Come cucinare il cavolo cinese: ricette, proprietà e idee

236

Lo associamo alla cucina orientale, ma in realtà può essere usato anche nelle preparazioni più tradizionali: stiamo parlando del cavolo cinese. Scopriamo cosa c’è da sapere sul cavolo cinese, ricette e utilizzi inclusi. Il mondo …

Lo associamo alla cucina orientale, ma in realtà può essere usato anche nelle preparazioni più tradizionali: stiamo parlando del cavolo cinese. Scopriamo cosa c’è da sapere sul cavolo cinese, ricette e utilizzi inclusi.

Il mondo della cucina è popolato da una vasta gamma di ingredienti che spaziano dalle tradizioni locali alle novità culinarie. Tra questi, il cavolo cinese si distingue per la sua versatilità e i suoi benefici salutari, rappresentando un ingrediente fondamentale in molte cucine asiatiche e non solo.

In questa breve guida sul cavolo cinese, ricette e utilizzi, proveremo a capire cos’è questo tipo di cavolo e come si può mangiare il cavolo cinese.

Cos’è il cavolo cinese?

Il cavolo cinese, conosciuto anche come Bok Choy o Pak Choi, è una varietà di cavolo dal caratteristico aspetto, con foglie verdi scure e gambi bianchi.

Questo ortaggio appartiene alla famiglia delle Cruciferae o Brassicaceae ed è imparentato con il cavolo comune e il cavolfiore. La sua forma può variare tra foglie piatte o foglie più simili a una cespo.

Le sue origini affondano le radici nell’Asia orientale, dove è stato coltivato e utilizzato per secoli. Nel corso del tempo, si è diffuso in molte altre parti del mondo, diventando un ingrediente amato e versatile in cucine diverse.

La particolarità di questo cavolo è che viene raccolto sia in primavera che in autunno, diventando un protagonista delle ricette durante tutto l’anno.

Che gusto ha il cavolo cinese? Il sapore del Pak Choi tende all’amarognolo ma, diversamente dal cavolo tradizionale, non è marcato. Inoltre, quando viene cucinato, non emana odori sgradevoli.

Come riconoscere il cavolo cinese

Il Pak Choi ha alcune differenze estetiche rispetto ad altri tipi di cavolo comuni, visibili per lo più nella forma, nelle foglie e nel colore. Ecco la differenza tra il Pak Choi e il cavolo verde, il cavolfiore o il cavolo riccio:

  • Cavolo cinese – Come già accennato, è slanciato e ha foglie lisce, larghe e di forma ovale con un tipico colore verde scuro. I gambi sono bianchi e spessi, con una consistenza croccante. Le foglie possono essere piatte o più ad arco  mentre i gambi hanno una forma più cilindrica e carnosa.
  • Cavolo verde – Il cavolo verde ha foglie più arricciate e dentellate. Inoltre possono essere più grandi e più fitte. Il colore può variare da un verde chiaro a un verde scuro, ma tende a essere più uniforme rispetto al contrasto tra le foglie e i gambi del Bok Choy.
  • Cavolfiore – Il cavolfiore si presenta con una struttura compatta e forma tondeggiante. Le foglie esterne possono essere più grandi e avvolgere parzialmente o completamente la testa.
  • Cavolo riccio – Con una forma più rotonda, il cavolo riccio ha foglie frastagliate e ricce, dando al cespo una forma più aggrovigliata e “frastagliata” rispetto alle foglie lisce del cavolo cinese.

Cavolo cinese: proprietà e benefici

cavolo cinese proprieta
Pak Choi

Le caratteristiche nutrizionali del Pak Choi lo rendono un’aggiunta preziosa alla dieta quotidiana. A cosa fa bene il cavolo cinese?

  • Vitamine – È ricco di vitamine La vitamina A è essenziale per la vista e la salute della pelle; la vitamina C aiuta il sistema immunitario e favorisce l’assorbimento del ferro; la vitamina K è fondamentale per la coagulazione del sangue e la salute delle ossa; la vitamina B9 contribuisce al benessere del sistema nervoso.
  • Minerali – Contiene minerali essenziali: il calcio è importantissimo per la salute delle ossa, il potassio supporta la funzione cardiaca e muscolare mentre il ferro è fondamentale per la produzione di globuli rossi.
  • Antiossidanti – Il Bok Choy è ricco di antiossidanti come flavonoidi e composti solforati e questo lo rende un valido aiuto per combattere lo stress ossidativo nel corpo, riducendo così l’infiammazione e proteggendo le cellule dai danni.
  • Fibre – La presenza di fibre alimentari è sufficiente a migliorare la funzionalità intestinale e a scongiurare la comparsa di stipsi e gonfiore addominale.

