È possibile disintossicarsi dallo zucchero? Sintomi e strategie

424

Lo zucchero è diventato una presenza costante nell’alimentazione moderna, creando a volte una vera dipendenza biologica. È possibile disintossicarsi dallo zucchero? Sebbene sia delizioso e appagante, il consumo eccessivo di zucchero può avere effetti nocivi …

Lo zucchero è diventato una presenza costante nell’alimentazione moderna, creando a volte una vera dipendenza biologica. È possibile disintossicarsi dallo zucchero?

Sebbene sia delizioso e appagante, il consumo eccessivo di zucchero può avere effetti nocivi sulla salute e sul benessere in generale.

Non si tratta soltanto dei cucchiaini di zucchero che si aggiungono al caffè o al tè, ma anche dei dolci, delle bevande, delle salse e della frutta che si consumano nel corso della giornata.

La pelle diventa grassa, l’umore oscilla, il sonno ne risente e l’organismo affronta le conseguenze dell’infiammazione: l’eccesso di zucchero fa male.

Capire come disintossicarsi dallo zucchero e disinfiammare il corpo diventa un obiettivo importante per tornare in forma e in salute.

Perché preoccuparsi dello zucchero?

Lo zucchero è usato abitudinariamente e per questo è entrato a far parte del nostro regime alimentare. Tuttavia il consumo eccessivo di zucchero può causare una serie di problemi di salute. Eccone alcuni:

  • Aumento di peso – Gli zuccheri aggiunti sono calorici ma carenti di nutrienti, il che può portare all’accumulo di grasso corporeo se consumati in eccesso.
  • Resistenza all’insulina – L’abuso di zucchero può portare a una resistenza all’insulina, un fattore di rischio per il diabete di tipo 2.
  • Infiammazione – Lo zucchero è stato associato a processi infiammatori nel corpo, che possono contribuire a all’insorgenza di disturbi come dolori articolari e candidosi. L’infiammazione da zuccheri comporta anche sintomi ricorrenti, tra i quali spiccano emicrania, meteorismo e afte.
  • Danneggiamento del fegato – Il fruttosio, uno zucchero semplice presente in molti alimenti, si ferma al fegato e non prosegue nel sangue. Sì, non alza la glicemia, ma può causare danni al fegato simili a quelli causati dall’alcool se consumato in eccesso.
  • Rischio trombosi – Consumare troppo zucchero può aumentare il rischio di trombosi se i livelli vanno ben oltre la media.

Zucchero e dipendenza

dipendenza da zucchero
Zucchero

Abbiamo parlato di dipendenza biologica. Ma qual è il meccanismo alla base della dipendenza da zucchero?

Il consumo di zucchero stimola il sistema di ricompensa del cervello, rilasciando dopamina, un neurotrasmettitore associato al piacere e alla gratificazione. Questa sensazione di piacere può creare un effetto simile a quello provocato da sostanze come droghe o alcol, che porta a desiderare ulteriori dosi di zucchero.

Con il tempo il corpo può sviluppare una sorta di tolleranza allo zucchero. Questo significa che, per ottenere lo stesso livello di soddisfazione, una persona potrebbe dover consumare sempre più zucchero.

Il consumo di zucchero porta a fluttuazioni dei livelli glicemici nel sangue: i livelli di glucosio nel sangue aumentano rapidamente quando si assume zucchero e si abbassano velocemente dopo, causando una sensazione di stanchezza e fame che porta a cercare altri cibi zuccherati per ripristinare i livelli di energia.

Molte persone hanno incorporato lo zucchero nella loro routine quotidiana, come ad esempio prendere un caffè zuccherato al mattino o mangiare cibi dolci come snack. Questi comportamenti abituali possono diventare difficili da rompere.

Ovviamente non tutti diventano dipendenti dallo zucchero allo stesso modo e la dipendenza da zucchero può variare da persona a persona.

Come disintossicarsi dallo zucchero

come disintossicarsi dallo zucchero
Brownie

Disintossicarsi dallo zucchero e disinfiammare il corpo sono obiettivi importanti per mantenere una buona salute. D’altronde è facile capire cosa succede al corpo se non si assume zucchero. Ma come espellere lo zucchero dalla routine?

  • Stabilire obiettivi realistici – Il piano di disintossicazione dallo zucchero comporta una riduzione graduale di zucchero per evitare l’effetto “craving” (cioè il desiderio incontrollabile di assumere zuccheri). Quindi bisogna impostare obiettivi realistici e monitorare il progresso.
  • Leggere le etichette – È bene iniziare con il controllo degli alimenti confezionati, evitando quelli che contengono zuccheri aggiunti, sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio e altri dolcificanti.
  • Scegliere alimenti integrali – Gli alimenti integrali come cereali integrali e pasta, pane e riso integrale contengono una quota ridotta di carboidrati.
  • Ridurre gli alimenti infiammatori – L’ideale è ridurre i il consumo di cibi altamente processati, carne rossa e latticini ad alto contenuto di grassi saturi.
  • Attenzione alla frutta – La frutta è alla base di una dieta varia ed equilibrata, ma il contenuto di fruttosio potrebbe essere un problema. In questo caso è meglio optare per frutti con pochi zuccheri, come per esempio gli agrumi, le nespole, i ribes e i mirtilli.
  • Ridurre i dessert – Rinunciare ai dessert è difficile e per questo si può iniziare a limitare a un paio di dolci a settimana, preferendo quelli a base di yogurt, frutta fresca o cioccolato fondente (meglio se sono fatti in casa).
  • Limitare il consumo di bevande zuccherate – Per ridurre il consumo di zuccheri è necessario evitare le bevande gassate, le bibite zuccherate e i succhi confezionati, optando quindi per l’acqua, il tè verde non zuccherato o l’acqua aromatizzata con fette di frutta fresca.
  • Optare per snack salutari – Sostituire gli snack zuccherati con opzioni salutari come noci, semi oleosi, yogurt greco non zuccherato o frutta fresca.
  • Non ingannarsi con altri dolcificanti – Usare i sostituti dello zucchero bianco è una strategia controproducente perché alla fine anche l’eccesso di questi dolcificanti può impattare negativamente sul corpo. Quindi sì alla sostituzione, ma non come scorciatoia.
  • Mantenere uno stile di vita sano – La dieta per disintossicazione dallo zucchero ha più chance se si accompagna a uno stile di vita sano, cioè se si mantiene un regime di esercizio fisico regolare e si applicano tecniche di gestione dello stress come lo yoga, la meditazione o la respirazione profonda.

Quanto tempo ci vuole per disintossicarsi dallo zucchero?

Quanto tempo ci vuole per disintossicarsi dallo zucchero
Zollette zucchero

Disintossicarsi dallo zucchero in 3 giorni è utopico, ma rappresenta un primo passo importante per combattere la dipendenza da zuccheri.

In linea di massima ci si inizia a sentire meglio e più energici dopo una settima e non si avverte più la necessità di assumerli dopo un mese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chiudi
Chef si diventa, cucinando con
© Cucinarefacile.com - Seowebbs Srl - P.Iva 04278590759
Non perderti le ultime novità! Vuoi ricevere una notifica quando pubblichiamo un'aggiornamento? No, grazie Sì, certo