Come usare le bacchette giapponesi e cinesi

0

Le pietanze orientali hanno conquistato il palato di chi ama sperimentare nuove tradizioni culinarie: sushi, pollo thai e altro ancora. Ma sappiamo davvero come usare le bacchette? CONSIGLIO DEL GIORNO Guadagnare copiando gli investimenti dei …

Le pietanze orientali hanno conquistato il palato di chi ama sperimentare nuove tradizioni culinarie: sushi, pollo thai e altro ancora. Ma sappiamo davvero come usare le bacchette?

Il sushi giapponese, il ramen , le polpette teriyaki e tutte le ricette della cucina cinese e giapponese ci mettono a dura prova.

Da un lato ci confrontiamo con ingredienti inusuali e accostamenti davvero unici mentre dall’altro lato ci ritroviamo a dover capire come usare le bacchetti giapponesi e cinesi.

Come si chiamano le bacchette per il sushi? In giapponese si chiamano hashi, ma vengono chiamate anche come otemoto.

Certo qualcuno decide di usare la forchetta, eppure sapere come usare le bacchette cinesi per mangiare permette di vivere un’esperienza completa.

Mangiare con le bacchette comporta benefici: permette di percepire la consistenza del cibo, prelevare piccoli bocconi e mangiare più lentamente. Insomma tutti i segreti per dimagrire

A questo si aggiunge il sentirsi più vicini alle popolazioni asiatiche che consumano il loro cibo con i bastoncini in legno, bambù o metallo che si trovano nei ristoranti di cucina orientale.

Come usare le usare le bacchette per mangiare

Non è difficile imparare come usare le bacchette del sushi: basta capire come impugnare, posizionare e muovere i due bastoncini con una mano.

La prima cosa da fare è apprendere come separare le bacchette per iniziare a usarle correttamente. Come spezzare le bacchette cinesi? È necessario afferrare una bacchetta nella mano sinistra e una bacchetta nella mano destra, spingere una in avanti e l’altra indietro e attendere che si stacchino.

Successivamente si entra nel vivo: posizionare una bacchetta tra il pollice e la parte inferiore dell’indice e tenerla ferma in quella posizione. È possibile anche fermarla la parte inferiore con l’anulare.

A questo punto è necessario impugnare l’altra bacchetta tra le sommità dell’indice (allontana la bacchetta) e il polpastrello del pollice (lato del bastoncino), tenerla allineata e iniziarla a muovere utilizzando il dito indice. Insomma bisogna creare una pinza in grado di catturare il cibo.

La regola da tenere a mente è semplice: la prima bacchetta deve essere impugnata con il pollice, l’indice e il medio mentre la seconda deve essere mossa con movimenti leggeri.

Le bacchette giapponesi riescono a catturare piccoli bocconcini, ma possono essere usate anche per prendere porzioni più abbondanti. Come? Basta ruotare quella mobile verso l’alto e quella fissa verso il basso.

I consigli su come imparare a usare le bacchette

All’inizio sperimentare come si fa a mangiare con le bacchette cinesi sembrerà un’impresa, ma l’uso delle posate asiatiche diventerà pian piano più semplice. Fino ad allora è possibile tenere a mente qualche piccolo consiglio.

Prima di tutto è necessario verificare che le estremità delle due bacchette siano allineate per non far cadere il cibo. In caso contrario basta mettere la punta di una bacchetta sul tavolo e spingere l’altra fino ad allinearla.

Più che usare le bacchette cinesi per bambini, poi, si può iniziare tenendo le bacchette a metà della loro lunghezza, a patto che non si tocchi il cibo con le dita. Di volta in volta si proverà a tenerle un po’ più in alto.

Per quanto riguarda il movimento, invece, sarebbe meglio esercitarsi lontano da occhi indiscreti e iniziare con pietanze dalla consistenza molle.

Il galateo a tavola

Anche l’uso delle bacchette deve sottostare a regole di galateo ben precise tanto nelle occasioni speciali che nelle situazioni informali.

Per esempio, non bisogna mai toccare il cibo o il piatto con le dita ma soltanto con le bacchette (o meglio la punta delle bacchette).

Entrambe le bacchette devono essere impugnate con la mano destra (o sinistra in caso di mancinismo) e devono essere mosse con eleganza.

Non è possibile usare le bacchette per gesticolare, giocare a tavola o avvicinare le ciotole o i piatti. Semaforo rosso anche all’uso delle bacchette come degli spiedini.

Dopo aver terminato la pietanza, poi, le bacchette dovrebbero essere poggiate sul poggia-bacchette o poste sul piatto in orizzontale.

Come riutilizzare le bacchette cinesi

Chi torna a casa con le bacchette cinesi può inventarsi tantissimi modi diversi per riutilizzarle in modo smart e green.

Si possono usare per pulire gli angoli e i punti più difficili da raggiungere con stracci e spugne, come per esempio l’interno della lavatrice.

È sufficiente incollare o legare con uno spago più bacchette per sushi per creare un vaso, un contenitore o un porta saponetta davvero creativo.

Infine, dopo aver pulito accuratamente le bacchette, si possono immergere in un recipiente pieno di acqua e qualche goccia di olio essenziale e lasciare che rilascino un profumo gradevole per tutta la casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chiudi
Chef si diventa, cucinando con
© Cucinarefacile.com - Seowebbs Srl - P.Iva 04278590759