuttavia, in generale, una porzione di passatelli (circa 80-100 grammi di pasta) può contenere circa 150-200 calorie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chiudi
Chef si diventa, cucinando con
© Cucinarefacile.com - Seowebbs Srl - P.Iva 04278590759
Non perderti le ultime novità! Vuoi ricevere una notifica quando pubblichiamo un'aggiornamento? No, grazie Sì, certo