Crema inglese: ingredienti, ricetta, varianti e consigli

221

La crema inglese è una salsa dolce e vellutata che può essere considerata una delle basi della pasticceria classica. Scopriamo come preparare la crema inglese a regola d’arte. Dallo strudel di mele alla torta gelato …

La crema inglese è una salsa dolce e vellutata che può essere considerata una delle basi della pasticceria classica. Scopriamo come preparare la crema inglese a regola d’arte.

Dallo strudel di mele alla torta gelato gianduia e mandorle, questa crema di origine britannica sembra perfetta per accompagnare una vasta gamma di dessert.

A rendere la crema inglese una tra le scelte preferite è sicuramente la sua consistenza setosa e il suo sapore delicato.

Cos’è la crema inglese?

Prima di scoprire come preparare la crema inglese a regola d’arte è necessario fare un passo indietro e approfondire cos’è esattamente.

Chi ha inventato la crema inglese? Nonostante il nome suggerisca un’origine britannica, sembra che sia nata da François Massialot, cuoco nato a Limoges, e sia stata introdotta in Inghilterra dai cuochi francesi nel XVII secolo.  Si dice che fosse conosciuta come “Creme Anglaise” in Francia, il che significa letteralmente “crema inglese”, probabilmente per differenziarla dalle creme locali. Ecco perché si chiama crema inglese.

Questa crema non è altro che una salsa cremosa a base di latte, tuorli d’uovo, zucchero e aromi come la vaniglia.

Qual è la differenza tra la crema pasticcera e la crema inglese? La differenza principale rispetto alla crema pasticcera è che la crema inglese non contiene amido e viene solitamente servita fredda.

Crema inglese: ingredienti e ricetta originale

crema inglese ricetta
Dolce al cucchiaio

La crema inglese della ricetta originale è relativamente semplice da preparare e richiede pochi ingredienti. Ecco come preparare la crema inglese, dagli ingredienti alla ricetta!

Ingredienti

  • 350 ml di latte intero
  • 150 ml panna fresca liquida
  • 6 tuorli d’uovo
  • 100 g di zucchero
  • 1 stecca di vaniglia (o estratto di vaniglia)
  • Scorza di limone (opzionale)

Preparazione

  • Versare il latte e la panna in un pentolino. Aggiungere la stecca di vaniglia (aperta e raschiata) o l’estratto di vaniglia. Se si desidera, si può aggiungere anche la scorza di limone per un tocco fresco.
  • Portare il latte a ebollizione a fuoco medio-basso. È necessario tenere d’occhio il latte per evitare che raggiunga un’ebollizione completa.
  • In una ciotola separata, sbattere i tuorli d’uovo con lo zucchero finché non diventano chiari e spumosi.
  • Una volta che il latte è caldo (senza farlo bollire), occorre versarlo lentamente nella ciotola con i tuorli sbattuti, mescolando continuamente per evitare che i tuorli si cuociano.
  • Versare l’intero composto nella pentola e cuocere a fuoco basso-medio, mescolando costantemente con un cucchiaio di legno o una spatola, finché la crema si addensa leggermente e ricopre il retro del cucchiaio.
  • Rimuovere la pentola dal fuoco e versare la crema attraverso un setaccio fine per eliminare eventuali grumi o pezzetti di tuorlo cotto.
  • Coprire la crema con pellicola trasparente a contatto e lasciare raffreddare la crema a temperatura ambiente, quindi trasferirla in frigorifero per almeno due ore prima di servire.

P.S. È possibile preparare una crema inglese senza panna semplicemente sostituendo la panna con la stessa quantità di latte.

Ricetta crema inglese col Bimby

La preparazione della crema inglese non è complicata ma, richiedendo qualche piccola accortezza, può essere preparata in modo più comodo e veloce col Bimby. Ma come preparare la crema inglese Bimby?

