Come scegliere e cucinare i tipi di lenticchie

Pubblicato da: Myriam Amato - il: 15-11-2018 7:49 Aggiornato il: 05-11-2018 11:52

C'è chi preferisce gustare le lenticchie durante il periodo invernale e chi invece le elegge a protagoniste delle pietanze estive in modo da godere delle incredibili proprietà nutritive. Ma come scegliere i tipi di lenticchie?

Lenticchie- foto foodbevg.com

L'associazione lenticchie e cotechino lasciano spazio a diverse preparazioni golose e ricche che vanno dalle ricette vegane e vegetariane come le polpette di lenticchie o il ragù di lenticchie e ai piatti classici della tradizione culinaria nostrana.

Il legume povero rivive una sorta di seconda vita grazie all'attenzione degli appassionati di cucina verso la qualità e le proprietà nutritive degli ingredienti che costruiscono l'identikit dei menu quotidiani.

I piatti a base di lenticchie restituiscono un sapore unico e un pool di sostanze nutrienti in cui spiccano proteine vegetali, vitamine e ferro.

Tipi di lenticchie

Non tutte le lenticchie sono uguali e spesso la qualità scelta influisce sul risultato finale e sulla combinazione di sapori che si porta a tavola. Quanti tipi di lenticchie esistono?

  • Lenticchie Decorticate – La lenticchia si presenta senza buccia, cuoce in meno tempo e risulta estremamente digeribile.
  • Lenticchie di Puy – Questo tipo di lenticchie di origine francese risulta molto pregiato perché, una volta cotto, si presenta come una crema omogenea.
  • Lenticchie Rosse egiziane – Le lenticchie rosse egiziane non devono essere ammollate prima di essere cotte e sembrano perfette per la preparazione di creme e purea.
  • Lenticchie di Ustica – Questi legumi non devono essere ammollati prima di essere cotti e promettono di essere pronti in meno di un'ora.
  • Lenticchie di Altamura – Trai tipi di lenticchie italiane spiccano quelle di Altamura, l'ideale come contorno e ben si abbinano a un sugo al pomodoro.
  • Lenticchie di Castelluccio – Questa qualità pregiata e biologica perfetta per arricchire le insalate estive o servire le lenticchie in padella perché piccolissima, con una pellicola sottile e un sapore dolciastro.
  • Lenticchie di Beluga – La varietà Beluga si presenta di piccola e di colore nero e, proprio come il caviale di Beluga, si mostra perfetta per una ricetta per lenticchie che dà vita a un'insalata o una zuppa.

Come cucinare le lenticchie in ammollo

I tipi di lenticchie, come è facilmente intuibile, influenzano il metodo e le tempistiche di cottura. Come cucinare le lenticchie in ammollo?

Se si acquista le lenticchie secche in busta allora è necessario metterle in ammollo prima di cuocerle, per una notte se sono di dimensione grande e per qualche ora se sono più piccole.

Il momento in cui si mettono le lenticchie in ammollo consente di individuare quelle guaste, le quali arriveranno a galla e potranno essere eliminate.

Come cucinare le lenticchie senza ammollo

Quando si acquistano le lenticchie in scatola allora le ricette per lenticchie possono essere preparate senza metterle in ammollo.

Le lenticchie in scatola, infatti, sono state già precotte e vengono vendute immerse in un liquido di conservazione.

Myriam Amato

Laureata in Informazione e sistemi editoriali, lettrice ostinata e appassionata di ricette tradizionali e nuovi orizzonti culinari.

Ti è piaciuto questo articolo? Commentalo!

Scrivi un Commento

Termini di ricerca:

  • tipi di lenticchie