Le proprietà benefiche del Miele

0

  Da tempo l’intera comunità scientifica ha rivalutato il valore del miele un alimento ricco di proprietà benefiche, ma soprattutto dietetico e in grado di preservare la salute dell’organismo.  Il miele è prima di tutto …

 

Da tempo l’intera comunità scientifica ha rivalutato il valore del miele un alimento ricco di proprietà benefiche, ma soprattutto dietetico e in grado di preservare la salute dell’organismo.  Il miele è prima di tutto un prodotto naturale per questo molto sano, benefico e ad impatto zero. Viene prodotto dalle api che lo assumono succhiandolo via dal nettare dei fiori e dalle piante in generale, successivamente lo lavorano, lo trasportano e lo immagazzinano nei favi presenti negli alveari. Il miele viene creato quando l’ape più anziana rigurgita e dunque cedendo alle altre api, le cosiddette operaie,  la sostanza modificata chimicamente. La sostanza subirà poi tantissime altre trasformazioni al termine delle quali si disidraterà e assumerà il sapore zuccherino che tutti noi conosciamo.

 

 

Il miele nell’alimentazione: fonte di benessere

Il vantaggio di inserire il miele nell’alimentazione umana sta nel fatto che già in natura il miele si presenta predigerito e per questo motivo non richiede nessuno sforzo per la sua assimilazione da parte dell’organismo che lo assume. Il miele  infatti è ricco di monosaccaridi che si trovano in misura dell’80% del suo contenuto, mentre troviamo un quantitativo di saccarosio pari al 10%.  Oltre a queste due sostanze principali il miele contiene anche diverse proteine che sono l’albumina, la globulina, gli amminoacidi, ma anche diversi sali minerali ossia il calcio, il potassio, il sodio e lo zinco troviamo infine tantissime altre vitamine come il Gruppo B, C, E e K. Infine nel miele sono presenti in gran quantità acidi organici e inorganici ed altri componenti naturali.

Le proprietà terapeutiche del miele derivano dalla sua composizione organolettica ossia grazie al suo contenuto che conta i polifenoli, miele2benefici per l’organismo, ma soprattutto la glucosio-ossidasi. Quest’ultimo è un potentissimo enzima che ha, come tutti gli enzimi, lo scopo di attivare le reazioni chimiche, al termine di queste reazioni però il glucosio-ossidasi determinerebbe la comparsa di acqua ossigenata e che infine conferirebbe al miele l’attività antibiotica che gli è stata scientificamente riconosciuta.

Solitamente, proprio per le sue proprietà, viene consigliato il consumo di circa 30 grammi di miele al giorno. Il miele infatti esercita effetti positivi su diversi organi del corpo. Innanzitutto sulle vie respiratorie nellle quali esercita un’azione decongestionante e calmante della tosse che lo rende perfetto in caso di malattie all’apparato respiratorio. Il miele compie anche un’azione di aumento della potenza fisica dei muscoli del corpo e delle resistenza. Ha anche un’azione cardiotropa, protettiva e disintossicante sia per il fegato che per il cuore. Per quanto riguarda l’apparato digerente il miele svolge un’azione protettiva, stimolante e regolatrice, mentre nei confronti dei reni ha un’azione diuretica. Il miele ha per il sangue un’azione antianemica, mentre per le ossa svolge un ruolo di fissazione del calcio e del magnesio

 

 

Le varietà di miele presenti in natura

Il miele viene classificato in base alle origini botaniche, per questo motivo avremmo delle varietà di mieli unifloreali e millefiori. Il miele unifloreale detiene una sola origine botanica, mentre quello millefiori ha diverse origini botaniche. Al miele che viene commercializzato non può essere aggiunta nessuna sostanza conservante e proprio per questo motivo deve essere venduto puro inoltre se si tratta di un miele non comunitario, ciò deve essere espresso chiaramente in etichetta. Esistono diversi tipi di miele: il miele di abete, di acacia, d’arancio, di eucalipto, di biancospino, di tiglio e di timo ogni varietà possiede specifiche proprietà e può apportare alcuni benefici.

Il Miele di abete è un ottimo antisettico polmonare e delle vie respiratorie è considerato perfetto per curare bronchiti, le tracheiti, le riniti e l’influenza. Ha inoltre grandi effetti antipiretici, espettoranti, spasmolitici. E’ molto indicato anche per chi soffre di alitosi poichè ha un effetto deodorante. Il Miele di acacia è particolarmente indicato per lattanti e bambini, soprattutto se hanno le mucose dell’apparato respiratorio e gastrointestinale infiammate. E’ utilizzato anche per chi ha problemi intestinali per via delle sue proprietà lassative. Il Miele d’arancio o di agrumi ha proprietà antispasmodiche e sedative, è per questo perfetto in caso di nervosismo, ansia ed insonnia. Ha anche un potere cicatrizzante ed è perfetto nel trattamento delle ulcere. Perfetto utilizzato anche d’estate bevuto con un the ghiacciato per dissetarsi.

Il Miele di eucalipto possiede proprietà antispasmodiche, anticatarrali, antiasmatiche, emollienti, calmanti della tosse, antisettiche delle vie respiratorie, delle vie urinarie e dell’intestino. Viene utilizzato per curare la cistite urinaria, ma anche come vermifugo e cicatrizzante nelle affezioni della bocca. Il Miele di biancospino è ottimo in caso di ipertensione arteriosa, palpitazioni, angina pectoris, arteriosclerosi, spasmi, convulsioni. E’ ottimo anche in caso di insonnia, consumandolo poco prima di andare a dormire magari con un bel bicchiere di latte caldo. Troviamo poi il Miele di tiglio che possiede riconosciute proprietà calmanti e antismasmotiche che lo rendono perfetto in caso di nervosismo ed insonnia. Il Miele di timo è invece un potente antisettico generale che si consiglia di impiegare in caso di pericolo di malattie infettive soprattutto nel periodo invernale, il miele di timo è perfetto anche come disinfettante dei bronchi e dell’intestino.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chiudi
Chef si diventa, cucinando con
© Cucinarefacile.com - Seowebbs Srl - P.Iva 04278590759