Posizionare la farfalla, versare i tuorli e lo zucchero e lavorare a Velocità 3-4 per 3 minuti. Dopodiché versare latte, panna, semi di vaniglia e scorza di limone nel boccale e cuocere a Velocità 3-4  a 90 gradi per 7 minuti fino a quando inizia a sobbollire. Infine, versare la crema in una ciotola con pellicola a contatto.

Varianti della crema inglese

La crema inglese ha una consistenza setosa e un gusto ricco che la rendono riconoscibilissima alla vista e al palato. Tuttavia è anche molto versatile, il che permette numerose varianti:

  • Crema al cioccolato – Basta aggiungere del cioccolato fondente o al latte alla crema calda per ottenere una versione al cioccolato.
  • Crema con spezie – È possibile arricchire la crema con cannella, cardamomo o altre spezie a piacere per un tocco esotico.
  • Crema al caffè – Gli amanti del caffè possono aggiungere l’estratto di caffè o del caffè espresso alla crema per un gusto ricco e un leggero aroma di caffè.

Come recuperare una crema inglese “impazzita”

Quando una crema inglese è densa e sembra “impazzita”, cioè diventa troppo spessa o grumosa, c’è ancora una possibilità di recuperarla. Ecco come recuperare una crema inglese “impazzita”:

  1. Temperatura ambiente – Lasciare la crema a temperatura ambiente per alcuni minuti. Questo potrebbe consentire ai grassi presenti nella crema (come il tuorlo d’uovo) di ammorbidirsi leggermente.
  2. Rimescolare – Mescolare energicamente la crema con una frusta o un cucchiaio perché, talvolta, una buona mescolata può aiutare a rompere eventuali grumi e rendere la crema più liscia.
  3. Diluizione con latte o acqua – Aggiungere un po’ di latte caldo (non bollente) o acqua calda alla crema, un cucchiaio alla volta, mescolando bene dopo ogni aggiunta. Questo aiuterà ad allentare la consistenza troppo densa della crema.
  4. Setacciare la crema – Se la crema ha grumi molto evidenti o parti particolarmente dense, è possibile passarla attraverso un setaccio fine o una garza per rimuovere i grumi.
  5. Ri-cottura delicata – È necessario versare la crema in un pentolino pulito,  riscaldarla a fuoco molto basso e mescolarla costantemente. In questo caso occorre fare attenzione a non cuocere troppo i tuorli, altrimenti potrebbero rapprendersi ulteriormente.

Crema inglese: utilizzi e idee

come usare la crema inglese
Bignè

Come abbiamo accennato all’inizio, la crema inglese è un accompagnamento perfetto per numerosi dessert. Ecco qualche idea sfiziosa:

  • Torte e crostate – Tutto quello che bisogna fare è versare la crema sopra fette di torta o crostata per aggiungere una nota cremosa.
  • Pasticceria – È deliziosa come riempimento per bignè, sfogliatelle o come base per dolci al cucchiaio.
  • Frutta fresca – Si può accompagnare a frutta fresca come fragole, pesche o ananas per ottenere un contrasto di consistenze e sapori.
  • Pudding – Questa crema è un condimento classico per pudding di vario tipo, come il bread pudding o il rice pudding.

Come conservare la crema inglese

Se resta un bel po’ di crema inglese, niente paura. Questa deliziosa preparazione può essere conservata per giorni.

Dopo averla fatta raffreddare completamente a temperatura ambiente, occorre trasferirla in un contenitore con chiusura ermetica, chiuderlo e riporlo nella parte più fredda frigo. In alternativa, si può versare in un recipiente e sigillarla con pellicola trasparente a superficie.

Se conservata correttamente, la crema inglese si manterrà fresca per circa 3-4 giorni, ma per una freschezza ottimale è meglio consumarla entro 2-3 giorni dalla preparazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chiudi
Chef si diventa, cucinando con
© Cucinarefacile.com - Seowebbs Srl - P.Iva 04278590759
Non perderti le ultime novità! Vuoi ricevere una notifica quando pubblichiamo un'aggiornamento? No, grazie Sì, certo