Cavolo cinese, le calorie

Un altro buon motivo per introdurre il Pak Choi nella dieta è legato al suo apporto calorico: il cavolo cinese è ipocalorico.

Certo la quota calorica dipende dal metodo di cottura e dal tipo di ingredienti usati nella ricetta, ma in linea di massima 100 grammi di cavolo cinese equivalgono a 19 calorie.

Come pulire il cavolo cinese

Prima di cimentarsi in qualsiasi ricetta con cavolo cinese è importante capire come pulire e cucinare il cavolo cinese. D’altronde, con le sue foglie croccanti e i gambi succulenti, richiede una pulizia adeguata per garantire freschezza e sicurezza alimentare.

Prima di tutto occorre eliminare la base usando un coltello e separare delicatamente le foglie, sciacquandole sotto acqua corrente per qualche minuto e strofinando la superficie delicatamente per rimuovere eventuali residui di terra o impurità che potrebbero essere presenti tra le foglie.

I gambi possono raccogliere terra o residui e per questo bisogna prestare maggiore attenzione nella pulizia, magari adoperando una spazzola a setole morbide o un panno umido per pulire delicatamente i gambi.

Dopo aver completato il lavaggio e la pulizia, occorre scuotere delicatamente le foglie e i gambi per rimuovere l’acqua in eccesso o tamponare delicatamente l’umidità residua.

Come cucinare il cavolo cinese

come cucinare il cavolo cinese
Cavolo e carne di maiale

Il cavolo cinese crudo dà il meglio di sé, visto che così facendo si evita la distruzione delle vitamine termolabili a causa del calore. Tuttavia è possibile usarlo anche cotto, purché si tratti di cotture brevi.

Grazie alla sua consistenza croccante e al sapore leggermente amaro, il Pak Choi è un ingrediente versatile che si presta a molteplici preparazioni in cucina.

  • Insalata – Le foglie tenere del Bok Choy possono essere utilizzate crude in insalate, offrendo una nota croccante e un tocco di amarezza. Come si mangia il Pak Choi crudo dipende dai gusti personali.
  • Wok o Padella – Si può preparare il cavolo cinese in padella o wok, purché la cottura sia rapida. Non ha bisogno di essere sbollentato prima. È delizioso saltato con aglio, zenzero e condimenti come salsa di soia oppure olio.
  • Zuppe e brodi – Aggiunto a zuppe e brodi poco prima che siano completamente cotti, il Pak Choi apporta sapore e consistenza, arricchendo il piatto con la sua freschezza.
  • Riempimenti e ripieni – Può essere utilizzato come ingrediente per ripieni di dumpling, ravioli o involtini, il Bok Choy conferisce un gusto unico ai piatti.

In realtà è possibile sperimentare con questo ortaggio per scoprire nuovi sapori e approcci culinari, arricchendo il palato. Potenzialmente, le ricette con il cavolo cinese sono infinite.

Cavolo cinese: ricette e idee

cavolo cinese ricette
Involtini

Il Pak Choi è incredibilmente versatile in cucina e può essere preparato in vari modi. Ecco alcune idee di ricette con il cavolo cinese:

  • Insalata di cavolo cinese e arachidi – È la ricetta del cavolo cinese a insalata: basta tagliare il Bok Choy, mescolare con arachidi tostate e condire il tutto con una vinaigrette a base di olio di sesamo, aceto di riso, salsa di soia e un po’ di zenzero grattugiato per ottenere  un contorno fresco e croccante.
  • Cavolo cinese ripieno –  Si può preparare un ripieno a base di carne macinata e funghi e riempire le foglie di Pak Choi. Dopodiché gli involtini possono essere cotti a vapore o in forno per una manciata di minuti.
  • Wok di verdure miste con cavolo cinese – È un’interpretazione del cavolo cinese saltato in padella. In un wok, si può saltare Bok Choy, peperoni, carote, cipolla e altre verdure a piacere e aggiungere carne o tofu. Salsa di soia e aglio creano il condimento perfetto per ottenere un sapore extra.

Cavolo cinese: dove comprarlo?

Il Bok Choy è solitamente disponibile presso i negozi di alimentari asiatici o mercati specializzati in prodotti freschi. Tuttavia, la sua popolarità è cresciuta e potresti trovarlo anche in alcuni supermercati ben forniti o negozi di alimentari biologici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chiudi
Chef si diventa, cucinando con
© Cucinarefacile.com - Seowebbs Srl - P.Iva 04278590759
Non perderti le ultime novità! Vuoi ricevere una notifica quando pubblichiamo un'aggiornamento? No, grazie Sì, certo