Peperoncini sott’olio

I peperoncini sott’olio portano in tavola una conserva tipica della tradizione calabrese molto facile da replicare e rispondono a chi si chiede come conservare i peperoncini piccanti per l’inverno. Scopramo come si fanno i peperoncini …

I peperoncini sott’olio portano in tavola una conserva tipica della tradizione calabrese molto facile da replicare e rispondono a chi si chiede come conservare i peperoncini piccanti per l’inverno. Scopramo come si fanno i peperoncini sott’olio!

Questa ricetta permette di conservare i peperoncini sott’olio a crudo e senza cottura in modo da usarli per insaporire le pietanze durante tutto l’anno, dagli antipasti ai primi fino ai secondi piatti e ai contorni.

Chiaramente è possibile effettuare lo stesso procedimento anche con i peperoncini secchi in modo da ottenere un risultato più sicuro da muffe, batteri e botulino.

Di fatto la conserva di peperoncini piccanti sott’olio rischia contaminazioni pericolose come tutte le altre conserve casalinghe e la contaminazione dei peperoncini sott’olio dal botulino va evitata con qualche piccola attenzione.

Come evitare il botulino nei peperoncini? È bene lavarsi le mani prima di iniziare e quando si tocca qualcosa, usare strumenti lavati e asciutti e impiegare solo vasetti di vetro integri e sterilizzati con coperchi adeguati.

Se vi state chiedendo perché i peperoncini sott’olio fermentano allora dovete sapere che probabilmente qualcosa non è andata per il verso giusto e l’olio non è stato sufficiente a sottrarre ossigeno ai batteri.

Facendo attenzione alla preparazione dei peperoncini sott’olio veloci, poi, è possibile anche usare l’olio extravergine d’oliva di conservazione come olio aromatizzato e piccante detto olio santo.

La ricetta dei peperoncini sott’olio cambia da Regione a Regione e da famiglia in famiglia, anche se tra le varianti più conosciute ci sono quella dei peperoncini sott’olio ricetta salentina e quella dei peperoncini sott’olio ricetta calabrese.

In realtà basta cambiare qualità di peperoncino sott’olio e scegliere uno di forma tondeggiante, per preparare dei  boccacci con peperoncini sott’olio ripieni di tonno, alici e capperi. I peperoncini sott’olio con tonno sono una vera delizia tutta da scoprire.

Noi abbiamo scelto di preparare dei peperoncini a crudo e senza cottura usando l’aceto bianco (scoprirete più avanti a cosa serve), ma potete decidere di preparare i peperoncini sott’olio senza aceto (lavando e tagliando i peperoncini; cuocendoli nell’olio per 10-15 minuti aggiungendo un pizzico di sale; travasandoli nei barattoli sterilizzati; coprendoli con altro olio; bollendo i barattoli in acqua bollente; cavolgendo i barattoli per l’effetto sottovuoto).

Quanto tempo durano i peperoncini sott’olio? Possono essere mangiati già qualche giorno dopo, ma raggiungono un sapore più intenso e rotondo dopo un mesetto. In ogni caso, il barattolo chiuso preserva i peperoncini anche per un anno.

Curiosi di capire come conservare i peperoncini piccanti nell’olio? Scopriamo come si conserva il peperoncino fresco e come fare i peperoncini sott’olio.

P.S. Noterete che la ricetta è molto simile a quella usata per i peperoni sott’olio, cipolline sott’olio, zucchine sott’olio, pomodori sott’olio e tutte le altre conserve.

3.75 da 4 voti

Peperoncini sott’olio

Ricetta: Peperoncini sott’olio
Porzioni 4

Ingredienti

1 Kg peperoncini freschi

    8 cucchiai di sale

      500 ml aceto bianco

        olio extravergine di oliva q.b.

          Istruzioni

          • Pulire i peperoncini eliminando i piccioli e asciugarli con cura con un canovaccio
          • Tagliare i peperoncini a pezzi usando un paio di forbici da cucina e raccoglierli in una ciotola
          • Versare il sale, mescolare gli ingredienti e coprire con un panno pulito
          • Fare riposare i peperoncini per 12 ore avendo cura di mescolare ogni 3-4 ore
          • Schiacciare i peperoncini con uno schiacciapatate per eliminare l'acqua in eccesso
          • Trasferire i peperoncini in una ciotola, versare l'aceto di vino bianco e fare macerare per 10-15 minuti
          • Schiacciare di nuovo i peperoncini con lo schiacciapatate e tamponarli con un foglio di carta assorbente
          • Spostare i peperoncini in vasetti sterilizzati, facendo attenzione a lasciare mezzo centimetro dal bordo
          • Pressare i peperoncini e ricoprirli con olio extravergine di oliva
          • Lasciare i vasetti senza coperchio per 2-3 ore e successivamente aggiungere altro olio
          • Chiudere i vasetti e riporli in dispensa o in un luogo fresco e buio

          Lascia un commento

          Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

          Valutazione ricetta




          Chiudi
          Chef si diventa, cucinando con
          © Cucinarefacile.com - Seowebbs Srl - P.Iva 04278590759