Come riutilizzare l’acqua di cottura di pasta o riso

Pubblicato da: Myriam Amato - il: 09-11-2017 9:55 Aggiornato il: 02-11-2017 11:58

Un semplice gesto come mettere l’acqua sul fuoco per cuocere pasta o riso può convertirsi in un gesto di conservazione e riutilizzo per non sprecare una risorsa preziosa come l’acqua. Ma in quanti modi si può riutilizzare l’acqua di cottura di pasta o riso?

Come riutilizzare l’acqua di cottura- foto silhouettedonna.it

È sufficiente riporre una ciotola al di sotto dello scolapasta mentre si è intenti a scolare la pasta o il riso per riuscire a recuperare e riutilizzare l’acqua di cottura in molti modi differenti.

Non resta che scoprire come riutilizzare l’acqua di cottura di pasta o riso!

  • Annaffiare le piante – L’acqua non salata per cuocere pasta, riso o verdure può essere usata per irrorare erbe aromatiche, piante e orto, a patto che la si faccia raffreddare a dovere
  • Impacco per capelli – Quando si cuoce il riso è possibile riutilizzare l’acqua di cottura ricca di amidi per dare vita a un impacco per capelli pre-shampoo capace di rendere la chioma più morbida.
  • Condimento – Prelevare un po’ di acqua di cottura può essere un ottimo modo per rendere i condimenti più liquidi o mantecare un primo piatto goloso.
  • Brodo – L'acqua di cottura della pasta o delle verdure può essere arricchita con erbe aromatiche per creare una inedita base per la preparazione di minestre, zuppe e vellutate.
  • Lavare i piatti – È possibile sfruttare l’acqua di cottura calda per scrostare piatti, posate, pentole e padelle e facilitare il lavaggio del pentolame.
  • Cottura al vapore – Forse non si sa che l’acqua di pasta o riso può essere riutilizzata per cuocere a vapore. Come? Semplicemente trasferendo l'acqua in una nuova pentola, posizionando al di sopra un cestello per la cottura al vapore e posizionando all’interno posizionare qualsiasi ortaggio.
  • Impasti – L’acqua di cottura può essere usata per preparare gli impasti di pane, pizze, focacce e torte salate, tenendo conto della quantità di sale già inserita.
  • Pediluvio – Un modo per riutilizzare l’acqua di cottura di pasta o riso è quello di creare un pediluvio serale emolliente e rigenerante per sgonfiare le gambe e alleggerire il senso di pesantezza ai piedi.
  • Ammollo dei legumi – L’acqua di cottura del riso o delle verdure non troppo salata può essere utilizzata per mettere a mollo legumi secchi (ceci, fagioli, piselli e lenticchie), ma non per cuocerli.
Myriam Amato

Laureata in Informazione e sistemi editoriali, lettrice ostinata e appassionata di ricette tradizionali e nuovi orizzonti culinari.

Ti è piaciuto questo articolo? Commentalo!

Termini di ricerca:

  • insalata di riso da riutilizzare